Cerca per genere
Attori/registi più presenti

MON FILS à MOI

All'interno del forum, per questo film:
Mon fils à moi
Titolo originale:Mon fils à moi
Dati:Anno: 2006Genere: drammatico (colore)
Regia:Martial Fougeron
Cast:Nathalie Baye, Victor Sévaux, Olivier Gourmet, Marie Kremer, Emmanuelle Riva, Michèle Moretti, Valentine Stach, Thomas Silberstein
Visite:161
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 2
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 30/8/13 DAL BENEMERITO PIGRO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Un film straordinario, quasi perfetto! a detta di:
    Marcolino1
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    Pigro


ORDINA COMMENTI PER:

Pigro 30/8/13 8:01 - 7339 commenti

Morbosa, oppressiva, castrante, aggressiva, isterica: è la madre di un ragazzino che riduce progressivamente i margini di libertà del figlio, sottraendogli biecamente ogni possibilità di crescita, nell’indifferenza del padre inetto. Una storia dura e triste, condotta con grande pulizia ed efficacia da una direzione che può fare affidamento su un buon cast e su una sceneggiatura implacabile nel raccontare un anti-Edipo annichilito e costretto alla regressione verso una condizione di straziante prigionia.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Marcolino1 18/12/16 16:39 - 402 commenti

Un film girato in poche stanze, con un numero di attori ridotto e una sceneggiatura ottima anche per il teatro. L'ambiente familiare è bergmaniano e l'opera è caratterizzata dalla semplicità tipica del cinema francese. La borghesia qui rappresentata nasconde nell'apparente tranquillità un'atmosfera tesa e malsana e la gelosia materna, caratterizzata da un edipismo letto e rappresentato alla rovescia, qui è resa splendidamente dalla Baye e il desiderio di libertà adolescenziale, represso e soffocato, esternato egregiamente dal giovanissimo attore.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il finale alternativo alla Truffaut è più affascinante; Quello ufficiale risente di un influsso poliziesco che stona nel contesto del film.
I gusti di Marcolino1 (Documentario - Fantascienza - Musicale)