Cerca per genere
Attori/registi più presenti

SETTEMBRE

All'interno del forum, per questo film:
Settembre
Titolo originale:September
Dati:Anno: 1987Genere: drammatico (colore)
Regia:Woody Allen
Cast:Denholm Elliott, Mia Farrow, Elaine Stritch, Jack Warden, Sam Waterston, Dianne Wiest, Ira Wheeler, Jane Cecil, Rosemary Murphy
Visite:575
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 6
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 25/12/08 15:45 - 10924 commenti

Quello di Settembre è il Woody Allen con ambizioni autoriali: la storia delle coppie che vivono in una villa del Vermont tre giorni di reciproche confessioni e in fondo di profonda infelicità è profondamente intrisa della passione del regista per la psicoanalisi e il totale approfondimento psicologico dei personaggi. Tuttavia al di là della (ineccepibile) cura formale (fotografia, musiche, testi e regia dimostrano la totale padronanza del mezzo) il film risulta troppo freddo per appassionare veramente lo spettatore.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Il Gobbo 25/7/07 9:23 - 3011 commenti

Reduce da una sfilza di film tra il buono e l'eccellente Allen può dare nuovamente sfogo alle sue ambizioni da auteur, e scomoda Cechov e Ibsen (in una confezione laccatissima con pallosissimi colori foloniani, in omaggio all'artista che gli disegnò il manifesto). Incredibile se si pensa che solo pochi mesi prima aveva centrato un mix inappuntabile di temi alti e divertimento intelligente e colto, che avrebbe dovuto dissipare i dubbi sulle sue credenziali. Ma potente è la forza dello snobismo.Senza pecche ma senz'anima.
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Renato 23/7/07 18:37 - 1495 commenti

Quando il grande Woody Allen rinuncia deliberatamente a far ridere, non è mai un buon segno... prova ne sia questo Settembre, sicuramente un film tecnicamente ineccepibile, ma che non resta certo impresso nella memoria oltre il tempo della visione. Raccontare gli intrighi sentimentali (e sessuali) di tre coppie che si fanno e disfano senza una logica apparente necessita di qualcosa in più di una sceneggiatura di ferro e buoni attori. Altrimenti, è solo il "compitino" di un grande professionista... Peccato, perché pare che Allen ci tenesse molto.
I gusti di Renato (Commedia - Drammatico - Poliziesco)

Enzus79 19/11/10 16:16 - 1568 commenti

Storia malinconica, dove problemi di amore e affini nascono fra sei persone. Woody Allen è un maestro nel raccontare certe vicende, ed infatti non c'è un dialogo che non si fa apprezzare, così come le interpretazioni della Wiest e della Farrow. Bergman insegna.
I gusti di Enzus79 (Fantascienza - Gangster - Poliziesco)

Didda23 7/4/14 9:35 - 2110 commenti

I rapporti umani, i tormenti, i sogni e le disillusioni vengono raccontate con un tono decisamente drammatico (comunque senza rinunciare a qualche nota ironica) che colpisce per la brillantezza della mise en scène e per la cura formale dell'impostazione quasi teatrale. Un'opera intimista e dai tratti tipicamente europei; Allen esplicita la propria passione per il grande regista svedese. Lavoro mostruoso sugli attori, con una fragilissima Mia Farrow da applausi. Un Woody minore, ma interessante.
I gusti di Didda23 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Minitina80 25/2/17 7:38 - 1984 commenti

Allen gioca ancora una volta a fare Bergman mettendo tre uomini e tre donne chiusi in uno chalet, ognuno dei quali perso in una profonda crisi d’identità e smarrito in un turbine affettivo fatto di sofferenza e confusione. Tuttavia qualcosa non funziona e malgrado la durata inferiore alla media i secondi non passano mai a causa di un muro di dialoghi privi di ispirazione. Finisce subito per essere sfiancante e noioso, vuoi anche per gli attori troppo montati e una Farrow decisamente sottotono che finisce per essere irritante. Da dimenticare.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Mia Farrow vestita da “profugo polacco”.
I gusti di Minitina80 (Comico - Fantastico - Thriller)