Cerca per genere
Attori/registi più presenti

SI SENTE CA SONO CALABBRESE? LE AVVENTURE DI FRANCO AL NORD

All'interno del forum, per questo film:
Si sente ca sono calabbrese? Le avventure di Franco al Nord
Dati:Anno: 2004Genere: comico (colore)
Regia:[+e] Franco Diaferia
Cast:Franco Neri, Giuseppe Quintale, Flavio Montrucchio, Moran Atias, Tiberio Timperi, Elisabetta Gregoraci, Leone di Lernia
Note:E non "Si sente ca sono calabrese? I corti di Franco Neri". Raccolta di corti con Franco Neri.
Visite:237
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 1
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 1/4/13 DAL DAVINOTTI
Una raccolta di corti girati da Franco Diaferia e interpretati dal comico calabrese Franco Neri, protagonista di tutti gli episodi di volta in volta insieme a qualche “guest star” di passaggio. In CORE SOLITARIO fa il detective privato con Beppe Quintale, in IL CUOCO IMPROVVISATO si fa assumere al ristorante da Tiberio Timperi facendosi passare le specialità calabresi dalla madre (sempre lui, truccato) via finestra. In IL MATRIMONIO CALABRESE è invitato alle nozze di Elisabetta Gregoraci, dove scherza pesantemente irridendo la sposa. In LA PIZZERIA DI MICHELINO fa la cameriera al servizio di Leone di Lernia mentre, dulcis in fundo, in MOGLI E BUOI... DEI PAESI TUOI cerca un'avventura extra-coniugale con la Gregoraci senza capire come una come lei possa essere attratta da un “brutto” come lui. È l'episodio meno svaccato, in cui si riesce pure a intravedere qualche qualità nella recitazione di Neri, altrove lasciato in balia dell'improvvisazione con esiti quasi sempre disastrosi. Nel suo ruolo di immigrato calabrese a Torino (i corti hanno una base comune: stessi luoghi, stessa famiglia...) insiste sugli stereotipi (peperoncini piccanti ovunque) precipitando inevitabilmente nel trash ed evidenziando le scarse potenzialità del personaggio. Ogni tanto qualche guizzo, ma l'insieme è talmente povero e privo di struttura da divertire solo per la sua sfacciataggine. Non mancano rutti, scorregge, gag sugli omosessuali...
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

Panza   21/9/14 20:02 - 1435 commenti

Raccolta di cortometraggi di infimo valore comico e registico. Neri non ce la fa a donare un minimo di valore aggiunto al materiale proposto da Diaferia, artefice anche di una pessima regia. Rutti, scoregge, omosessuali stereotipati, pesanti accenti meridionali, Timperi che tenta di recitare, discorsi sul maschilismo: sembra di assistere a un condensato dei peggiori varietà televisivi degli ultimi trent'anni. Desolante notare come alcune fasi vengano sostituite da impropri montaggi musicali. Urge il fast forward nell'episodio della polizia.
I gusti di Panza (Commedia - Drammatico - Poliziesco)