Cerca per genere
Attori/registi più presenti

TAXISTI DI NOTTE - LOS ANGELES NEW YORK PARIGI ROMA HELSINKI

All'interno del forum, per questo film:
Taxisti di notte - Los Angeles New York Parigi Roma Helsinki
Titolo originale:Night on earth
Dati:Anno: 1992Genere: commedia (colore)
Regia:[5e] Jim Jarmusch
Cast:Winona Ryder, Gena Rowlands, Roberto Benigni, Béatrice Dalle, Giancarlo Esposito, Matti Pellonpää, Kari Väänänen Kari Väänänen, Armin Mueller-Stahl, Rosie Perez, Isaach De Bankolé, Paolo Bonacelli
Note:Episodi: Los Angeles (Ryder), New York (Esposito), Parigi (Dalle), Roma (Benigni), Helsinki (Pellonpaa)
Visite:963
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 9
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 9/12/10 20:53 - 10955 commenti

Cinque storie in cinque stati diversi che hanno in comune un incontro tra un tassista e il suo (o la sua) cliente. Film insolito e affascinante che ha come centro di gravità l'affabulazione verbale, la parola attraverso la quale avviene un incontro rapiso ma significativo. Ottima sceneggiatura e bellissima fotografia notturna con attori che instaurano una gara di bravura nella quale è difficile privilegiarne uno.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Deepred89 6/6/14 14:08 - 3112 commenti

Il vagabondare metropolitano tanto caro al regista per l'occasione si sdoppia in 5, con la consueta cura estetica, le consuete ridondanze e i consueti colpi di genio, tra un intrigante elogio della mediocrità (L.A.), un convenzionale incontro tra lucidità folle e lucida follia (N.Y.), un'esile ma fascinosa disquisizione sulla diversità (Parigi), uno scherzo tirato per le lunghe ottimamente interpretato (Roma), una virata malinconica più abile nelle premesse che nella resa dei conti (Helsinki). Più interessante che bello, ma da vedere.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Pol 29/11/11 21:07 - 589 commenti

Probabilmente le ambizioni erano alte, ma sotto sotto quello che rimane è una gradevole commedia ad episodi con qualche tocco di dramma un po' sfocato. Al di là di queste considerazioni ho apprezzato la pellicola: 5 episodi, 5 stili abbastanza diversi, una qualità omogeneamente buona. L'episodio peggiore sarebbe quello di Benigni... se non fosse per Benigni: un vero vulcano che da solo illumina 25 minuti di nulla (Bonacelli assolutamente penoso). Tirando le somme un buon film, anche se personalmente mi aspettavo di più.
I gusti di Pol (Comico - Gangster - Thriller)

Paulaster 17/4/18 10:08 - 2338 commenti

Cinque corse notturne dagli States all'Europa. Lo stile di Jarmusch si denota nell'episodio di Helsinki; un buon racconto denso di atmosfera. A livello attoriale Benigni mostra la sua verve e inventiva in un brillante monologo; tra gli altri la Ryder e la Dalle fan qualcosa in più degli altri. Per il resto i dialoghi lasciano il tempo che trovano e si ricorda solo qualche inquadratura cittadina.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La pecora Lola di Benigni; La Ryder al telefono dell'aeroporto.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Didda23 8/12/10 14:48 - 2122 commenti

Jarmush è un regista e uno sceneggiatore di indubbio talento. In questo caso ci regala 5 episodi uno davvero più bello dell'altro e forse per campanilismo l'episodio migliore mi pare quello interpretato magistralmente da Roberto Benigni, esilarante. Gli altri episodi offrono continui spunti di riflessione con dialoghi originali e ben recitati. La Ryder in versione maschiaccio è imperdibile. Come già detto, bello ma non per tutti. Da vedere.
I gusti di Didda23 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Mickes2 21/9/11 23:13 - 1551 commenti

Cinque episodi, cinque notti, cinque tassisti, cinque sfaccettature caratteriali accompagnate da un flusso inarrestabile e calzante di parole e sguardi, giostrati a meraviglia dal sopraffino talento di Jim Jarmusch. Stupenda la mascolina Wynona Ryder; al limite del surreale ed esilarante il giovane nero di New York alle prese con Helmut; decisa e profonda Beatrice Dalle; Benigni gigioneggia e ci sguazza nel ruolo del tassista a Roma; c’è anche tempo per un po’ di malinconia in quel di Helsinki. Unico appunto: narrativamente non tutto fila liscio.
I gusti di Mickes2 (Erotico - Fantastico - Western)

Pessoa 20/1/17 12:02 - 1003 commenti

Ancora una traduzione di un titolo arbitraria e infedele che tradisce le vere intenzioni di Jarmusch, che utilizza il taxi solo come mezzo per invadere la notte e servircela. Cinque storie diverse per dirci con mesta e sublime poesia che in fondo siamo tutti uguali. Benigni, alla sua seconda prova con Jarmusch, ha divertito molto gli spettatori stranieri; io ho trovato molto belli gli episodi di Los Angeles e Parigi, ma sono tutti dei gioiellini che meritano senz'altro la visione. Fra gli interpreti segnalerei la Ryder, la Dalle, Esposito.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Gli sguardi increduli di De Bankolé quando viene "sgamato" dalla cieca Dalle; Benigni e la zucca.
I gusti di Pessoa (Gangster - Poliziesco - Western)

Jurgen77 11/1/13 15:58 - 594 commenti

Bellissimo mix di interpreti, storia originale, a metà strada tra comicità e drammi quotidiani. Ambientazioni ben curate e ottima rappresentazione delle particolarità di ciascun personaggio. Tutti i finali delle storie sono un po' malinconici. A mio avviso i migliori episodi sono quello ambientato a New York che narra del dramma di un immigrato e quello di Helsinki, che si ispira molto al genio di Kaurismaki.
I gusti di Jurgen77 (Fantascienza - Guerra - Horror)

Manowar79 3/11/09 15:06 - 309 commenti

Jarmush al suo meglio: manca per un pelo il massimo dei voti a causa di un paio di segmenti un po' sottotono. A Los Angeles una ricca signora scopre di povare ammirazione per una giovane, stravagante tassista e di invidiarne la spontaneità. A Roma, Benigni a ruota libera in una gag insuperabile. A Parigi, l'episodio più introspettivo: una non-vedente esalta sensazioni ed emozioni spiegando le ali e volando lontano dalla banale realtà "visibile". Indovinato il commento musicale di Tom Waits. Un film bellissimo, ma non per tutti.
I gusti di Manowar79 (Commedia - Fantascienza - Horror)