Cerca per genere
Attori/registi più presenti

NEL LABIRINTO DEL SESSO (PSICHIDION)

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 4
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 16/8/12 DAL BENEMERITO DEEPRED89

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    Marcolino1
  • Mediocre, ma con un suo perché a detta di:
    Fauno
  • Scarso, ma qualcosina da salvare c'è a detta di:
    Deepred89, Markus


ORDINA COMMENTI PER:

Deepred89 16/8/12 13:45 - 3236 commenti

Rivelazioni di Alfonso Brescia sul mondo perverso del sesso. I contenuti sono proto-polselliani, con scenette pseudo (con tanto di attori accreditati dei titoli di coda) documentaristiche, spesso sul filo del ridicolo, legate tra loro dai commenti di due fantomatici psicologi. Brescia però ci sapeva fare: rende il materiale il più eterogeneo possibile (alcune scene sfiorano l'horror gotico) e, coadiuvato da uno staff tecnico di indubbia abilità, crea per il film una confezione che farebbe invidia a molti film italiani attuali. Curiosissimo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I "topi da laboratorio" nel prefinale: una versione postmoderna delle nozze di Salò.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Markus 11/4/17 14:22 - 3187 commenti

Pseudo-inchiesta sul sesso composta nella quasi totalità di immagini da ricostruzioni con attori. Documentario "scientifico" (mondo-movie, che è cosa un po' diversa) atto a raggruppare, in un'unica soluzione, tutte le deviazioni del sesso mostrateci come verità di scienza per via della consulenza di "luminari" della medicina e della psicologia. Una moderna sessuologia che però non convince affatto, perché "casualmente" tira in ballo solo immagini shock e pruriginose rese sterili da un commento involontariamente ridanciano.
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

Fauno 28/4/19 4:42 - 1889 commenti

I concetti più che spiegati sono emanati a una velocità supersonica, spesso seguiti da sequenze prolungate di cinema muto. Questa tattica funziona bene per la scena relativa alla ninfomania, mentre fa franare le altre, in particolare quelle riguardanti feticismo e masochismo, che suonano come girate in catena di montaggio. Ok sottolineare l'importanza dell'informazione, di una cultura generale adeguata alle fasi dello sviluppo sessuale, ma lo spauracchio delle idee retrograde si è avverato (e ha portato a una mediocrità ancora peggiore le cosiddette "menti nuove").

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'ipospadia; Il parallelismo fra società antica e moderna con il condizionamento pubblicitario sull'individuo isolato, definito perfino "atomizzato".
I gusti di Fauno (Drammatico - Poliziesco - Thriller)

Marcolino1 15/6/17 15:54 - 486 commenti

Il freddo didascalismo sessuologico delle prime sequenze muta con echi vaghi ma gradevoli de I tre volti della paura di Bava; addirittura fa capolino un rasoio argentiano stile Tenebre. I labirinti del vissuto familiare di cui l'eros è debitore sono semplificativi ma pertinenti. Pregevole la psicanalisi del cinema che verrà: il feticismo del manichino vestito e dei capelli come in Maniac di Lustig e Uccidete il vitello grasso e arrostitelo, i denti-feticcio stile Berenice di Poe e Due occhi diabolici e l'esibizionista ripreso da Sjoman in Taboo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I flashback dell'infanzia; La ninfomane ossessionata dal telefono come nel primo episodio de I tre volti della paura; La musica minimale da thrilling.
I gusti di Marcolino1 (Documentario - Fantascienza - Musicale)