Cerca per genere
Attori/registi più presenti

IL PASTO NUDO

All'interno del forum, per questo film:
Il pasto nudo
Titolo originale:Naked lunch
Dati:Anno: 1992Genere: drammatico (colore)
Regia:David Cronenberg
Cast:Peter Weller, Judy Davis, Roy Scheider, Julian Sands, Ian Holm, Monique Mercure
Note:Tratto dal romanzo di William Burroughs.
Visite:2819
Il film ricorda: Tetsuo - Uomo d'acciaio (a Homesick), Possession (a Homesick)
Filmati:
Approfondimenti:1) MUTAZIONI IN CORSO: IL CINEMA DI DAVID CRONENBERG
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 24
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Undying 24/12/07 15:05 - 3875 commenti

Legato indissolubilmente al racconto di William S. Burroughs (tanto che risulta incomprensibile ed ostico se non si è preparati sull'opera omnia dello scrittore in questione). Cronenberg realizza una pellicola simbolica e ricca di metafore, come sempre correlate alle questioni dei limiti "naturali" e dalla privazione di "libertà" che il corpo materiale impone all'essere umano. È un'opera fondamentale, ma difficilmente apprezzabile, poco cinematografica per quanto intrisa di significato. Fa pensare, insomma, ma per nulla diverte.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Homesick 17/5/13 17:50 - 5737 commenti

Letteratura estrema, cinema estremo. Al fine di tradurre in immagini le visioni allucinate degli eterodossi romanzi di Burroughs, Cronenberg si prodiga in una scrittura filmica opportunamente atattica e in effetti speciali di prim’ordine (l’artefice è Chris Walas), rendendo concreti e credibili scarafaggi giganteschi e palpitanti, alieni mucillaginosi e varie mutazioni/menomazioni della carne e del corpo. Seppur ardua e spiazzante per chi non conosce Burroughs, l’opera è comunque necessaria, poiché in perfetta continuità tematica e figurativa con l’intero curriculum del regista canadese.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La storia del culo parlante, che finisce con il vivere di esistenza propria e ribellarsi al suo “proprietario”. .
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Cotola 23/12/07 18:23 - 6746 commenti

Era un’impresa improba trarre un film da un libro magmatico e frammentario come quello di Burroughs. Cronenberg, ispirandosi ad altre opere dello scrittore americano nonché alla sua vita, ci è riuscito perfettamente dando vita ad una pellicola di notevole impatto visivo e di grande compattezza narrativa. Notevoli gli effetti speciali di Chris Walas. Gustosissima la colonna sonora di Howard Shore e del mitico Ornette Coleman.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Caesars 4/5/07 10:35 - 2343 commenti

Il limite di questo film di Cronenberg è quello che per essere apprezzato appieno richiede una buona conoscenza dell'opera e della vita dello scrittore William Burroughs. Chi, come il sottoscritto, non ha queste basi, rimmarrà sicuramente spiazzato di fronte a quest'opera che comunque ha un fascino indiscutibile ed è prova autoriale al di fuori di ogni dubbio. Ottimo Peter Weller nel ruolo del protagonista e in generale tutto il cast di attori. Difficile ma bello.
I gusti di Caesars (Drammatico - Horror - Thriller)

Hackett 5/3/15 11:27 - 1558 commenti

Sfida intrigante portare gli incubi del libro di Borroughs al cinema. Cronenberg sempre affascinato dalle trasposizioni difficili stravince la sfida e fonde la sua visionarietà morbosa con i virus mentali generati dallo scrittore simbolo della beat generation. Ne esce una trama convulsa, per nulla lineare, che tra incubo e realtà fa sprofondare lo spettatore in un intrigo mentale e carnale. Genialmente poco commerciale.
I gusti di Hackett (Giallo - Horror - Thriller)

Ghostship 30/5/08 20:24 - 394 commenti

Quando la poetica della carne di Cronenberg incontra la scrittura allucinata di Burroghs non può che scaturirne un gran film, eccellente trasposizione dell'omonimo romanzo. Dilatato in tempi "da eroina", fotografato splendidamente con colori che si fondono come nella tavolozza di un pittore, un "viaggio" da non perdere.
I gusti di Ghostship (Giallo - Horror - Thriller)

Flazich 27/3/07 0:10 - 658 commenti

Cronenberg è riuscito in un'impresa che credevo irrealizzabile: la trasposizione cinematografica del capolavoro letterario di William Seward Burroughs. Macchine da scrivere che si trasformano in scarafaggi, corpi mutati nella carne e nello spirito. Un lembo dell'Africa che è una non zona. Colui che può apparire sempre non è. Fold in, cut ups che dalle pagine del pasto nudo si trasformano in immagini. Bello, difficile, indecifrabile il finale se non si conosce la vera storia del maestro della Beat Generation. Capolavoro assoluto.
I gusti di Flazich (Fantascienza - Poliziesco - Thriller)

