Cerca per genere
Attori/registi più presenti

THE SEASONING HOUSE (LA CASA CHIUSA)

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 8
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 25/10/13 DAL BENEMERITO SCHRAMM

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Schramm 25/10/13 18:48 - 2316 commenti

Direttamente dal reparto Meraviglie, la stravolgente e aristocratica riformulazione di tutto un filone exploitativo ormai ridottosi a rachitica tautologia, qui trasceso dapprima dagli orrori veri di un conflitto interetnico (resi con una secca brutalità che fa vibrare come diapason la spina dorsale) ed ecceduto poi da una dimensione fiabesca dove un Grimm sotto PCP e l'ombra di certo Craven tengono assieme banco. Hyett, fx-makers emerso dalla superficie di certi laghi e grotte, ne impasta e distilla stessa ferocia e atmosfere in una ovattata bolla di Male, che nello scoppiare produce Cinema.
I gusti di Schramm (Drammatico - Fantastico - Horror)

Cotola 17/2/14 20:35 - 7009 commenti

Prima parte decisamente metaforica (fin troppo) il cui difetto principale è quello di essere molto esplicita e "didascalica" (dal punto di vista narrativo e non solo: qualche ellissi ci poteva stare); seconda parte in bilico tra revenge ad action in cui è davvero necessario sospendere del tutto l'incredulità per credere almeno un po' a ciò che si guarda. Certo ciò potrebbe valere per tante altre pellicole, ma è più difficile da digerire laddove, forse, si vorrebbe elevare il tutto a qualcosa di più di un semplice film di genere. Per me, poco convincente.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 28/10/13 13:37 - 8086 commenti

In una ex Jugoslavia metafora non solo degli orrori della guerra ma anche della violenza sessista in generale (vedi la figura del padre), una pollicina muta e spaurita rinchiusa nella casa degli orchi lotta per sopravvivere... Prima parte dalla visione quasi insostenibile, durissima più ancora per quello che fa intuire che per quello che mostra, seconda parte alla rape and revenge, più convenzionale, forse poco plausibile, ma certo liberatoria, in un certo senso necessaria dopo tanto orrore, un finale con qualche punto di sospensione: film di quelli che fanno star male, film da non perdere.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il trucco su occhi e labbra, la casa dei porcellini rosa .
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Mco 24/12/14 16:39 - 2080 commenti

Una ragazzina, già sfortunata dalla nascita, viene sequestrata in una casa di prostituzione negli sperduti Balcani dopo aver assistito alla tremenda morte della mamma. Da queste poche parole si può già capire che aria tiri in questo lavoro del make-up designer Paul Hyett. Sporcizia (non solo fisica e materiale) che si annida a ogni giro di lancette, sangue che bagna le figure dei protagonisti e una violenza che nella seconda parte, tremenda quasi come un gorno, raggiunge iperboli inaudite. Per stomaci preparati.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il faccia a faccia finale Pertwee-Rosie Day nella condotta di aerazione.
I gusti di Mco (Animali assassini - Giallo - Horror)

Giùan 21/3/15 21:39 - 2635 commenti

Come già accaduto per A serbian film, la babelica deriva slava si mostra propedeutica a una reinterpretazione cinematografica da suite dell'orrore. Mentre però il catatonico virtuosismo di Spasojevic lo portava, discutibilmente eppur coerentemente, a trascender platealmente i confini del genere, Hyett vi resta fedelmente e filologicamente ancorato, correndo semmai il rischio contrario (almeno nel finale) di "abortire" al suo stesso interno, inseguendo archetipi proppiani in una labirintica Casa nera. Rimarchevole rinuncia a ogni tentazione exploitation.
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Mickes2 28/10/13 23:07 - 1551 commenti

Se l’obiettivo era rappresentare gli orrori della guerra dei Balcani e dei suoi mostri forgiati a suon di esecuzioni a sangue freddo, lo script appare piatto, privo di qualsivoglia riscontro etico, monocorde e ridondante anche nel semplice racconto di donne atrocemente violentate/schiavizzate. A questo punto, la ferocia è la posta in gioco di un film pretestuoso, già visto, che preferisce programmaticamente ancorarsi allo shock dell’uccisione efferata e che per giunta sa rendersi patetico (e ridicolo) in un risibile twist finale. Mediocre.
I gusti di Mickes2 (Erotico - Fantastico - Western)

Greymouser 26/10/13 15:57 - 1441 commenti

Film crudo, gelido e disturbante sugli orrori più profondi delle guerre nell'ex-Jugoslavia. Molte sequenze nella tetra casa-bordello sono davvero difficili da sopportare, con una regia che non risparmia nulla, pur non giocando esclusivamente sugli effetti cruenti, ma rappresentando il male nelle sue forme più disagevoli e opprimenti. Magari il finale non è all'altezza del resto, ma il lavoro di regista e attori è notevole, incisivo, e il risultato complessivo è inquietante e sorprendente.
I gusti di Greymouser (Fantastico - Horror - Thriller)

Pumpkh75 7/4/17 14:57 - 1197 commenti

Uno schiaffo a mano aperta e in pieno volto, con la guancia che resta indolenzita per molto tempo: umanità ferali, dignità umiliate, la testa che duole della nausea di uno stomaco provato da violenze fisiche e psicologiche. Di atrocità squassanti ce n’è per una decina di film tant’è che, se il difetto va trovato, sta nell’eccesso stesso e nella sua progressiva spettacolarizzazione machiavellica a discapito della martoriante verità. Pertwee bastardo senza eguali, Hyett regista da tener d’occhio. Disarma e disturba.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il mucchio nel bosco...
I gusti di Pumpkh75 (Fantastico - Horror - Thriller)