Cerca per genere
Attori/registi più presenti

TUTTI LO VOGLIONO

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 1
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Commedia tedesca che in Germania ha ottenuto un ottimo successo, è tratta dai fumetti di Ralf König adattati per l'occasione dal regista Sönke Wortmann. Il tema è il mondo omosessuale, nel quale il prestante “etero” Axel (Til Schweiger) finisce perché sbattuto fuori di casa dalla propria ragazza (Katja Riemann) e perché incapace di trovare una sistemazione con un'altra delle sue tante “prede”. Così, invitato a casa da un gay conosciuto per caso (Joachim Król) ci va a vivere insieme condividendo gli appuntamenti “per soli uomini”. L'idea è di una banalità sconcertante e inizialmente pare di assistere al solito campionario di mossette, voci in falsetto e travestimenti che caratterizzeranno la maggior parte delle commedie “in tema”. Poi invece, con l'entrata in campo “decisa” di Król (vagamente somigliante, anche nel tipo di recitazione dimessa, a Kevin Spacey) la storia si fa meno scontata e più interessante. Schweiger è bravo e rendere credibile il suo personaggio senza mai andare sopra le righe. Certo, la sceneggiatura è modesta e non può certo competere con IL VIZIETTO o il grande FESTA PER IL COMPLEANNO DEL CARO AMICO HAROLD di Friedkin, però si assenta su un livello discreto (lo stesso di PRISCILLA, LA REGINA DEL DESERTO, che era comunque più originale come idea di base). Il divertimento non è eccessivo e i tentativi del regista di far ridere mostrando sederi d’uomo con calze a rete è piuttosto patetico. Anche le gag al cinema sono a dir poco prevedibili, però si salva una visione d'insieme abbastanza gradevole, a volte un po' greve ma godibile e i colpi di scena (pur telefonati) tengono sveglio lo spettatore. Una commedia sopravvalutata in patria, qui no.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

Lucius  5/5/10 20:16 - 2754 commenti

Una pellicola apprezzabile e divertente. Il regista, con mano ferma, dirige un film frizzante incentrato sul gioco degli equivoci, in cui il protagonista, scaricato dalla sua donna, dovrà barcamenarsi senza tregua corteggiato da chi non vorrebbe ed inseguito da chi non si aspetterebbe il tutto in una piacevole farsa.
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)