Cerca per genere
Attori/registi più presenti

ULTRà

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 19
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO DAL BENEMERITO LERCIO


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 30/11/07 7:24 - 10961 commenti

Purtroppo di stringente attualità (benchè girato nel 1991), Ultrà è una buona opera di R. Tognazzi che osserva da vicino il fenomeno del tifo calcistico estremo cercando di capirne le motivazioni ma senza effettuare un giudizio di merito. Girato con taglio realistico su una discreta sceneggiatura (anche se con alcuni momenti forzati e fuori contesto) è interpretato da un Cladio Amendola decisamente in parte affiancato da un efficace R. Memphis.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Undying 14/4/08 21:25 - 3875 commenti

Dopo il buon esempio di film ancorato alla realtà, ovvero il nuovo "cinema neorealista" cagionato da Risi e da Mery per Sempre, tocca a Tognazzi imbastire una pellicola dalla forte coloritura drammatica, che guarda in faccia (non senza riflessione) ad un fenomeno tragicamente legato allo Stadio e che nulla ha da spartire con lo sport. Discrete interpretazioni, scenografie scarne (e per questo reali) e dialoghi da strada ne decretano la riuscita su tutti i fronti.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Cotola 25/5/10 23:51 - 7048 commenti

Preso come spaccato del mondo della tifoseria risulta abbastanza ridicolo e pretenzioso (cosa non nuova al regista) nei suoi intenti sociologici. Anche la storia non brilla di certo e non appassiona più di tanto. Risultato finale decisamente mediocre. Ciononostante gli è stato assegnato un incredibile ed inconcepibile premio alla regia di Tognazzi al festival di Berlino. Della serie... grandi registi italiani, beccateve questo.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Markus 20/8/18 14:23 - 2931 commenti

Trasferta violenta per un gruppo di "ultrà" romanisti, a Torino per l'incontro Juventus-Roma. Seconda regia per Ricky Tognazzi, che dopo i toni melanconico/teatrali di Piccoli equivoci cavalca scaltramente il ritorno di moda del "neorealismo" contemporaneo (Mery per sempre, Ragazzi fuori) per un film-denuncia sull'allora fenomeno del tifo violento. Racconto pieno di cliché e furberie, ma con i protagonisti Amendola e Memphis (allora reso celebre dallo show di Costanzo) decisamente in parte. L'evocativo romanesco, va detto, aiuta non poco.
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

Cangaceiro 12/5/08 20:27 - 982 commenti

È il più notevole segno che ha lasciato Ricky Tognazzi nel cinema italiano: una storia molto verosimile magnificamente interpretata da un cast veramente affiatato e in parte a tal punto che soprattutto Memphis e Tiberi (Teschio) appaiono così naturali da sembrare dei veri ultrà fino al midollo. Accompagnato dalle musiche azzeccatissime del bravo Venditti. Finale tanto ingiusto quanto commovente. Immancabile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Tutto il viaggio in treno....
I gusti di Cangaceiro (Commedia - Gangster - Western)

Brainiac 4/1/09 13:10 - 1081 commenti

Uno dei migliori film sulle dinamiche del tifo calcistico, in un'opera in cui il calcio, quello giocato, non appare mai. Proprio perché il tifo violento non ha nulla a che fare con lo sport. Migliore prova di regista per Tognazzi, che azzecca protagonisti e comprimari, aiutato da una sceneggiatura che procede, almeno nella seconda parte, spedita verso il tragico epilogo. Neo-neo Realismo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Amendola telefona ad una nota trasmissione calcistica dell'etere romano e viene censurato.
I gusti di Brainiac (Commedia - Gangster - Horror)

G.Godardi 4/7/07 17:37 - 950 commenti

Il secondo film di Ricky Tognazzi dopo l'esordio intimista e teatrale di Piccoli Equivici, si inserisce in quel filone neo-neorealista aperto da Mery per sempre. Qui viene osservato, esaminato (ma non commentato) il fenomeno sociale degli ultrà e della violenza da stadio. Girato in uno stile secco e rapido, non privo di pause riflessive, è un film che avvince fino alla fine e trova in Amendola l'interprete perfetto e in Memphis una bella sorpresa. Personaggi di contorno esemplari dal piglio pasoliniano. Stona invece la colonna sonora di Venditti.
I gusti di G.Godardi (Horror - Poliziesco - Thriller)

