Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LONTANO DA DOVE

All'interno del forum, per questo film:
Lontano da dove
Dati:Anno: 1983Genere: commedia (colore)
Regia:Stefania Casini, Francesca Marciano
Cast:Claudio Amendola, Luisella Boni, Stefania Casini, Victor Cavallo, Linda Kay Rendina, Monica Scattini
Visite:445
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 2
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

PAPIRO DAVINOTTICO INSERITO IL GIORNO 16/10/13


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Homesick 13/9/14 16:33 - 5737 commenti

Una Dolce vita nella New York anni Ottanta vista con gli occhi degli emigrati italiani? Se questa era la loro ambizione - almeno così sembra nell'assistere alla lunga sequenza mondana del party - , la Casini e la Marciano cadono su una sceneggiatura moscia e frammentaria che abbozza lo spento quadretto di una realtà sui soliti stereotipi del sogno americano; e la Grande Mela, di cui si vedono in sostanza solo i grattacieli, è più nominata che vissuta. Con tali premesse, le due autrici-registe avrebbero potuto indirizzarsi verso il film-inchiesta, ottenendo probabilmente un esito migliore.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La Scattini vorrebbe fare sesso con un ragazzo di colore poiché (negli anni Ottanta) «non ci sono negri in Italia, a parte maggiordomi etiopi».
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Herrkinski 17/2/15 3:57 - 4340 commenti

Suppongo dovesse essere un ritratto generazionale, nelle intenzioni delle registe, nonché una presa in giro di una certa mania tutta italiana di trovar fortuna negli Usa e vivere come dei sans-souci tra un party e l'altro, fingendosi chissà chi o infiltrandosi tra chi conta. La satira sociale è fin troppo scontata; la parte giovanilistica trova qualche discreto momento nel rappresentare la confusione di una generazione che non sa cosa vuole, ma filmicamente resta tutto poco più che un esperimento d'altri tempi, spesso piuttosto noiosetto.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)