Cerca per genere
Attori/registi più presenti

WORKERS - PRONTI A TUTTO

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 17/1/13 DAL BENEMERITO MORGANA POI DAVINOTTATO IL GIORNO 1/1/16
Due amici (la coppia televisiva Pulci e Bianchi) hanno aperto un'agenzia interinale a Torino, la "Workers" di Sandro & Sandro (uno dei due si chiama Filippo ma la sigla faceva molto "Simon & Simon" e così...). Ogni giorno si presenta loro di fronte gente disposta a tutto pur di trovare un lavoro e i primi minuti sono montati a sketch, con una sfilata di gente variamente bizzarra. Quando ci si stabilizza si capisce che il film sarà a episodi (ognuno con tanto di titolo), raccontati alternativamente da uno o dall'altro dei due "Sandri". In BADANTE un ragazzo (Tiberi) a rischio sfratto accetta di servire un paraplegico irritante (Pannofino) che lo tratta malissimo. Idea risaputa (in parte ripresa dal ben più riuscito QUASI AMICI), un Tiberi poco incisivo e il solito Pannofino che sale esageratamente sopra le righe finendo per occupare tutta la scena sbraitando. Poche idee, performance sotto gli standard e un Luis Molteni al tavolo da poker che occhieggia in secondo piano prima di rispuntare con decisione nell'ultimo episodio. Non si va molto meglio con CUORE TORO, dove un "masturbatore" di tori (Bandiera) si spaccia per chirurgo pur di far colpo sulla ragazza che gli piace (Virgilio), ossessionata dal dottor House e dai medici in generale. Qualche simpatico duetto tra i protagonisti, ma svolgimento davvero troppo risaputo e chiuso con happy ending improbabile. Tutto sa di falso nel rapporto tra i due, le session in stalla sono spesso inutilmente tirate per le lunghe e il tutto si segue solo per sapere quando e come si scoprirà il "raggiro". Bandiera fa il suo personaggio di sempre, talvolta suscita tenerezza ma poco più: a fallire è prima di tutto la sceneggiatura. Chiusura con IL TRUCCO, raccontato al ristorante da Sandro (Pulci) davanti a due ragazze che l'amico Filippo (Bianchi) ha pagato per far loro un po' di compagnia. E' la storia di una truccatrice cinematografica (Grimaudo) che per disperazione accetta di lavorare sui cadaveri di un'agenzia di pompe funebri (il proprietario è Molteni). Per pura fatalità la ragazza è la perfetta sosia della moglie appena defunta del figlio (Briguglia) d'un pericolosissimo boss mafioso (Frassica) e dietro pagamento accetta di sostituirla proprio quando si tratta di andare a trovare il boss. Con l'entrata in scena di Frassica il film ha un'impennata e si capisce quanto un ottimo comico possa salvare anche i copioni meno riusciti. Sono i dieci minuti migliori e qualche risata la si fa, prima di rientrare nella grigia routine che la vivace spontaneità della Grimaudo può solo marginalmente rivitalizzare. Le parti più interessanti sono comunque gli intermezzi con Pulci e Bianchi, percorsi da una sottile vena surreale che nei tre episodi proprio non si scorge.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Daniela 31/10/15 14:17 - 8088 commenti

Raccontate dai gestori di una piccola agenzia interinale, tre storie di persone disposte a accettare lavori ingrati pur di guadagnarsi la pagnotta... Spunto amaro ma andamento che vuol essere amabile per un risultato senza infamia ma neppure lode: primo capitolo chiaramente ispirato ad un recente successo transalpino, seguito da un intermezzo con il solito equivoco sentimentale dal prevedibilissimo epilogo, come sul classico scambio di persona si basa il terzo. Nel cast, se Pannofino gigioneggia troppo e Bandiera cincischia, almeno Frassica strappa un sorriso col suo boss con moglie muta.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Nando 25/6/14 17:28 - 3307 commenti

Uno spaccato odierno probabilmente esasperato ma comunque dignitoso nell'escludere volgarità gratuite e vanzinate varie. Tre episodi, forse marcati, che regalano un piccolo sorriso e qualche interprete valido. Bandiera è la solita maschera mentre Pannofino appare troppo costruito, la Grimaudo onesta. Tre episodi semplici con la capitale sabauda ottima regina scenografica.
I gusti di Nando (Commedia - Horror - Poliziesco)

Morgana 17/1/13 3:06 - 7 commenti

I proprietari dell'agenzia interinale "workers" si trovano ogni giorno di fronte a persone disposte a tutto pur di lavorare. Il film è strutturato in tre episodi che corrispondono alle storie di alcuni personaggi. Il primo episodio ricorda troppo il coevo Quasi amici e il film è spesso incline al luogo comune, a partire dalla scelta dell'argomento. Tuttavia scorre piacevolmente, con personaggi spassosi e ben calati nei loro ruoli. Ottimi Pannofino prepotente in sedia a rotelle e Frassica mafioso.
I gusti di Morgana (Drammatico - Fantastico - Thriller)