Cif 15/3/09 12:22 - 272 commenti

In questa pellicola il sottile filo che separa la realtà cinematografica dalla finzione cinematografica viene costantemente superato. Cronenberg rimuove ogni punto di riferimento per lo spettatore, giocando sulle suggestioni e incentrando il delirio del personaggio attorno agli insetti. Ogni cosa è possibile (come recita la citazione che apre il film) o meglio è resa possibile perché il protagonista è uno scrittore. Quindi tutto può succedere. Efficace traduzione in immagini dell'omonima opera autobiografica di Burroughs. Tre pallini e 1/2.
I gusti di Cif (Drammatico - Fantascienza - Giallo)

Rambo90 16/5/13 1:57 - 5316 commenti

Delirio allucinato, affascinante nella sua messa in scena tra effetti speciali ottimi e una bella colonna sonora. Il difetto maggiore sta nella sua scarsa linearità, che lo rende tutt'altro che facile da seguire e sicuramente per nulla divertente. Molto interessanti alcuni dialoghi, ottima l'interpretazione di Peter Weller.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Saintgifts 27/8/10 14:39 - 4099 commenti

Chi vede questo film conoscendo Burroughs, la sua vita e le sue opere, avrà una comprensione maggiore della vicenda, reale e allucinata, comunque all'apparenza sconclusionata e si godrà, o meno, il film come opera in se stessa e come realizzazione per immagini di sentimenti ed emozioni già precedentemente "digerite". Chi visionerà l'opera di Cronenberg, a "digiuno" delle suddette opere, al di là di un giudizio più o meno positivo, non potrà fare a meno di riconoscere una realizzazione cinematografica originale e di grande impatto.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Pinhead80 30/4/15 15:16 - 3083 commenti

Ovvero come riuscire a rappresentare l'irrappresentabile libro omonimo di William S. Burroughs. Cronenberg cerca di dare una logica al delirio dello scrittore utilizzando al meglio la macchina da presa. Tantissimo di ciò che è presente nel libro è stato lasciato fuori dal film, perché cose talmente spinte e assurde da non essere adeguate per una rappresentazione sul grande schermo. Per poter godere appieno dell'opera è necessario conoscere la storia dello scrittore e aver provato a leggere qualche suo libro. Tutt'altro che un film leggero.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Didda23 28/4/14 15:42 - 1953 commenti

Trashone inaspettato, con punte decisamente bislacche (vedasi i disgustosi mostri che parlano dallo sfintere anale), l'opera di Cronenberg fa acqua da tutte le parti, in primis sotto il versante del "droga movie". Visione sofferta per colpa di un ritmo cinematogrfico narcolettico e di una regia ben poco ispirata che scade spesso nel piattume più totale. Weller, davvero poco dotato, non mostra nemmeno un'espressione interessante. Si contende il primato di visione più deludente in assolut, con Splatters di Jackson.
I gusti di Didda23 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Ryo 7/8/12 18:32 - 1700 commenti

Un viaggio allucinante e allucinogeno nella mente del protagonista. La storia è caoticamente malata e i suoi significati possono essere molteplici. Non è facile da seguire, ma di sicuro ha un grande impatto visivo. Superbi il montaggio, la regia, la fotografia e la colonna sonora.
I gusti di Ryo (Comico - Fantastico - Horror)

Mickes2 10/6/12 17:04 - 1550 commenti

Viaggio allucinato e allucinante tra le labirintiche cavità sibilline della mente di uno scrittore. Macabro e visionario più che mai, David imposta la sua opera addizionando sensazioni per immagini e immagini per sensazioni. Forse programmatico nell’esporre la devianza mentale e finanche artificioso nel dipanare il surrealismo della vicenda, ma la messinscena e il respiro adeguatamente frammentato sanno immergere nel dramma disilluso - potenzialmente infinito - di un uomo che compie azioni senza volerlo, apparentemente. Immaginifico. ***
I gusti di Mickes2 (Erotico - Fantastico - Western)

Luchi78 30/6/11 18:10 - 1521 commenti

Da vedere solo dopo attento studio dell'opera omonima di Burroughs. Sicuramente un film dalle tinte forti, con ottimi effetti speciali e ben realizzato dal solito Cronenberg, del quale però ho preferito opere più dirette e meno confuse. Colpa forse della necessità del regista di raccontare l'universo dello scrittore senza filtrare il necessario per renderlo più digeribile allo spettatore qualunque.
I gusti di Luchi78 (Comico - Fantastico - Guerra)

Greymouser 9/5/10 11:54 - 1441 commenti

Non è certo il film più "facile" di cronenberg, forse neppure è comprensibile e fruibile da qualsiasi spettatore. Ma qui abbiamo tutte le stimmate del capolavoro assoluto, se si condivide con me l'idea che il cinema è anzitutto visione (nel senso etimologico), suggestione, evocazione attraverso immagini e prospettive. Nell'allucinato viaggio lisergico che il regista canadese ci propone sulle orme del romanzo di Burroughs, viene a mancare la terra sotto i piedi a qualsiasi approccio razionalistico. Per me, un'esperienza filmica imprescindibile.
I gusti di Greymouser (Fantastico - Horror - Thriller)

