Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LA CASA 7

All'interno del forum, per questo film:
La casa 7
Titolo originale:House III - The horror Show
Dati:Anno: 1989Genere: horror (colore)
Regia:James Isaac
Cast:Lance Henriksen, Brion James, Rita Taggart, Dedee Pfeiffer, Aron Eisenberg, Thom Bray, Matt Clark, David Oliver, Terry Alexander
Note:Sequel di"Chi è sepolto in quella casa?" e di "La casa di Helen", seguito da "House IV, presenze impalpabili". In homevideo anche come "La casa III".
Visite:1432
Il film ricorda:L'occhio della morte (a Undying), Prison (a Undying), Sotto shock (a Undying, Daidae), The Chair (a Undying)
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 16
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Chiariamo subito le discendenze: HORROR SHOW non ha niente a che vedere con i due celebri EVIL DEAD firmati Raimi né tantomeno con le “case” italiane da quest’ultimo precedute (dalla CASA 3 alla 5, la 6 non esiste). E’ invece un seguito, solo nominale, di quei due horror intitolati in America HOUSE e HOUSE II e ribattezzati da noi (per evitare ulteriori complicazioni) CHI E’ SEPOLTO IN QUELLA CASA? e LA CASA DI HELEN. In realtà è una parentela ridicola, visto che questo HOUSE 3 - HORROR SHOW è uno strano incrocio tra horror e poliziesco derivato molto chiaramente dal primo NIGHTMARE di Wes Craven: stesse atmosfere sulfuree, stessa cantina zeppa di acciaio e macchinari, un killer che esce dagli incubi proprio come Freddy (e ovviamente sfregiato), stesse risatine e molto altro ancora (non dimentichiamo poi che il padre di Nancy era un poliziotto...). Insomma, la formula è stata spudoratamente copiata (persino le musiche!), ma il film dell'esordiente Jim Isaac (che il produttore Sean S. Cunningham chiamò per sostituire dopo pochissimo David Blyth) può comunque contare su di una professionalità non comune. Innanzitutto Lance Henriksen è un attore coi fiocchi e sa dare a un soggetto ridicolo una credibilità impensabile rifuggendo con abilità da ogni luogo comune e caricando il suo poliziotto di una intensità lodevole, poi la fotografia di Mac Ahlberg è affascinante, cupa. Gli effetti speciali (più gore che splatter) sono ben fatti e l'atmosfera quella giusta. La prima parte (dopo un inizio in cui il film anticipa di pochi mesi SOTTO SHOCK - ancora Craven! - con l’idea dello scampato alla sedia elettrica) fatica a ingranare e palesa tutte le lacune di un soggetto inesistente, la seconda è più delirante e ha momenti anche molto riusciti, da vero horror di classe. Bastavano un paio di idee in più...
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Undying 2/5/07 22:17 - 3875 commenti

Terzo film del vero ciclo americano sulle dimore maledette, non certo mirabile (Chi è Sepolto in quella casa è il primo capitolo, La Casa di Helen il - peggiore - seguito). "Horror show" viene realizzato lo stesso anno di Sotto Shock (di Wes Craven) tanto da apparire come film gemello sia per tematica (il condannato alla sedia elettrica) sia per bruttura. Lance Henriksen è bravo e convincente, ma è il supporto narrativo che non convince anche se, tra una scena e l'altra, la macchina da presa compie qualche virtuosismo. Ritmo a basso voltaggio.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Cotola 19/11/10 22:51 - 7105 commenti

Niente a che fare con il capostipite o col filone delle case infestate ma piuttosto la storia (affine per certi versi a Sotto shock di Craven che è dello stesso anno) di un serial killer che dopo essere stato giustiziato, torna a vendicarsi di chi lo ha fatto condannare e della sua famiglia. Niente di nuovo sotto il sole ma leggermente meglio della media grazie ad una confeziona più curata, a dei buoni effetti splatter e ad un vilain in buona forma. A quei tempi girava di peggio.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Herrkinski 15/5/08 12:16 - 4509 commenti

A parte i cambi di titolo con cui è stato distribuito ("La Casa 7" e poi "House 3" in dvd) e tralasciando la copertina italiana (identica a quella del primo La Casa di Raimi!), il film non è malaccio. Bravi Lance Henriksen e Brion James, effetti speciali efficaci e inaspettatamente gore, qualche buona sequenza e una discreta azione. Il tutto ha un po' l'aspetto del TV movie, tuttavia si lascia guardare senza far cadere lo spettatore in uno stato di noia. Trascurabile ma comunque piacevole.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Brainiac 31/5/09 18:33 - 1081 commenti

