Cerca per genere
Attori/registi più presenti

IL TORO

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 11
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 30/7/07 0:20 - 4349 commenti

Un po' salvatoresiano, checché se ne dica. "Incipit" assurdo (si parte con un toro da primato senza verificare che in Dogana ci sia il complice), ma il film è interessante. Un po' lento, ma il livello delle interpretazioni (ottimo il composto Citràn, il cui personaggio gli è stato ritagliato addosso: idem per Abatantuono), comprese quelle degli attori stranieri, riscatta il difetto di base. Paolini, preso solo per il nome, è inutile. Bella l'ambientazione paesaggistica mitteleuropea. Si cita Inseparabili (ballo a tre). **½
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Galbo 27/5/10 15:14 - 10786 commenti

Affronta vari temi il regista Mazzacurati in questa storia che parla tra l'altro di rivendicazioni sociali ma è anche un racconto di formazione on the road. Peccato che la sceneggiatura pur suggerendo molti temi si tenga lontano dall'approfondirli ripiegando su toni intimistici che non si addicono molto alla storia che avrebbe avuto bisogno di un respiro più ampio.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Pigro 10/12/08 9:57 - 7187 commenti

Rubano un toro da monta e si mettono in viaggio per rivenderlo nell'Europa dell'Est. L'idea sarebbe molto bella, tanto più se intreccia, come in questo caso, la simbologia e la descrizione della cronaca sociale. Ma il film dopo un po' si impantana nelle classiche more del cinema italiano degli anni 80/90, dove dovrebbe bastare il significato (sempre molto enunciato e pseudo-impegnato con furbate e banalità varie sul viaggio e l'amicizia) a scapito della qualità e dell'originalità. Dimenticabile.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Hackett 31/5/10 7:33 - 1588 commenti

Uno dei più conosciuti film di Mazzacurati (grazie a premi e tamtam pubblicitario), ma decisamente non uno dei più riusciti. I requisiti del suo cinema ci sono (storia d'emarginazione e di viaggio di due disperati alla ricerca di fortuna), eppure non basta e la pellicola appare riuscita a metà. Abatantuono se la cava, ma Citran (bravo di solito) appare quasi una macchietta, poco servito da una sceneggiatura che non lo serve. Non convince nemmeno il finale, che si risolve con un improbabile colpo di fortuna quasi a voler terminare prima.
I gusti di Hackett (Giallo - Horror - Thriller)

Saintgifts 18/4/14 20:12 - 4099 commenti

Corinto è il vero protagonista. Richiama alla mente il pio bove di carducciana memoria, anche se lui è un vero toro da monta. Preso letteralmente per il naso, monta vacche finte, deve seguire pazientemente due individui che lo portano in giro per l'Europa per fare soldi. Uno gli vuole bene, l'altro lo lascerebbe anche morire. Si scopre un mondo seguendo quel traballante camion, personaggi che fanno capire tante cose e i due amici in un qualche modo tornano cambiati, anche se si immagina che il cambiamento durerà poco. Buona la regia.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Nando 3/4/12 10:24 - 3251 commenti

Road- movie in salsa magiara in cui due italiani intraprendono un viaggio per vendere un bel toro da monta. Narrazione delicata ed intimista con discreti paesaggi innevati. Abatantuono è il solito credibile smargiasso provvisto di carica umana mentre Citran rimane più dimesso nella sua forte ostinazione nel salvaguardare il prezioso animale.
I gusti di Nando (Commedia - Horror - Poliziesco)

Paulaster 12/4/18 10:19 - 2158 commenti

Dipendente licenziato di un allevamento ruba un toro per venderlo oltrefrontiera. Piccolo riscatto sociale per descrivere la situazione (poco allegra) nell’Europa dell’Est. Mazzacurati punta molto sui piccoli gesti e sulle scarne ambientazioni per narrare una storia di perdenti che rischiano persino la galera. Dialoghi stranieri senza sottotitoli per far vivere anche a chi guarda lo spaesamento dei protagonisti (ben assortiti). Finale di compensazione che sembra quasi stonare con il clima austero che pervade il film.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La ragazza che non vuole prestare il motorino; Citran che scaccia il gruppo del night club; Il toro che non vuole entrare nell’acqua.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Pessoa 26/12/18 1:24 - 1003 commenti

Mazzacurati realizza un film difficile sviluppando una storia insolita che offre diversi spunti di riflessione senza però risultare particolarmente efficace nell'approfondirli. La sceneggiatura risulta appesantita dai frequenti dialoghi in ungherese e croato e le vicende, in alcuni casi inverosimili, sono piuttosto slegate fra loro. Funzionano i due protagonisti e alcune belle location ma il ritmo piuttosto lento non è purtroppo immune a momenti di noia, anche a causa di una storia non proprio esaltante. Il regista ha fatto sicuramente meglio.
I gusti di Pessoa (Gangster - Poliziesco - Western)

Ruber 31/7/10 21:49 - 646 commenti

Godibile. Un road movie nei paesi dell est dove si cerca di vendere un toro da monta per guadagnare denaro e rifarsi del licenziamento di due operai agricoli. Lo spunto è buono, tuttavia nel film si nota una certa scarsità di momenti "energici"; infatti piu volte rallenta troppo la pellicola e prende una scia di noia, ma per fortuna Abatantuono con la sua verve e qualche battuta qua e là riescono a ridarle subito il volo. Citran è bravo nel ruolo ma a volte risulta troppo in ombra; molto bella l'ambientazione invernale.
I gusti di Ruber (Comico - Commedia - Drammatico)

Samuel1979   20/11/12 13:22 - 445 commenti

Commedia con forti tinte drammatiche, è uno dei film più riusciti di Mazzacurati. Oltre a farci ridere, all'inizio si denuncia il problema di tutti coloro i quali perdono il lavoro nel campo dell'agricoltura senza nessuna possibilità di riscatto, se non quella di passare alle maniere illegali (il rapimento di Corinto). Fantastico Abatantuono soprattutto nelle sue parti meno comiche, buona prova per l'essenziale Citran il quale, tra l'altro, si rivela un'ottima spalla. Piccola parte per Messeri.
I gusti di Samuel1979 (Avventura - Comico - Commedia)

Straffuori 3/8/08 15:32 - 170 commenti

Film semplice, delicato e pacato. Film sull'amicizia e sulla speranza. Affrontato il tema del viaggio e dell'ignoto. Trovo sottile e sapiente, quasi poetico, il modo in cui è stato girato. Abatantuono in una delle sue migliori prove drammatiche. Bravissimo Citran e tutti gli attori dell'est anche se sconosciuti. Nel cast anche il grandissimo Alberto Lattuada. Musiche di Fossati straordinariamente sposate con tutto lo svolgersi del film. Rari momenti d'ironia (quando rimangono senza benzina e 2-3 gag nel viaggio) Finale commovente e dolcissimo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Ma lascia stare un cazzo! A Rosolina c'è la musica... c'è la figa!".
I gusti di Straffuori (Comico - Horror - Poliziesco)