Xamini   4/9/13 23:23 - 821 commenti

Scarafaggi che istruiscono il nostro "agente" attraverso orifizi anali nascosti sotto le ali, che sono macchine per scrivere, che a loro volta sono alieni in grado di secernere liquido dall'apparenza seminale, metafore della scrittura che possiede, che si fa carne e sangue. Le ossessioni allucinate di Burroughs si fondono agli episodi salienti della sua vita, mescolate attraverso la potenza visionaria di un Cronenberg in grande spolvero. Densa, pesante, del tutto priva di un humour alla portata comune, ma certamente un'opera seminale, che denuncia oltretutto una grande passione per l'autore cui è ispirata.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Se aggiustiamo la tua macchina per scrivere, aggiustiamo anche la tua vita".
I gusti di Xamini (Commedia - Drammatico - Fantastico)

Enricottta 15/9/09 15:38 - 507 commenti

Burroghs e un po' come Bukonsky: sono autori forse intraducibili sullo schermo, perché con la loro scrittura rendono il lettore spettatore e complice dei loro stili, delle loro visioni. Nonostante questo la pratica de "Il pasto nudo" viene affrontata e risolta in maniera brillante. Logico che le parti più deliranti e criptiche siano da consegnare al leggittimo propietario. Tutto il resto è riportato in immagini e dialoghi suggestivi ed assolutamente efficaci.
I gusti di Enricottta (Erotico - Giallo - Musicale)

Gaussiana 1/5/12 23:40 - 121 commenti

Cronenberg si cimenta nel deliriogeno mondo di Burroghs trasponendone un'opera alla sua maniera. Ne esce un capolavoro drogastico fuori dalla norma, con macchine da scrivere scarafaggio parlante e tutto un mondo allucinante di visioni. Nell'Interzona Cronenberg darà fondo alle sue capacità rievocando con estrema abilità la sensazione di smarrimento causata dalle opere dello scrittore. Il film infatti è ben più apprezzabile se si conosce un po' la vita di Burroghs; rimane comunque un esempio sublime di trip acido nell'ossessione.
I gusti di Gaussiana (Fantascienza - Horror - Western)

Ercardo85 15/12/08 12:30 - 81 commenti

Era quasi impossibile realizzare una versione cinematografica di un romanzo "infilmabile" come Naked Lunch di William Burroughs. Ci è riuscito alla grande David Cronenberg, senza distaccarsi eccessivamente dalla materia narrativa del romanzo. Pieno di riferimenti ad altre opere dello scrittore ed anche a fatti che caratterizzarono la sua vita (l'incidente in cui il protagonista uccide la moglie, ad esempio), "Il pasto nudo" è uno dei migliori film di Cronenberg, sicuramente il più visionario ed inquietante.
I gusti di Ercardo85 (Commedia - Gangster - Western)

Tommy3793 6/3/12 18:22 - 72 commenti

Un film con il topos del "body horror" condito con un tocco alla Lynch. Un bellissimo esempio di come il cinema spesso attraversi continuamente la sottile linea tra razionale ed irreale; scatenando un climax ascendente di scene e dialoghi, al tempo stesso sia astratti ed assurdi, ma che si celano dietro a raffinate allegorie e metafore. Splendida la colonna sonora ed il doppiaggio in italiano; vellutati i riferimenti alla droga o alla sessualità: un film che stupisce e stordisce nello stesso tempo, lasciando lo spettatore attonito e stupito.
I gusti di Tommy3793 (Azione - Fantascienza - Thriller)

Taglietti 7/7/13 16:15 - 51 commenti

Atmosfere opprimenti, prevalenza di ambientazioni scure e carne viva in continua mutazione come lo sono i personaggi che popolano questa sorta di storia fatta di forti immagini, sensazioni e riflessioni, nella quale realtà e allucinazione si fondono. Ispirato allo scritto di Burroughs, dal quale vengono riportati alcuni brani, forse a voler sottolineare l’impossibilità di una rappresentazione fedele. Io ci vedo Burroughs più l’interpretazione di Cronenberg e il risultato è straordinario, un completamento, un’appendice all’originale letterario. Difficile ma grandissimo film.
I gusti di Taglietti (Animazione - Documentario - Drammatico)

Manny 23/1/17 16:30 - 3 commenti

Lo definirei un pezzo unico nella storia del cinema. David Cronenberg ci mostra la capacità di materializzare l'impossibile, di rendere cinema un libro straordinariamente sconclusionato frammentario e bizzarro come "Naked Lunch" di Burroughs. Il risultato che ne consegue è senz'altro un prodotto che riesce a suscitare le emozioni disturbanti del libro. Peter Weller perfettamente calato nella parte della scrittore tossicomane allucinato ma sempre composto, ottima la Davis e perfetto il resto del cast. Eccellenti scenografia e musiche.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La storia di Bobo.
I gusti di Manny (Avventura - Drammatico - Fantastico)