Cerca per genere
Attori/registi più presenti

NAPOLI, NAPOLI, NAPOLI

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 5
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 2/3/12 DAL BENEMERITO PAULASTER

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Cotola 8/2/16 13:52 - 7048 commenti

E' più che probabile che non ci fosse alcun bisogno di un film come questo che "parlando" di Napoli (in realtà di un suo solo quartiere o comunque di una parte della città) non dice nulla di nuovo. Tuttavia va ammesso che certe interviste riescono a trasmettere emozioni, a rendere il dolore delle protagoniste con le quali, soprattutto in alcuni casi, diventa difficile non empatizzare almeno in parte. E certe considerazioni di politici, volontari, giornalisti ed intellettuali, spesso possono essere condivisibili o comunque interessanti. Opinabili ed inutili invece gli inserti di fiction.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'ultimo minuto: il desiderio di una vita normale e migliore di una delle intervistate ed il suo sorriso che emoziona. .
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Pinhead80 3/7/19 11:29 - 3488 commenti

Abel Ferrara s'introduce nei carceri e nei quartieri più poveri di Napoli per mostrare un lato genuino della città e di quelle persone che stanno pagando per quello che hanno commesso. La bontà dell'operazione (le interviste alle donne sono molto coinvolgenti) è macchiata da due fattori: il primo riguarda gli inserti di fiction che sono inutili e irritanti; il secondo invece sono le mancate interviste ai carcerati maschili. Tutto sommato rimane un buon prodotto che, con uno piccolo sforzo in più, poteva anche essere migliore.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Paulaster 2/3/12 9:59 - 2346 commenti

Nelle inquadrature a camera fissa sfilano in rassegna i racconti brevi delle detenute del carcere di Pozzuoli, mentre Ferrara abilmente ci ricama tre storie a corredo. L’immagine è quella di un fotografo perennemente a fuoco, dove i vicoli o i primi piani delle madonne rendono più degli schiamazzi dei luoghi. L’ambiente è duro e stavolta si dà voce alle vittime consapevoli ma non rassegnate. Un girato diretto, di rielaborazione di una tensione che aleggia sempre nell’aria.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Minitina80 22/10/16 12:54 - 1996 commenti

Chi meglio di Ferrara potrebbe occuparsi di aprire una finestra sul degrado sociale e urbano di una città complessa come Napoli? Le testimonianze raccolte nel carcere femminile sono inequivocabili e Ferrara, da buon regista, le intramezza con delle ricostruzioni per dare un senso più completo alle varie esperienze. A prescindere dal valore cinematografico dell’opera, il quadro che emerge è drammatico e ciò che è peggio non sembra esserci possibilità di redenzione o cambiamento. Il senso di angoscia che lascia addosso ne è la prova.
I gusti di Minitina80 (Comico - Fantastico - Thriller)

Mickes2 14/7/13 16:58 - 1551 commenti

Lente d’ingrandimento documentaristica da parte di Ferrara e collaboratori vari che alterna preziose, intense e commoventi interviste alle detenute del carcere di Pozzuoli (rievocando passato, rimpianti, disillusioni, malumori e disperazione) ad altri abbozzi di finzione che legano malavita, prostituzione e sfruttamento francamente pleonastici e slegati. Il tutto, comunque, per ritrarre la contemporaneità caotica, violenta e inquieta di Napoli nonchè i modi in cui la camorra, nelle sue plurime forme, ha proliferato, prolifera e prolifererà.
I gusti di Mickes2 (Erotico - Fantastico - Western)