Cerca per genere
Attori/registi più presenti

IL ROMANZO DI THELMA JORDON

All'interno del forum, per questo film:
Il romanzo di Thelma Jordon
Titolo originale:The File on Thelma Jordon
Dati:Anno: 1950Genere: thriller (bianco e nero)
Regia:Robert Siodmak
Cast:Barbara Stanwyck, Wendell Corey, Paul Kelly, Joan Tetzel, Stanley Ridges, Richard Rober, Minor Watson, Barry Kelley, Kasey Rogers
Visite:247
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 6
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 25/11/13 DAL BENEMERITO CIAVAZZARO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Cotola 10/12/15 0:08 - 6799 commenti

Siodmak conferma di essere un regista sopraffino e fuori dal comune, trasformando una "semplice" storia noir, con tanto di "pollo" e di maliarda dark-lady (notevole la Stanwyck), in un qualcosa di più. Pian piano, infatti, si capisce di assistere ad una storia d'amore caratterizzata dall'approfondimento psicologico dei due personaggi principali. E così la pellicola oltre a funzionare come semplice film di genere, lo fa anche sull'altro versante. E che meraviglia quel finale, a mio avviso, per nulla lieto e molto coraggioso nel modo di segnare l'epilogo dei due protagonisti. Da vedere.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 23/7/17 9:22 - 7439 commenti

Donna con pochi scrupoli intreccia una relazione clandestina con un vice procuratore sposato, al quale chiede poi aiuto quando si trova nei guai con la legge con l'accusa di aver assassinato la ricca zia... Dato che lei è Stanwyck formato "dark lady" (perfetta nel ruolo) e lui ha il volto onesto ma un poco stolido di Corey, i giochi sembrano fatti ma Siodmak, regista mai banale, rimescola le carte e tira fuori un asso dal mazzo: dopo una buona parte processuale, l'epilogo getta nuova luce sulla vicenda, colorando il noir di tinte melò fino all'esito tragico ma "riparatore".
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Ciavazzaro 25/11/13 21:34 - 4687 commenti

Bel noir con la Stanwyck complessa femme fatale, che invischia un sostituto procuratore in un losco omicidio: lei è innocente o lo sta manipolando? La Stanwyck è superba come sempre, capace di passare dal bianco (la purezza, l'amore) al nero (la bella scena con l'avvocato). Pure Corey si impegna e si registra un bel finale con un secondo colpo di scena piuttosto inatteso (dopo il primo assai prevedibile ma non per questo meno interessante). Regia del maestro del genere.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La Stanwyck che parla col suo avvocato.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Pinhead80 1/6/14 11:22 - 3153 commenti

Altro bellissimo film di Siodmak che difficilmente sbaglia un colpo. La Stanwyck è un mostro di bravura nell'interpretare il ruolo di una donna imprevedibile e dai mille volti. Le difficoltà di uscire da una relazione malata vengono qui messe a nudo in un lento ma incessante incedere di macchinazioni, sguardi, bugie e verità mascherate. Da avere.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Myvincent 27/10/16 8:10 - 2153 commenti

Un vero romanzo, quello messo a punto da Thelma Jordon per incastrare un uomo nella sua tela vischiosa e affrontare così l'accusa di omicidio. Ma se Barbara Stanwyck non è certo impreparata a ruoli da ambigua dark lady, il difetto sta in una sceneggiatura troppo costruita e artificiosa per essere realista o quantomeno verosimile. Finale manicheo, che più non si poteva.
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Jdelarge 21/12/15 23:51 - 667 commenti

Siodmak dà vita a un thriller psicologico che fa affidamento quasi interamente sul personaggio di Thelma Jordon, interpretata in maniera magistrale da Barbara Stanwyck. La regia è abile a creare un contesto giallo che sembra sovrastare tutto, mentre le domande e i dubbi che aleggiano su Thelma aumentano esponenzialmente con il passare dei minuti. In fin dei conti la fortuna del film risiede proprio nel sottile confine che c'è tra femme fatale e donna fragile e ingenua; sottigliezza psicologica di Thelma e punto cardine della pellicola.
I gusti di Jdelarge (Drammatico - Giallo - Horror)