Cerca per genere
Attori/registi più presenti

OH, MIO DIO! MIA MADRE è CANNIBALE

All'interno del forum, per questo film:
Oh, mio Dio! Mia madre è cannibale
Titolo originale:Flesh eating mothers
Dati:Anno: 1988Genere: horror (colore)
Regia:James Aviles Martin
Cast:Robert Lee Oliver, Donatella Hecht, Valorie Hubbard, Neal Rosen, Terry Hayes, Katherine Mayfield, Suzanne Ehrlich, Louis Homyak, Ken Eaton, Alley Ninestein, Michael Fuer, Mickey Ross, Grace Pettijohn, Tony DeRiso, Marie Michaels
Note:Aka "Oh mio dio! Mia madre è cannibale", o "O mio dio! Mia madre è cannibale" o "Oh mio dio, Mia madre è cannibale".
Visite:1346
Il film ricorda:Mom (a Undying)
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 6
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
James Aviles Martin era lo sceneggiatore del demenziale I RAGAZZI DEL CIMITERO, film che con questo FLESH EATING MOTHERS condivide sia lo spirito di partenza (uno humor nero dai forti ed esagerati connotati splatter), sia il tipo di protagonisti (teenager dalla battuta facile e dal comportamento a volte imprevedibile). L’impostazione insomma è la medesima, con i sanguinosi effetti splatter a dominare la scena e a giustificare, in qualche modo, la spesa per la videocassetta (al cinema il film non è mai uscito). Il cannibalismo (coi suoi prevedibili assalti zombistici) è uno dei generi prediletti (per ovvie ragioni) dal cinema splatter e il suo inserimento come tema centrale è quindi una garanzia; specie se gli effetti speciali sanno valorizzarlo, come in questo caso: tranciamenti di braccia, sventramenti, imbracciamento di arti spezzati a uso personale e l'incredibile asportazione di un naso sono tra i molti effettacci presenti, che non risparmiano nemmeno un povero gatto rifugiatosi nell'immondizia. L'idea di madri cannibali che mangiano i loro figli è originale e divertente, specie perché affronta un tabù difficilmente infranto anche dai più arditi autori di horror: la violenza contro i minori. Purtroppo per noi la realizzazione, e segnatamente la regia, non sono all'altezza, rendendo palesi i grossi limiti di budget. Le scenografie e la fotografia sono di bassa qualità, la recitazione dell’intero cast approssimativa, il ritmo blando e i colpi di scena mal gestiti. La confezione insomma è davvero sciatta, la sceneggiatura penosa e se non fosse per qualche genialata inserita nei dialoghi e gli ottimi effetti sarebbe un disastro.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Schramm 18/10/14 12:25 - 2363 commenti

Il complesso di Medea è uno spunto potenzialmente devastante che non meritava una realizzazione così sciocca, molliccia e inerte, votata più al tic demenziale che a valorizzare testo e sottotesto e trascinare per i capelli nel settimo cerchio dantesco, ammorbando e non lasciando respiro. A peggiorare un già pessimo prodotto, una regia monocorde, attori anonimi, inconsistenza narrativa a manetta, dialoghi mortificanti scodellati dal solito atono doppiaggio penalizzante. A questo pessimo punto, se silly horror 80’s ha da essere, di gran lunga meglio una sana ripassata al catalogo Troma.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le animazioni al microscopio.
I gusti di Schramm (Drammatico - Fantastico - Horror)

Herrkinski 14/5/08 18:06 - 4504 commenti

Bizzarrissimo film che vidi su Antenna 3 nei primi anni '90 (bei tempi!). Idea abbastanza originale, sviluppo del film assurdo e pieno di siparietti comici a volte fuori luogo (il medico che guarda il virus al microscopio, con i germi fatti stile cartoon!). Dialoghi folli e doppiaggio pessimo, scene gore divertenti e ben fatte. Un'autentica bizzarria anni '80 da vedere comunque, possibilmente in compagnia di buoni amici e di una cassa di birra...
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Brainiac 6/2/09 11:49 - 1081 commenti

Visto sulla gloriosa emittente locale romana Super 3 ai tempi del liceo. Subito dopo averlo catturato su Vhs divenne un culto nella mia schiera di nerdissimi amici, per la comicità involontaria che trasudava (un personaggio, tale Rinaldi Lemonjello, divenne il nostro paladino) e per i sadismi assortiti che dispendiava a piene mani. La produzione indipendente ha i suoi pro, fra cui un'assoluto spregio per la logica commerciale ed un riuscito make up delle fameliche madri. Mi ricorda una puntata del manga Bem il mostro umano. Apologia di trashume.
I gusti di Brainiac (Commedia - Gangster - Horror)

Daidae 9/1/15 15:19 - 2611 commenti

Simpatico trashone americano ricco di scene terribili e recitato malissimo (anche se vista la caratura degli attori non ci si poteva aspettare chissà che). Alla fine se non lo si prende troppo sul serio può addirittura piacere, anche se ovviamente sta sotto la sufficienza, almeno per il sottoscritto. Ho visto di ben peggio.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La madre di Rinaldi gli fa bere il latte per intenerire la carne; Rinaldi becca un morso in testa, ma si alza tranquillo ed esce di casa.
I gusti di Daidae (Comico - Horror - Poliziesco)

Mco 8/7/09 18:37 - 2098 commenti

Stracult, ultratrash... Davvero esilarante nella sua demenzialità splatter, segnò la mia adolescenza allorché impazzava sulle reti locali nel periodo di massima libertà visiva e senza censure di alcun tipo. Rivisto negli anni Duemila forse perde un po' del suo intrinseco fascino "fou", ma resta qualcosa di davvero UNICO! Le idee talvolta devono essere rappresentate senza curarsi della loro esteriorizzazione e Martin questo lo sapeva bene...

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La frase sulla locandina italiana: "Indovina chi ti mangio a cena...".
I gusti di Mco (Animali assassini - Giallo - Horror)

Ryo 1/8/13 15:28 - 1926 commenti

Purtroppo sarò di parte, perché sono un amante dei film trash, volutamente trash! Se poi il film in questione è zeppo di effetti splatter, è difficile non trovare divertimento. Le battute tanto ridicole da divenire geniali, una trama talmente assurda da risultare originale (una malattia venerea che trasforma in mostri cannibali le donne contagiate). La regia e la fotografia saran pure scarse ma è un operazione che convince, nella sua totale voglia di divertire staccando il cervello (e qui il doppio senso è d'obbligo).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Oh Janis! Oh Rita! Oh cazzo!!!; Il figlio, dopo aver subito un grave morso alla tempia dalla madre "Questo è troppo mamma! Me ne vado!".
I gusti di Ryo (Comico - Fantastico - Horror)