Cerca per genere
Attori/registi più presenti

VIVERE IN PACE

All'interno del forum, per questo film:
Vivere in pace
Dati:Anno: 1947Genere: drammatico (bianco e nero)
Regia:Luigi Zampa
Cast:Aldo Fabrizi, Gar Moore, Mirella Monti, John Kitzmiller, Heinrich Bode, Ave Ninchi, Ernesto Almirante, Nando Bruno, Aldo Silvani, Gino Cavalieri, Piero Palermini
Note:Aka "In Frieden leben".
Visite:425
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 8/8/12 DAL BENEMERITO B. LEGNANI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 8/8/12 22:59 - 4413 commenti

Peccato per quel brutto passaggio dell'interminabile scena  dell'ubriacatura domestica, condita di canti e balli, davvero eccessiva. Il resto, infatti, gioca non male sulla frammistione di dramma e di commedia. Coraggiosa la scelta di dipingere nel 1947 tedeschi e fascisti a mezze tinte. Grande Fabrizi, più del film (**½), non sempre recitato benissimo dagli altri interpreti.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Rufus68 10/6/17 21:52 - 2562 commenti

A non convincere è il tono eccessivamente brillante (quasi farsesco nella scena della gozzoviglia) che mal coesiste con la tragica impennata finale. I caratteri sono appena sbozzati o ricondotti a tipizzazioni un po' stanche; la simpatia di Fabrizi, per fortuna, riesce a stuccare le linee di frattura fra le componenti e a simulare il loro inesistente amalgama. Di fatto è un film più di Fabrizi che di Zampa, un esempio della sua umanità sorniona e sovrabbondante che reclama il proprio naturale diritto contro ogni iniqua sopraffazione.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Maxx g 20/1/19 22:58 - 424 commenti

Film di Zampa che sa di neorealismo (piuttosto ovvio, visto che si è nel 1947), si regge soprattutto sulla grande professionalità di Fabrizi e sulla linearità della storia, che miscela dramma e commedia. Forse eccessiva la scena del tedesco e dell'americano che fraternizzano, specie pensando al "dopo". Un film che meriterebbe di essere anche proiettato nelle scuole per capire il clima di allora. Di puro mestiere le interpretazioni degli altri attori. Valido.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'arrivo del soldato nazista in casa di Tigna.
I gusti di Maxx g (Comico - Horror - Western)