Cerca per genere
Attori/registi più presenti

SANGUE ALLA TESTA

All'interno del forum, per questo film:
Sangue alla testa
Titolo originale:Le sang à la tête
Dati:Anno: 1956Genere: commedia (bianco e nero)
Regia:Gilles Grangier
Cast:Jean Gabin, Paul Frankeur, Claude Sylvain, Georgette Anys, José Quaglio, Paul Faivre, Léonce Corne, Florelle, Paul Azaïs, Rivers Cadet, Paul Oettly, Yolande Laffon
Visite:154
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 1/2/13 DAL BENEMERITO LYTHOPS

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Rufus68 1/8/17 21:59 - 2663 commenti

Un bravo Jean Gabin al servizio del cinismo di Simenon. Il suo Cardinaud è pratico, privo d'ogni idealità sull'amor coniugale, manipolatorio, ma non risulta mai urtante; anzi, lo si segue con piacere mentre persegue i suoi fini con quello scetticismo bovino e quella determinazione che gli viene dalla profonda conoscenza della grettezza e dalla piccineria dell'animo umano. Il film gira attorno a Gabin, il resto è puro mestiere, seppure di buona lega.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Myvincent 23/3/16 7:24 - 2320 commenti

Una storia di tradimenti e vendette si sviluppa in una fumosa cittadina francese sotto l'impaziente sguardo di un uomo che sa e proprio per questo tace. Cinema introspettivo sicuramente, potenziato dalla mimica di Jean Gabin, un po' troppo "ispettore" e poco ex-scaricatore di porto. Finale che lascia un gradevole sapore in bocca.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il tema del film cantato da una allora dodicenne Loretta Goggi.
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Lythops 1/2/13 9:08 - 972 commenti

Gradevole commedia in bianco e nero che, pur incentrata su Jean Gabin, non tralascia gli altri personaggi sviluppandoli dal punto di vista psicologico. In quest'opera si apprezzano la sottigliezza degli sguardi, dei dialoghi, della sceneggiatura, di un ritmo oggi purtroppo scomparso dal cinema contemporaneo. Interessante la presenza di Jacques Deray come assistente alla regia, autore del magnifico Morti sospette e del più conosciuto La piscina.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Vi pago per badare ai miei figli, non per farmene uno".
I gusti di Lythops (Documentario - Poliziesco - Thriller)