Cerca per genere
Attori/registi più presenti

IL VENDICATORE

All'interno del forum, per questo film:
Il vendicatore
Titolo originale:The punisher
Dati:Anno: 1989Genere: action (colore)
Regia:Mark Goldblatt
Cast:Dolph Lundgren, Louis Gossett Jr., Jeroen Krabbé, Kim Miyori, Bryan Marshall, Nancy Everhard, Barry Otto, Brian Rooney, Zoska Aleece, Kenji Yamaki, Hirofumi Kanayama, Larry McCormick, Todd Boyce, Lani John Tupu
Visite:747
Il film ricorda: Rambo (a 124c), Yakuza (a 124c)
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 10
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Puppigallo 5/4/10 10:15 - 4231 commenti

Pellicola senza infamia e senza lode, che vede lo scontro tra mafia nostrana e mafia cinese (la Yakuza), in realtà, solo per dare più carne da macellare al protagonista: un Lundgren ingrugnito come sempre, che parla con le armi, visto che pare non abbia niente di significativo da dire (dev'essere stata una "faticaccia" imparare questo copione). L'azione non manca, i morti fioccano, ma in film del genere serviva più umorismo (ci sono solo un paio di battute), giusto per non prendersi troppo sul serio (cosa che invece qui accade, soprattutto nel finale). Mediocre, ma vedibile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il boss: "Questa Tanaka è il primo capo donna della Yakuza". E uno scagnozzo: "Yakucosa?"; Tanaka a Lundgren: "Chi ti ha mandato?". E lui: "Batman".
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Cangaceiro 13/10/09 15:24 - 982 commenti

Non ho mai letto il fumetto. La sensazione è che la versione cartacea sia stata solo un pretesto, sfruttato in modo pedestre dai produttori, per imbastire questo filmaccio in cui non funziona niente. Troviamo un Lundgren sozzo e taciturno che sembra più un armadio a muro che un giustiziere implacabile, la famiglia mafiosa più sprovveduta e vulnerabile della storia del cinema e snodi narrativi senza un minimo di logica, culminanti nella delirante resa dei conti finale. Come corollario una confezione sciatta e un doppiaggio tra i peggiori mai sentiti.
I gusti di Cangaceiro (Commedia - Gangster - Western)

124c 9/3/09 17:02 - 2615 commenti

Titolo italiano fuorviante, che nasconde in realtà uno degli anti-eroi della Marvel degli anni 70/80, il Punitore, o Punisher. Dolph Lundgren è chiamato, assieme a Louis Gossett Jr e a Jeroen Krabbè, ad interpretarlo, in una delle trasposizioni da b-movie dei personaggi Marvel, tipica degli anni 70/80/90. Un esperimento che se preso per quello che è, una "rambata" diretta da un bravissimo montatore (Mark Goldblatt), può divertire. Niente magliette con il teschio, ma stiletti "particolari".

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Capa degli Jakuza: "Parla, chi ti manda?" Il Punitore: "L'Uomo Ragno!".
I gusti di 124c (Commedia - Fantastico - Poliziesco)

Flazich 3/7/07 8:50 - 658 commenti

Pessima trasposizione cinematografica di uno dei personaggi più controversi del mondo Marvel: The Punisher (il titolo italiano tra l'altro è stato tradotto in modo errato). Dalla pellicola non traspare assolutamente la complessità del personaggio, neppure il tormento che ne divora l'anima. Proprio un filmaccio. Se non fosse per il flashback che ne svela l'origine potrebbe essere tranquillamente la storia di un anonimo, appunto, Vendicatore. Da dimenticare.
I gusti di Flazich (Fantascienza - Poliziesco - Thriller)

Rambo90 7/2/10 18:03 - 5536 commenti

Nei limiti di una produzione del genere, un buon action semplice come il fumetto dal quale proviene, con scene d'azione ben congegnate e ottimo senso del ritmo. La storia è di una banalità sconfortante e non si perde in dialoghi molto complessi ma il tutto si vede piacevolmente (soprattutto la seconda parte esplosiva) facendone nel complesso un buon film. Abbastanza bravo Lundgren, simpatico come al solito Gossett Jr. e Krabbè in perfetta forma, in ruolo simile a quello che far nel Fuggitivo.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Vito 29/8/16 14:02 - 567 commenti

Action movie tamarro anni '80 '90 style con il colosso svedese Dolph Lundgren imbottito di sparatorie, esplosioni e botte dall'inizio alle fine. Tratto dai fumetti Marvel del Punitore, ovviamente precedenti al rilancio affidato a Garth Ennis, quelli che prendevano spunto proprio da film come questo o Commando e Cobra. Trama semplicissima, ritmo veloce: battute e mazzate garantiscono novanta minuti di divertimento.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il Punitore, al porto, si trova in mezzo alla guerra tra mafia e yakuza; L'assalto finale al quartier generale di Lady Tanaka.
I gusti di Vito (Fantastico - Horror - Western)

Wangyu 30/7/13 18:34 - 93 commenti

Il film è molto ricco di azione e questo già dall'inizio; mi piace anche l'atmosfera in cui è immerso e la figura del vendicatore interpretata da Lundgren. Altro ruolo importante quello di Jeroen Krabbe, molto convincente nella parte del cattivo.
I gusti di Wangyu (Azione - Musicale - Western)

Zuni 27/2/12 0:36 - 68 commenti

Il primo adattamento allo spietato giustiziere avviene nell'insegna dell'action buzzurro di fine anni 80 primi 90. Infatti, più che la mano della Marvel c'è forte odore di produzioni Cannon dell'epoca e così i fan non hanno gradito. Ma se il film oggettivamente è quello che è, va detto che motivi per divertirsi comunque ce ne sono parecchi: body count tra i più alti dell'epoca, battute-freddure ogni cinque minuti, un Lundgren spietato che parla con dio come don camillo e chi più ne ha ne metta. Quell'action sciocco e devastante che non esiste più.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: “Tu sei un bravo ragazzo, Tommy. Crescerai fino ad essere un uomo buono. Perché se non sarà così... mi incontrerai di nuovo".
I gusti di Zuni (Animali assassini - Horror - Thriller)

Almanot 2/1/17 12:56 - 39 commenti

Il ritmo è così incessante che il tempo della visione sembra volare e, in film del genere, questa è una delle cose più importanti. La semplicità della trama, certo non originale, non riesce a non scivolare nella banalità in qualche passaggio, ma si tratta di difetti veniali. C è una buona vena umoristica, concentrata soprattutto intorno al personaggio interpretato da Barry Otto, oltre a una intensa profusione di sangue. Gossett Jr. e Krabbe meglio di Lundgren (comunque dignitoso).
I gusti di Almanot (Azione - Guerra - Horror)