Partiamo con le cose che si possono salvare (purtroppo poche): il volto segnato da lunghi solchi di Henricksen (viene in mente la battuta di Scappo dalla città: "Se non avesse gli occhi sembrerebbe un mocassino") e la regia, che, pur non riuscendosi a scrollare di dosso, effettivamente, la sua patina televisiva, è ben calibrata e molto anni 80. Il ritmo però è assente ingiustificato, le caratterizzazioni sono sbrigative e far apparire il villain di turno alla prima inquadratura con una parrucca bionda non aiuta di certo a renderlo minaccioso. (*!).
I gusti di Brainiac (Commedia - Gangster - Horror)

Daidae 19/11/15 21:29 - 2611 commenti

Valido film, nonostante il soggetto non troppo originale. Il titolo la Casa 7 è un'ovvia furbata per collegare il film alla serie delle case maledette. Il cast è ottimo: perfette le prove di Lance Henriksen e Brion James, bene il resto del cast inclusi i due giovani, belli gli effetti splatter. Uniche pecche: la trovata del cibo piccante (ma cosa c'entrava?) e qualche battuta idiota di troppo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il tacchino cucinato posseduto; Lo show tv con il serial killer.
I gusti di Daidae (Comico - Horror - Poliziesco)

Rambo90 8/8/10 20:37 - 5964 commenti

Buon horror/thriller che, discostandosi completamente dalla serie della Casa (a cui la distribuzione italiana ci vuole far credere che appartenga), riesce a creare un buon clima di tensione e qualche ottima scena splatter nella parte finale. Bravissimo Henriksen, spesso sottovalutato, ma anche James che tratteggia un cattivo che rimane impresso. Da vedere.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Rufus68 25/9/19 23:07 - 2700 commenti

Henriksen vs James: scontro di titani caratteristi che regala un po' di pepe a tutta la pietanza. Non mancano sciocchezze e spiegazioni parascientifiche da B-movie televisivo, ma il duello fra i due grugni risucchia tutta la nostra attenzione. Svolgimento prevedibile con qualche chicca per intenditori (la renitenza alla morte del condannato per elettrocuzione) e accensione grottesca (un James allucinatorio vestito da donna o che occhieggia dal tacchino del pranzo). Finale esagerato e doverosamente spaccatimpani.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Myvincent 15/11/14 11:48 - 2349 commenti

Una casa infestata da terrificanti ricordi, un assassino senza pietà che si riaffaccia dopo anni... elementi tipici e usurati di questa saga sanguinolenta che, purtuttavia, rendono la visione del film abbastanza divertente, nonostante la sua prevedibilità. Aiutano senz'altro l'atmosfera poliziesca e la professionalità del protagonista (un Lance Henriksen dal fisico bestiale). Dategli un'occhiata.
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Minitina80 10/9/16 19:05 - 2068 commenti

Ecco un altro esempio che si aggiunge alla lista dei titoli italiani fuorvianti i quali non fanno altro che confondere le acque. Per fortuna "Horror Show" riesce a far dimenticare questo particolare partendo sin da subito in quarta; il ritmo è sostenuto e il livello di violenza subito alto. Brion Jones ha il viso e il carisma giusti per impersonare Jenke e malgrado appaia poco la sua influenza sulla riuscita della pellicola non è trascurabile. Merita sicuramente uno sguardo, anche perché non latita in quanto a effetti truculenti.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La bambina decapitata; Le gambe nel tritacarne; Il poliziotto a cui vengono amputate le braccia; L’esecuzione sulla sedia elettrica.
I gusti di Minitina80 (Comico - Fantastico - Thriller)

Ryo 8/11/15 22:26 - 1926 commenti

La presenza di un attore cult come Lance Henriksen non basta. La casa 7, titolo italiano che non ha nulla a che vedere con la saga di Raimi, cerca di mixare, in uno strano polpettone, oniricità, scienza, sovrannaturale e splatter, senza eccellere in nessuno di questi elementi. Numerosi spunti azzeccati rendono meno noiosa la visione, ma nel complesso siamo ben sotto la sufficienza.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Ma sei matta? Si avvisa sempre un metallaro sfrenato!"; Il tacchino indemoniato; Il pancione con il volto di Max che spunta da dentro.
I gusti di Ryo (Comico - Fantastico - Horror)

