Cerca per genere
Attori/registi più presenti

NOTRE DAME

All'interno del forum, per questo film:
Notre Dame
Titolo originale:The hunchback of Notre Dame
Dati:Anno: 1939Genere: drammatico (bianco e nero)
Regia:William Dieterle
Cast:Charles Laughton, Cedric Hardwicke, Thomas Mitchell, Maureen O'Hara, Edmond O'Brien, Alan Marshal, Walter Hampden, Harry Davenport, Katharine Alexander, George Zucco, Fritz Leiber, Etienne Girardot, Helene Whitney, Minna Gombell, Arthur Hohl
Note:E non "Il gobbo di Notre Dame".
Visite:275
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 5
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 8/7/11 DAL BENEMERITO VON LEPPE

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Pigro 25/4/19 12:46 - 7375 commenti

Nuova versione cinematografica del romanzo di Hugo, realizzato con grande impegno produttivo nonché attorale: un grande Laughton sfigurato dà volto e corpo al gobbo che salva la bella zingara dall’impiccagione, modulando bruttezza, sensibilità e dolorosa umanità. Il film spinge il pedale sullo scontro tra retaggi retrogradi e modernità illuminista ed ecumenica, riassunti negli interventi del re (un po’ troppo) bonaccione. Ma è la grande "coreografia" hollywoodiana tra sentimenti, azione e ricostruzioni storiche ad avvincere e convincere.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Daniela 20/4/17 8:54 - 8306 commenti

Buona trasposizione, nonostante le semplificazioni (inevitabili) e l'edulcorazione dell'epilogo (evitabile). Fra il buono, l'atmosfera fra il gotico e l'espressionista esaltata dalla fotografia di Joseph August, nonché la prova del cast: se la bellezza di O'Hara è molto irlandese e poco zingaresca, risultano efficaci il gelido Frodo di Hardwicke, il vigoroso Mitchell re dei ladri e O'Brian, qui giovane, snello e molto attraente. E poi c'è Laughton, riconoscibile nonostante il pesante trucco, in piena gara di bravura con Lon Chaney: gobbo mostruoso eppure di commovente umanità.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'esposizione sulla gogna; L'assalto alla cattedrale; "Perché non sono di pietra come voi?".
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Il Dandi 20/4/19 22:06 - 1609 commenti

Questa della RKO è la miglior trasposizione del romanzo di Victor Hugo (benché anch'essa non priva di licenze). Di fatto è un remake migliorato della versione muta della Universal, di cui riprende l'impianto coreografico dell'ambientazione ma senza gli indugi che costringevano ad accelerazioni frettolose. Gioca a favore, nel paragone, anche l'interpretazione di Laughton, meno incline di Chaney all'horror shock: acquistando la parola il suo Quasimodo diventa consapevole e rassegnato, dotato di un più umano patetismo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Perché non sono di pietra come te?".
I gusti di Il Dandi (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Faggi 27/8/16 22:55 - 1418 commenti

Difficile trasporre in celluloide il multiforme pathos, la ricchezza della vicenda, il disegno dei personaggi con la loro umanità e le loro sfaccettature psicologiche (e psicopatologiche) presenti nel romanzo di Hugo. A conti fatti, comunque, questa pellicola affronta con gusto la vasta materia di partenza e restituisce bei momenti di cinema d'antan, dove il celebre personaggio del gobbo (interpretato da Charles Laughton) tiene banco e dove l'atmosfera complessiva ha capacità suggestiva.
I gusti di Faggi (Fantascienza - Giallo - Poliziesco)

Von Leppe 8/7/11 20:01 - 958 commenti

Charles Laughton è un buon gobbo, mentre Maureen O'Hara con le zingare non c'entra niente: difficile trovare una vera gitana nelle trasposizioni cinematografiche del romanzo di Hugo, che forse vale più per l'ambientazione e i personaggi che per la storia in sè. Frollo è il mio preferito e qui è ben interpretato da Cedric Hardwicke. Il gobbo della cattedrale non è mai entrato nell'olimpo dei classici horror, anzi è andato calando dal primo insuperato Lon Chaney fino a diventare una fiaba per bambini.
I gusti di Von Leppe (Giallo - Horror - Thriller)