Cerca per genere
Attori/registi più presenti

UN GIUDICE DI RISPETTO

All'interno del forum, per questo film:
Un giudice di rispetto
Dati:Anno: 2002Genere: drammatico (colore)
Regia:Walter Toschi, Bruno Mattei (n.c.)
Cast:Tony Sperandeo, Philippe Leroy, Orso Maria Guerrini, Marina Suma, Tiberio Murgia, Adriana Russo, Giacomo Piperno, Max Parodi, Walter Toschi, Elide Marigliani, Ottaviano Dell'Acqua, Elisabetta Rocchetti
Note:Girato da Bruno Mattei, ma firmato dall'attore Walter Toschi. Girato nel 2000 ma uscito nei cinema solo nel 2002.
Visite:304
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 2
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 10/3/13 DAL BENEMERITO FURETTO60

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Nicola81 23/5/15 14:06 - 1645 commenti

Le didascalie farebbero pensare a una storia vera, ma in realtà si tratta di un remake, ambientato nella Puglia degli anni '70, di In nome della legge, con annessa qualche scopiazzatura da Z - L'orgia del potere. Il risultato non può che essere un ibrido, ma il film non annoia e la denuncia del fenomeno mafioso e delle sue altolocate connivenze non passerà mai di moda. Cast con alcuni buoni nomi (Guerrini, Leroy, Murgia, Piperno), ma il pur bravo Sperandeo non era proprio l'attore ideale per interpretare il magistrato scomodo e coraggioso.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il cancelliere interpretato da Murgia; Il finale.
I gusti di Nicola81 (Gangster - Poliziesco - Thriller)

Furetto60 10/3/13 14:10 - 1129 commenti

Girato a Oria (BR), narra della lotta di un magistrato contro la mafia locale negli anni 70, fortemente legata alla DC dell'epoca. A Sperandeo mettono gli occhiali per cercare di togliere l'aria da malavitoso (come già in 4 bravi ragazzi), ruolo per il quale è più noto. Film coraggioso, scomodo, senza ipocrisie; oggi c'è chi ha chiesto di non girare film simili per non inficiare l'immagine del Bel Paese... I titoli di coda lasciano l'impressione che trattasi di personaggio reale, peraltro senza riscontro.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Lo sfogo del giudice, sotto la pioggia, nel finale, nei confronti della cittadinanza.
I gusti di Furetto60 (Giallo - Poliziesco - Thriller)