Cerca per genere
Attori/registi più presenti

I DURI DI OKLAHOMA

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 2
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 15/10/12 DAL BENEMERITO PINHEAD80

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Pinhead80 15/10/12 11:06 - 3427 commenti

Faye Dunaway interpreta una donna tutta d'un pezzo che difende con i denti una postazione di trivellaggio. Tutto per inseguire la ricchezza data dall'oro nero. Verrà aiutata contro il suo volere dal padre e da un'altro uomo assoldato dal padre stesso. Particolare film di Kramer che vede nella parte del cattivone un Jack Palance tetro e spietato. La trama interessa e coinvolge soprattutto nella prima parte, mentre la parte finale lascia un po' a desiderare.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Palance che per tutto il film fuma una quantità di sigari esagerata; Il pestaggio subito da Faye Dunaway.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Lupoprezzo 20/10/12 22:39 - 635 commenti

Vischiosa ballata sull'avidità, la proprietà e il suo controllo, dai toni ironico-drammatici non sempre azzeccati (diverse scenette non incidono come dovrebbero) e congestionata da troppi dialoghi. Siamo a mezza via tra il western moderno e quello crepuscolare, languido decadente e sozzo, che prende in esame un plinto fondamentale del capitalismo statunitense: il petrolio e la sua gestione, esasperando lo scontro tra poveri possedenti terrieri e società senza scrupoli pronte a rilevarne le terre con ogni mezzo. La Dunaway acqua e sapone è superba.
I gusti di Lupoprezzo (Horror - Poliziesco - Western)