Cerca per genere
Attori/registi più presenti

GIORNI D'AMORE SUL FILO DI UNA LAMA

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 6
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 22/10/11 DAL BENEMERITO FAUNO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Grande esempio di cinema a detta di:
    Fauno
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    Homesick
  • Non male, dopotutto a detta di:
    Myvincent
  • Mediocre, ma con un suo perché a detta di:
    Ciavazzaro, Faggi
  • Gravemente insufficiente! a detta di:
    B. Legnani


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 6/5/18 16:22 - 4426 commenti

Incredibile pastrocchio: parte in mÚlo cartolinesco (Venezia, Firenze e Pisa), vira sul mistery, poi sul gangster movie (nella pi¨ adeguata Livorno), per chiudere dapprima sul romantico e sfociare nel dramma. Nessuno dei registri toccati regge bene (da notare il boss mafioso che parla di sÚ in terza persona, come Giulio Cesare e Maradona). Recitato male (il protagonista, pi¨ che altro, fuma), in ambientazioni misere, senza budget (i poliziotti di Tranquilli in borghese, per risparmiare sulle divise...). C'Ŕ Torrisi, in una conversione assurda.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Homesick 23/8/16 10:43 - 5737 commenti

La lunga parentesi mafiosa, improbabile ai limiti del ridicolo e con frettolose e improvvise conversioni (Torrisi), Ŕ funzionale all'ignobile macchinazione dell'intrigo noir-sentimentale e alla conseguente bella lezione di vita impartita dal paterno e umilissimo vescovo, il personaggio pi¨ interessante e decisivo insieme alla ragazza coraggiosa, sensibile e generosa della Novak. Lawrence le prende come nei western e la Blanc ha richiami hitchcockiani. La regia di Pellegrini, sempre diretta e scorrevole, si destreggia tra i diversi registri narrativi e la pluralitÓ di splendide locations.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il colpo di fulmine tra Lawrence e la Blanc; l'umanissimo patriarca; il comprensivo discorso della Novak.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Ciavazzaro 17/5/13 23:05 - 4722 commenti

Piuttosto terribile. Si salva senza dubbio la stupenda Blanc, ma il film raggiunge notevoli vette trash (l'odioso boss e i suoi complici improbabili narcotrafficanti) e a volte risulta un pochino confuso. NÚ migliora nel finale quando sprofonda nel dramma con per˛ lieto fine (unica nota positiva, altrimenti il film sarebbe stato da buttare). Anche Venezia non viene resa benissimo. ** solo per Erika.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Myvincent 3/4/18 8:27 - 2286 commenti

Una love story giovane si schiude fra i canali di Venezia, per poi svanire a causa di motivi da verificare. L'orientamento romanticistico del film fortunatamente Ŕ controbilanciato dall'elemento mistery, sorretto da un plot che, per˛, sembra fare acqua qui e lÓ, attraverso fenditure che ne sbiadiscono la coloritura gialla. Salva la faccia il profilo sinuoso e accattivante di una giovanissima Erika Blanc.
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Fauno 22/10/11 20:10 - 1808 commenti

Quasi mai in questi film le istituzioni religiose stanno al posto giusto e sono obiettive, non ipocrite e ammanicate al potere... Il vero cancro sono i matrimoni combinati. Non per niente stravince la madre di lui quando ammette gli sbagli e soprattutto Giovanna, che capisce la situazione. Il resto del film (specie il boss mafioso che ripete sempre il suo nome e il commissario che spia da dietro i muri) Ŕ alquanto ridicolo, ma l'impennata finale che arriva dritto alla ghigna non Ŕ davvero male. E io che giÓ speravo di massacrarlo a suon d'improperi...

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Dý un po', mi preferisci morta o viva?" "Nuda!".
I gusti di Fauno (Drammatico - Poliziesco - Thriller)

Faggi 22/1/18 21:53 - 1390 commenti

Erika Blanc e Peter Lee Lawrence in qualcosa come La donna che visse due volte... all'italiana? Purtroppo no. Nella prima mezz'ora si fanno promesse da intrigo (giallo-romantico e paranoico-complottista) con carattere: non saranno mantenute. Si procede per accumulo, tentando di depistare, su note languorose, tra flashback (ricordi), malavita raffazzonata, gelosie sacrificabili, scazzottate western e agnizioni. Sorvolando sui molteplici pressappochismi la visione non Ŕ terrificante; l'insieme non Ŕ da buttare. Mezzo pallino in pi¨ per simpatia.
I gusti di Faggi (Fantascienza - Giallo - Poliziesco)