Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LA CICATRICE INTéRIEURE

All'interno del forum, per questo film:
La cicatrice intérieure
Titolo originale:La cicatrice intérieure
Dati:Anno: 1972Genere: drammatico (colore)
Regia:Philippe Garrel
Cast:Nico, Philippe Garrel, Ari Boulogne, Daniel Pommereulle, Pierre Clémenti, Balthazar Clémenti, Jean-Pierre Kalfon
Note:Scandito in 23 piani sequenza che ebbero come location i deserti egiziano e californiano e le terre vulcaniche islandesi.
Visite:161
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 24/2/12 DAL BENEMERITO GIùAN

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Un film straordinario, quasi perfetto! a detta di:
    Cotola
  • Davvero notevole! a detta di:
    Giùan
  • Non male, dopotutto a detta di:
    Nancy


ORDINA COMMENTI PER:

Cotola 7/8/18 10:29 - 7011 commenti

Film di straordinaria bellezza visiva firmato da Garrel e scritto con la collaborazione di Nico, qui anche attrice e compositrice della bella e particolare colonna sonora. La storia non c'è o quasi e sui significati ci sarebbe da discutere per ore: per cui se è quello che cercate è meglio che desistiate. Ma è impossibile non lasciarsi rapire da immagini che hanno una forza straordinaria e che fanno di questo breve film (nemmeno un'ora di durata) un'esperienza visiva più unica che rara. Immergetevi nel flusso affascinante e suggestivo delle immagini senza lambiccarvi il cervello. Tonificante.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Giùan 24/2/12 12:06 - 2639 commenti

Autore impervio quanto coerente nei decenni alla sua idea di Cinema, Garrel conia un fragilissimo eppur potente gioiello cinefilo i cui simboli è inutile decifrar perché, per citar un vecchio adagio di De Gregori, "Non c'è niente da capire", mentre è difficile sfuggir alla suggestione sensoriale di quella che potrebbe definirsi la "colonna visiva" dell'ipnotico Desertshore di Nico. Irripetibile dal punto di vista delle immagini, lascia il tempo che trova per alcune cripticità artistoidi (l'arciere Clementi). Musicali i versi tedeschi recitati da Nico.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: In una abbacinante luce desertica l'urlante Nico e Garrel inerte e vestito come un dandy; Il piccolo Ari a cavallo nel cerchio di fuoco.
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Nancy 14/10/12 14:25 - 768 commenti

Film tra lo sperimentale e l'imaginifico, questo di Garrel: i vari piani sequenza sono costruiti iconicamente in maniera decisamente affascinante e mistica, con quattro personaggi che si muovono lentamente ma senza arresti, che sembrano non esistere se non per loro stessi. Come questo film, che esiste per sé stesso: le letture possono essere svariate ma molto meglio è godersi i colori - accesi ma immersi in un paesaggio congelato e le voci, quella di Nico, dolce e stridula allo stesso tempo, mentre grida o decanta versi tedeschi che sanno di esoterico.
I gusti di Nancy (Commedia - Drammatico - Thriller)