Cerca per genere
Attori/registi più presenti

THE SON OF NO ONE

All'interno del forum, per questo film:
The son of no one
Titolo originale:The son of no one
Dati:Anno: 2011Genere: poliziesco (colore)
Regia:Dito Montiel
Cast:Channing Tatum, Al Pacino, Ray Liotta, Juliette Binoche, Katie Holmes, Tracy Morgan
Visite:514
Il film ricorda:Cop land (a Rambo90)
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 10
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 9/1/12 DAL BENEMERITO PIERO68

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 7/2/12 5:51 - 10904 commenti

Apprezzato dalla critica per il suo primo film, il regista Dito Montiel non è riuscito per il momento a ripetersi. Anche questo The son of no one conferma lo status di occasione mancata. La storia del poliziotto con il passato oscuro e che si svolge secondo un doppio piano temporale, è poco originale e la sceneggiatura, troppo piatta e banale, non riesce a rivitalizzarla. Discreta la prova di Channing Tatum, mentre attori come la Holmes e Liotta (per non parlare di Pacino) sono decisamente mal utilizzati. Funziona l'ambientazione.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Pigro 6/8/13 14:23 - 7286 commenti

Non si può dire che sia male, ma già la storia di per sé è scarsina e poco significativa (un ragazzino uccide per legittima difesa due tipacci, ma la polizia insabbia, poi lui diventa poliziotto e viene ricattato), inoltre cinematograficamente si naviga senza particolari idee e stimoli. Si salvano i flashback del passato, inquietanti nell’abbozzo del degrado sociale e soggettivo in cui maturano gli omicidi; ma la parte attuale ricalca cliché stanchi (la giornalista d’assalto!) e una certa banalità che non giovano al lavoro.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Tarabas 22/11/15 19:13 - 1608 commenti

Poliziotto di umili e problematiche origini deve fare i conti col passato di cui pensava di essersi liberato. A guardare il cast ci si sarebbe aspettati ben altro, da questo ordinarissimo film, che si affida a una doppia linea temporale per tentare di uscire dalla banalità senza riuscirvi. L'infanzia nel disgraziato Queens delle case popolari è un po' meglio descritta del presente narrativo dove imperversa il cattivissimo bad cop Liotta. Ma anche lì c'è poca autenticità e ancor meno interesse per la storia. Pacino e Binoche sono di passaggio.
I gusti di Tarabas (Commedia - Gangster - Western)

Rambo90 26/2/12 17:29 - 5779 commenti

Non mi è dispiaciuto; l'intrecciarsi delle linee temporali (fra il 1986 e il 2002) rende il ritmo abbastanza sostenuto e non manca un fondo di giallo che dà mistero alla vicenda. Più scontato invece è il ricorso alle solite figure di poliziotti corrotti che aggiustano le cose a modo loro. Il cast è strepitoso, da Pacino (che però appare poco) a Liotta, da un insolito Morgan alla Holmes; chi non mi ha convinto è Tatum, sempre con la stessa espressione per tutto il tempo. Comunque non disprezzabile.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Saintgifts 17/1/14 9:29 - 4099 commenti

Dito Montiel è nel suo Queen, sa di cosa parla, è nel suo ambiente. Le sensazioni che riesce a esprimere, attraverso una vicenda che è già stata percorsa diverse volte sullo schermo, sono oscure come spesso la fotografia e i silenzi, o anche le voci concitate o suadenti, che ha messo nel suo lavoro. Forse c'è un che di autoriale, inteso nel senso positivo, a cui non si è abituati in produzioni più commerciali, che pure sfoderano cast come quello presente qui, che ha bisogno di essere raffinato, ma sembra già essere sulla buona strada.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Pinhead80 9/1/18 20:24 - 3432 commenti

Presente e passato si affiancano per mostrare due lati della stessa storia, ovvero un'infanzia misera di affetti e tribolata che torna a galla per minare un presente che sembrava aver cancellato tutto il marciume accumulato nella fanciullezza. Molto meglio la parte che vede i bambini alle prese con un quartiere che non lascia spazio all'amore per il prossimo, piuttosto che la seconda con adulti poco espressivi incapaci di far fare un salto di qualità a un'opera che forse avrebbe meritato di più.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Nando 19/1/12 9:00 - 3292 commenti

Un ragazzino autore di due omicidi diventa poliziotto ma dovrà convivere con i fantasmi del passato che affioreranno perigliosi. La pellicola mostra un taglio da telefilm nonostante il cast altisonante poco brillante. Interessante il concatenarsi delle due vicende in spazi temporali diversi che culminano con un finale adrenalinico che tende allo scontato.
I gusti di Nando (Commedia - Horror - Poliziesco)

Piero68 9/1/12 8:48 - 2639 commenti

Il semi esordiente Montiel dirige una pellicola con una sceneggiatura veramente debole, con i soliti poliziotti corrotti e le solite periferie degradate. Nemmeno il tocco di giallo e di dramma introspettivo riesce a tirare un po' su la storia, che dopo dieci minuti diventa prevedibilissima. Buono il cast, male l'impegno. E come se non bastasse, a complicare il tutto ci si mette pure il montaggio: caotico e frettoloso e con troppi flash black a tratti inutili. Tatum chiamato ad una prova troppo ardua per la sua risibile esperienza. Pacino n.p.
I gusti di Piero68 (Azione - Fantascienza - Poliziesco)

Alex1988 8/7/19 18:10 - 544 commenti

Buon esordio, anche se non proprio eccellente. La sceneggiatura riprende un plot visto svariate volte nei film polizieschi; un poliziotto con uno scheletro nell'armadio (anzi, due), il quale si troverà costretto, pian piano, a far luce su di essi. Parte del cast (Al Pacino su tutti), seppur sempre professionale, sembra buttato lì soltanto per fare cassetta. Nulla di memorabile.
I gusti di Alex1988 (Azione - Poliziesco - Western)

Tommy3793 17/1/13 14:06 - 72 commenti

Il praticamente esordiente Montiel riesce a raccontare efficacemente una oscura storia fatta di segreti ed omertà ambientata nel moderno Queens di NY. Montiel, nonostante un ottimo cast, sceglie di puntare tutto sull'interpretazione di Tatum, lasciando in secondo piano Pacino, la Holmes e la Binoche. Si conferma un buon regista, riuscendo a dipanare la storia attraverso una trama complessa permeata di analessi, varcando spesso la linea tra passato e presente. Anche la fotografia, seppur non ottima, sembra essere riuscita abbastanaza. Sufficiente.
I gusti di Tommy3793 (Azione - Fantascienza - Thriller)