Daidae 26/1/09 1:25 - 2600 commenti

Una bruttura, la solita storia sociologica del tipo "vorrei giudicare senza frequentare" infarcita di luoghi comuni fatti di accoltellamenti, tifosi violenti, treni devastati. A parte la vena sociologica il film è parecchio bruttino, anche se Amendola non recita malissimo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Amendola che improvvisa una partita con una palla di carta argentata mentre è in galera.
I gusti di Daidae (Comico - Horror - Poliziesco)

Stubby 25/11/07 0:23 - 1147 commenti

Mi è piaciuto molto, soprattutto per la prova fornita dai due attori principali (per i quali non stravedo di certo). Il preambolo è un po' irreale con la scena del finto stupro, ma poi tutto si allinea e diviene perfetto, con un buon ritmo e la giuste pause. Bella la contrapposizione tra i due protagonisti (uno calmo e desideroso di cambiar vita, l'altro sanguigno e sbandato). Stupenda Giuppy Izzo, brava e in forma straordinaria. Memorabile.
I gusti di Stubby (Azione - Horror - Western)

Redeyes 22/3/15 10:55 - 2046 commenti

I due giovani tamarri romani qui giocano nel proprio territorio, non dovendosi nemmeno sforzare di spiccicare qualche vocabolo italico; e forte anche di una buona sceneggiatura, il film riesce appieno. Alcuni momenti, in effetti, suonano un po' farlocchi o forzati, ma nel complesso non si può non apprezzare questa pellicola piuttosto efficace nel mostrare un mondo non così nascosto come sembra. Valore aggiunto è la buona scelta delle musiche e l'idea di racchiudere l'intera (o quasi) vicenda nel corso della traferta verso Torino.
I gusti di Redeyes (Drammatico - Fantascienza - Thriller)

Lercio 4/6/07 18:29 - 232 commenti

Nella seconda parte è davvero mirabile, ma il problema, quello che rallenta il tutto, è il fatto che la storia d'amore, amicizia e tradimento è inserita un po' forzatamente nel contesto e stona con i personaggi peraltro ben delineati. Amendola è perfetto per interpretare il personaggio del Principe. Da recuperare!
I gusti di Lercio (Drammatico - Horror - Poliziesco)

Pinhead80 1/4/11 10:38 - 3488 commenti

Anche noi così abbiamo il nostro film sui tifosi violenti che poco hanno a che vedere con la natura dello sport (in questo caso con il calcio). Gli attori sono calati alla perfezione nel ruolo e la pellicola, nonostante sia stata infilata nella sceneggiatura una storia d'amore quasi a riempimento della stessa, scorre in tutta la sua durata. Le cose migliori del film le vediamo alla fine. Il miglior lavoro di Ricky Tognazzi alla regia.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Piero68 27/1/12 12:23 - 2665 commenti

Con Ultrà inizia un sodalizio artistico che si protrarrà per altri due film: Tognazzi regia, Izzo e Diana sceneggiatura, Bonivento produzione e Amendola e Memphis attori principali. Come gli altri della trilogia è un semplice spaccato di vita vissuta. Il contesto principale è solo il mezzo per veicolare storie di amicizia, amore, passione. Ma anche disagio, disperazione. Massimalisista come pochi, il film calca troppo la mano rendendo caricaturali i personaggi. Facce poco adatte al ruolo completanto il quadro. Occasione sprecata, visto il soggetto.
I gusti di Piero68 (Azione - Fantascienza - Poliziesco)