Rigoletto 24/4/15 12:04 - 1406 commenti

Quando lo vidi per la prima volta, appena uscito, non mi convinse; oggi, pur riconoscendogli di aver aperto un ramo diverso dai film della casa, l'ho rivalutato nella prospettiva offerta dai protagonisti (Henriksen e James), bravi, compatibili e soprattutto abili (complice il regista Isaac) nel riuscire a dare dignità a un film nel quale il tema portante era diventato obsoleto. Linfa nuova dunque per le case infestate e, anche se non ha fatto granché presa sul pubblico, una visione la vale tutta.
I gusti di Rigoletto (Avventura - Drammatico - Horror)

Pumpkh75 14/6/16 14:41 - 1222 commenti

Deve più di una cena a Craven: l’assunto iniziale (pretestuosissimo) è identico a quello di Sotto shock e successivamente pare di assistere a un sequel poliziesco di Nightmare, ma senza Freddy Krueger. Non sono fattori negativi, visto che le trovate visionarie hanno il loro non so che; Brion James e Henriksen la fanno da padroni e in fin dei conti va maluccio solo il finale da Mulino Bianco. Apprezzabile, anche grazie all'indimenticabile scena del tacchino.
I gusti di Pumpkh75 (Fantastico - Horror - Thriller)

Tomastich 19/2/10 11:31 - 1213 commenti

Con il classico trucchetto dei distributori italiani nel cambiare il titolo, questo Horror Show (chiamiamolo con il vero nome) si presenta come il classico thriller-horror dalle venature fantascientifiche. Si riallaccia a molti film sul killer che ritorna dalla morte (come succede in Shocker), tuttavia non annoia ed è adatto a chi adora questo tipo di pellicola, cioè chi pensa che il genere horror usa sia finito con Il seme della follia.
I gusti di Tomastich (Animali assassini - Horror - Thriller)

Jena 25/7/18 17:09 - 1058 commenti

Terzo capitolo della saga House, si discosta nettamente dai due predecessori (che erano horror comedy) per buttarla sul sanguinario spinto. E i primi 15/20 minuti funzionano alla grande fino a quando il pazzo viene arrostito sulla sedia elettrica; poi il film va avanti a fatica scopiazzando a più non posso da Sotto shock e Nightmare. Le due icone ottantiane Henriksen/James non deludono (in particolare il buon Brion, folle assatanato oversize con mannaia). Riservato a fan fanatici dell'horror anni 80.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Henriksen che entra nel covo del pazzo e trova pezzi di poliziotto ovunque, anche nel friggi-patatine; La scena della sedia elettrica.
I gusti di Jena (Fantascienza - Fantastico - Horror)

Mdmaster 15/10/10 12:10 - 802 commenti

La Casa 7? Neanche sapevo avesse questo titolo in italiano, divertente. Si tratta di un thriller con minime componenti horror e chiaramente debitore del ciclone "bruciato sulla sedia elettrica torna indietro", inaugurato negli anni '50 nei fumetti horror. Il cast è abbastanza in grado di reggere la storia e la pellicola è girata discretamente, anche se a volte s'impantana per mancanza d'idee e le sequenze ispirate non sono abbastanza. Tutto ciò, ovviamente, non risolve il dilemma di cosa c'entri con la serie di "House".
I gusti di Mdmaster (Avventura - Drammatico - Horror)

Kekkomereq 13/12/11 21:57 - 359 commenti

Dalla commedia demenziale (e peraltro divertente) si passa ad uno sciatto horror che fa accapponare la pelle da quant'è brutto. "La casa 7" ha buoni attori come Lance Henriksen e Brion James, ma far travestire quest'ultimo da donna è una scelta orribile (come quella di far travestire Kurt Russel in Tango & Cash). Il film è molto più splatter dei precedenti (un punto a suo favore) e cerca di proporsi come horror puro, ma la sceneggiatura sa di vecchio e di già visto. In "La casa 7" non troverete spaventi, ma solo tanti talenti sprecati.
I gusti di Kekkomereq (Azione - Horror - Thriller)