Cerca per genere
Attori/registi più presenti

FREEWAY KILLER

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 2
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 7/10/12 DAL BENEMERITO GESTARSH99

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Greymouser 29/10/12 23:51 - 1441 commenti

Sarebbe un prodotto anche passabile, se non fosse per uno schema narrativo giÓ fin troppo battuto con risultati di ben altra portata. L'alone epigonico che accompagna tutta la messa in scena non consente di entusiasmarsi troppo; ci˛ nonostante la discreta prova attoriale di un luciferino e psicotico Leet. La regia, fra l'altro, mi Ŕ sembrata piuttosto didascalica, e senza guizzi degni di nota neppure nelle scene pi¨ forti. Compitino, insomma. Pulito e lineare, ma labile e duraturo quanto un'effimera.
I gusti di Greymouser (Fantastico - Horror - Thriller)

Gestarsh99 7/10/12 17:22 - 1215 commenti

Stringente racconto in flashback ispirato alle ignominiose imprese di William Bonin, l'aborrevole trucidatore di autostoppisti accusato di ben 21 omicidi commessi in California tra il '79 e l'80, poi giustiziato nel '96 tramite iniezione letale. Incontestabile, giÓ dal pregno cameo di Rooker, l'influsso paradigmatico di McNaughton e del suo Henry, da cui questo film sugge con impeto neonatale l'ammorbante realismo suburbano e la cinerastra partitura cromatica, accorpandovi come asse portante la spregevole risatina da iena di Scott Leet, ghignante figuro lombrosiano degno del "miglior" torture. Di rapida consumazione.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La squittente risata malefica del maniacale Scott Anthony Leet.
I gusti di Gestarsh99 (Horror - Poliziesco - Thriller)