Gestarsh99 22/3/12 15:11 - 1219 commenti

Spaccato naturalistico ruvido ed esemplare sul mondo del tifo estremo, dallo spirito di gruppo esasperato alla violenza extra-calcistica più immotivata. Tognazzi prende appunti lucidissimi dal Risi di Ragazzi fuori e con secco vigore realistico tocca corde profonde e inattese, ben assistito dal cinico, infame e violento rude-boy di Amendola; più penetrante ed espressivo è però il volto di Memphis, gonfio dell'espressione di chi ha deciso con fegato di tirarsi fuori da un ambiente che non è più il suo. Colonna sonora romantica e appassionante per un film altamente drammatico, tragico e vibrante.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "A mora, stuccame er cornicione der ca**o!"; "Me sò ffatto n'impacco de sòrca da paura, aò!".
I gusti di Gestarsh99 (Horror - Poliziesco - Thriller)

Jandileida 19/8/11 17:41 - 1139 commenti

Me lo ricordavo meglio; sopratutto la pretesa sociologica di Tognazzi mi è parsa troppo costruita e poco centrata, fatta da lontano insomma. Avrei apprezzato maggiormente un approccio più crudo, ad esempio con l'eliminazione dell'insulsa storia d'amore a tre che pare infilata a forza nella vicenda giusto per dare un ruolo alla Izzo. La regia è abbastanza piatta e priva di guizzi (anche se ho apprezzato le battute conclusive) e la cosa migliore restano le interpretazioni di tutta la "Brigata Veleno" con un Memphis perfetto. Comunque, sempre forza Roma!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Amendola "Principe": una faccia troppo da buono per essere l'anima nera di un manipolo di agguerriti ultras.
I gusti di Jandileida (Azione - Drammatico - Guerra)

Maxx g 13/9/14 2:47 - 440 commenti

Film del '91 di Ricky Tognazzi sul fenomeno ultrà, è purtroppo attualissimo. Ci sono scene di crudo realismo anche se la sceneggiatura poteva essere curata meglio (vi sono volgarità gratuite e inutili ai fini dello scopo del film). Forse eccessivamente lunga la parte del treno. Amendola dà una notevole forza d'urto al personaggio. Valido Ricky Memphis mentre Tognazzi ha una parte troppo marginale per essere giudicato appieno.
I gusti di Maxx g (Comico - Horror - Western)

Thedude94 21/11/16 23:04 - 366 commenti

Quest'opera sembra essere fatta apposta per questi attori: Amendola e Memphis, assieme a tutti gli altri, forniscono una prova più che sorprendente. Non è mai semplice parlare di ultrà e di tifoserie "calde", ma mescolare un viaggio in treno per una trasferta con un rapporto interpersonale tra i due protagonisti risulta essere molto efficace e alla lunga nel film assume sempre più significato. Un giovane e bravo Tiberi è colui che guarda con desiderio e paura le peripezie di questi adulti scalmanati. Manca a mio avviso una buona sceneggiatura.
I gusti di Thedude94 (Drammatico - Gangster - Sentimentale)

Delpiero89 1/10/14 18:09 - 263 commenti

Notevole ritratto del mondo ultras, girato nel 1991 ma sempre di stringente attualità. La drammaticità che accompagna ogni fotogramma è palpabile, in un crescendo di tensione fino al tragico e ottimo finale. Cast azzeccatissimo, dalla coppia Amendola-Memphis fino a tutti i personaggi secondari (da Tognazzi alle comparse di Bruno Del Turco e Massimo Ferrero, senza tralasciare il bravissimo e paffuto giovane Tiberi). Incisiva la colonna sonora di Venditti (e di chi sennò, in un film che "parla" romanista?).
I gusti di Delpiero89 (Giallo - Poliziesco - Western)

Sircharles 22/8/18 16:51 - 83 commenti

Film di cruda efficacia narrativa e soprattutto storica, in quanto documenta con notevole fedeltà la realtà del tifo calcistico di quell'epoca (anni Ottanta/Novanta), realtà oggi annacquata ma ancora presente. Forse su certi toni si calca un po' la mano, ma neanche tanto: i treni speciali per gli ultras dovevano essere davvero un incubo, una terra in cui vigeva la sospensione della legge e della dignità. Regia e sceneggiatura restituiscono in pieno la povertà umana di un sotto-mondo popolato di delinquenti. Amendola pienamente convincente.
I gusti di Sircharles (Azione - Commedia - Thriller)