Cerca per genere
Attori/registi più presenti

• INVERNO AL MARE (3 PUNTATE)

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 24/6/13 DAL BENEMERITO MARKUS

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Homesick 5/12/16 8:22 - 5737 commenti

Regia condotta di fino, perché Blasi, seguendo i migliori esempi della fiction del decennio precedente, costruisce il racconto su indagini poliziesche e interrogatori su fatti oscuri e scabrosi che si susseguono ininterrotti e rendono fluido lo svolgimento - quasi sempre in luoghi chiusi - supplendo del tutto ad una azione di fatto assente. Il merito del regista va spartito equamente con quello dell'intero cast, eccellente e serissimo sia nei ruoli di primo piano (Mori, Onorato, Savagnone, Interlenghi) che nelle piccole parti (Fassetta, Basile, Spitaleri, Pellegrino, Savo).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Come alibi, Andrea Ward dice di aver visto al cinema due volte il western Una pistola per cento bare.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Markus 24/6/13 12:57 - 2682 commenti

Lo sceneggiato di Blasi è tratto dal “caso Lavorini” (un fattaccio di cronaca nera avvenuto nel ‘69 a Viareggio che riempì le pagine dei giornali dell’epoca). Descrive a sommi capi l’accaduto per abbozzare la più classica delle indagini negli usuali standard dello sceneggiato d’antan. Ambienti spogli e pessima fotografia sono ampiamente compensati da una recitazione magistrale degli attori tutti, la cui estrazione teatrale non lascia incertezze ma solo il rimpianto di una professionalità oggi insperabile.
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

Nicola81 28/12/13 12:57 - 1545 commenti

Anello di congiunzione tra gli sceneggiati vecchio stampo e le moderne fiction: dei primi ha la ristrettezza della messa in scena e la notevole bravura degli interpreti, delle seconde l'ispirazione a fatti reali (l'omicidio del piccolo Ermanno Lavorini) e il ritmo sostenuto. Tesa e angosciante la prima puntata, in cui ancora predomina l'incertezza sulla sorte del ragazzino, poi inizia un groviglio di false accuse, confessioni e ritrattazioni che, oltre agli inquirenti, rischia di confondere anche lo spettatore. Discrete le musiche di Nicolai.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Tutta la prima puntata; Il finale.
I gusti di Nicola81 (Gangster - Poliziesco - Thriller)