Cerca per genere
Attori/registi più presenti

IL MEDICO E LO STREGONE

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 8
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 23/6/09 7:16 - 10928 commenti

Impostata sul classico conflitto tra scienza e superstizione, questa commedia di Mario Monicelli rappresenta un valido spaccato della realtà italiana degli anni '50, particolarmente evidente nei piccoli centri della provincia. E' decisamente questo il valore principale del film (oltre all'ottima interpretazione dei due grandi protagonisti), che per il resto indugia un po' troppo nella macchietta e nel bozzetto, piuttosto che trarre dalla vicenda elementi eticamente più elevati. Discreto.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Ciavazzaro 4/12/09 12:20 - 4723 commenti

Godibile pellicola che funziona grazie alla contrapposizione Mastroianni-De Sica. La regia di Monicelli è garanzia di qualità e il film risulta molto godibile per tutta la sua durata. Apprezzabile il cast secondario (su tutti la Merlini e Sordi). Consigliato.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Rambo90 2/12/10 19:31 - 5827 commenti

Ottima commedia di Monicelli che ricrea al meglio l'atmosfera di un paese zotico e credulone, che ascolta i consigli e le cure improvvisate di una specie di stregone piuttosto che quelli del neoarrivato medico condotto. Grandissima gara di bravura (sia nel film che attoriale) tra De Sica e Mastroianni, bei dialoghi, gag azzeccate e cast di comprimari di tutto rispetto. Menzione d'onore per Alberto Sordi, che in una scena sola riesce a tratteggiare benissimo un personaggio antipatico come pochi.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'apparizione di Sordi.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Saintgifts 5/10/11 12:04 - 4099 commenti

Vittorio de Sica è il mattatore in questa commedia che mostra un'Italia superstiziosa e che ancora non si fida della medicina ufficiale. È uno stregone dal fare signorile che propina filtri e talismani e che ha però una sua etica che gli impedisce di superare certi limiti. È una figura destinata a "scomparire", ma qui è dipinta benevolmente e con grande umanità. Breve apparizione di Sordi nella parte di un personaggio meschino e sordido, come solo lui sa fare. Tipiche musiche del folclore paesano di Nino Rota e comprimari stranoti e bravi.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Rufus68 14/7/17 21:48 - 2632 commenti

Filmino gradevole al palato, ma che non decolla mai riposando esclusivamente sulla presenza carismatica degli attori. Il personaggio di Mastroianni non è mai centrato o credibile, De Sica si limita al mestiere (e ha un portamento troppo aristocratico come venale imbroglione) mentre l'apparizione di Sordi risulta abbastanza urtante nella sua piena prevedibilità. Rimane qualche episodio piacevole (la riunione di guaritori, De Sica che ripudia la zampa di coniglio) e poco più.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Pessoa 5/10/17 23:46 - 1003 commenti

Commedia non irresistibile di Monicelli, che probabilmente paga un soggetto ultradatato già cucinato in molte salse. La sceneggiatura alterna momenti godibili a fasi di stanca, con un ritmo altalenante tenuto vivo dalla bravura del cast, dove emerge la Merlini che conferma di vivere un periodo d'oro. Confezione rigorosa di Monicelli che rinuncia ai toni agrodolci privilegiando una comicità più immediata, che morde molto poco. Un film che gli appassionati del genere potrebbero apprezzare, ma siamo piuttosto lontani dai capolavori del regista.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Carlo Taranto che fa Scarrafone, in un difficile rapporto con De Sica.
I gusti di Pessoa (Gangster - Poliziesco - Western)

R.f.e. 20/6/09 9:52 - 819 commenti

Monicelli affronta il filone bucolico-provinciale in questo sottovalutato filmetto ma il risultato è meno disprezzabile di quanto si scriva in giro, affrettatamente e spesso basandosi soltanto sul ricordo, non ritenendo la pellicola meritevole di una nuova visione. E invece è un'operina divertente, briosa, con un De Sica personaggio solo apparentemente "gigione come al solito", in realtà tragicomico (infatti, il regista è cattivissimo come sempre) e un eccellente Mastroianni. Graziosa Ilaria Occhini in un cammeo (doppiata da Luisella Visconti).
I gusti di R.f.e. (Avventura - Azione - Erotico)

Almicione 8/4/15 0:31 - 765 commenti

Di commedie così, con sfondo un importante tema sociale – che risulta tutt'altro che pesante –, non ne fanno più. La trama principale verte sulle dissidie che nascono fra scienza e fede quando un giovane dottore arriva nel paesino di Pianetta, dominato dalla credenza popolare rappresentata dal ciarlatano Don Antonio. Da questo originano una serie di intrecci e situazioni secondarie che potevano anche essere evitate senza che la godibilità del film ne fosse intaccata. Notevoli tutti: De Sica e Mastroianni, Age & Scarpelli, Rota e Monicelli!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'entrata in scena di Sordi, anche se non si sentiva la necessità del personaggio.
I gusti di Almicione (Drammatico - Gangster - Thriller)