Cerca per genere
Attori/registi più presenti

CANZONI IN... BIKINI

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 13/8/12 DAL BENEMERITO HOMESICK

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 18/9/12 2:08 - 4467 commenti

Basterà dire che la trama di qualunque film fizzarottiano con Morandi e la Efrikian, confrontato con questo, pare avere un intreccio tracciato dal Manzoni. Qui il pretesto per far cantare gli interpreti toglie ogni incombenza di almeno un minimo raccordo: in vari casi i cantanti si esibiscono per ipotetici caroselli (la pubblicità televisiva dell'epoca). Di più pretestuoso c'è solo l'indescrivibile Il professor Matusa e i suoi hippies. Notevole la Buccella in reggipoppe, sorprendente il primo piano di una non accreditata Gabriella Ferri appena prima della conclusione.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Homesick 13/8/12 8:03 - 5737 commenti

Antologia di canzoni da spiaggia (da Gianni Meccia a Edoardo Vianello) e di balli d’epoca (dal twist all’hully-gully) cui fungono da misero raccordo le vicende di Tino Scotti nel doppio ruolo di due fratelli gemelli pubblicitari in concorrenza fra loro. Si azzarda più di un momento erotico, con la danza in costume da odalisca e lo strip-tease di Maria Grazia Buccella e il numero canoro di una scosciatissima Miranda Martino. Sulle note di “Pinne fucile ed occhiali”, le immagini dei titoli di testa richiamano l’atmosfera piacevolmente sonnacchiosa del pomeriggio balneare. *!/**

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I titoli di testa; lo strip-tease della Buccella; l’irruzione di Bazzocchi con cappa e lupara da mafioso.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Saintgifts 22/7/14 17:35 - 4099 commenti

Televedo, Telecanto e... Telesuono, si potrebbe parafrasare a chi ha avuto il coraggio di finanziare questo "film". Battute a parte in quell'epoca una qualsiasi ragione per far ascoltare successi del momento, cantati dai beniamini (molti tutt'ora operanti), ballati da ragazze e ragazzi in cui ognuno si poteva identificare e mostrare grazie femminili con pochi veli, era sufficiente per attirare pubblico, magari in un fresco cinema "all'aperto". Tino Scotti, Tiberio Murgia ormai famoso e le grazie finali di Maria Grazia valevano il biglietto.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)