Cerca per genere
Attori/registi più presenti

MI PERMETTE BABBO!

All'interno del forum, per questo film:
Mi permette babbo!
Dati:Anno: 1956Genere: commedia (bianco e nero)
Regia:Mario Bonnard
Cast:Alberto Sordi, Aldo Fabrizi, Marisa De Leza, Rita Giannuzzi, Franco Silva, Sergio raimondi, Elli Parvo, Turi Pandolfini, Achille Majeroni, Paola Borboni, Riccardo Billi, Mario Passante
Note:Aka "Mi permette, babbo!"
Visite:1532
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 9
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 24/2/13 8:53 - 10927 commenti

Non tra i film più conosciuti di Alberto Sordi, merita una visione. Simpatica l'ambientazione, nonchè lo sguardo divertente e divertito sul mondo dell'opera lirica, il film ha una sceneggiatura non impeccabile (la storia si sviluppa poco) ma "vive" soprattutto grazie alle performances dei due grandi protagonisti. Alberto Sordi e Aldo Fabrizi si fronteggiano dando piena libertà alla loro verve comica e i duetti tra i due sono la cosa migliore del film.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Puppigallo 4/8/13 11:20 - 4331 commenti

Sordi, scroccone, mantenuto e Fabrizi (macellaio, padre della moglie di Sordi), con le sue espressioni e i commenti (è lui che paga per tutti, lavorando), tentano di reggere la baracca filmica poggiante su un'esile e stiracchiata sceneggiatura, che a un certo punto lascia addirittura il posto, per svariati minuti, alla Traviata, essendo ormai le idee ridotte al lumicino. Ed è un peccato, perchè i due protagonisti sono in ottima forma; e con scambi migliori e più continui ne avrebbero fatto un film più che godibile. Comunque, non male, visto che di sorrisi ne strappa ugualmente.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Fabrizi a Sordi: "D'ora in poi, o lavori, o te ne vai". E Sordi, dopo mezzo secondo di riflessione: "Me ne vado!".
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Matalo! 19/1/12 8:45 - 1358 commenti

Ok, un filmino. Ma quante risate... Retto dall'abilità dei protagonisti e dalla consumata abilità dei comprimari (grande Majeroni) si muove su un ambito caro a Bonnard e Sordi, due melomani forsennati. I duetti macellaio-aspirante basso lirico, nullafacente e poco dotato, sono scoppiettanti. Il Sordi preparolaccia resta il migliore della lunga carriera, in grado di fornire smorfie e vezzi linguistici e di timbrica vocale come nessun altro al cinema tout court. Piccola commediola ma dalle notazioni ambientali precise e gustose.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Sordi dottore della Traviata vede il volto del direttore d'orchestra trasformarsi in Verdi e...
I gusti di Matalo! (Commedia - Gangster - Western)

Rufus68 13/5/18 17:50 - 2630 commenti

Scorrevole, ma parecchio monocorde (è il caso di dirlo) riposando sulla dialettica, pur divertente, tra gli sbuffi e le intemerate trattenute di Fabrizi (telefonate dal roteare dell'occhio bovino) e l'impudenza di Sordi, invasivo, vittimista, arrogante e capace di terremotare Verdi dall'alto della propria allucinata megalomania. Poco altro rileva, a parte il simpatico Pandolfini, nonno eternamente affamato.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Belfagor 11/2/13 9:23 - 2593 commenti

Un cantante lirico sbruffone sposa la figlia di un ricco macellaio per mantenersi la carriera. I pregi fondamentali del film, velleitario quanto le aspirazioni del protagonista, sono due: far ridere sull'opera senza scadere nella volgarità e sfruttare al meglio il conflitto fra i personaggi di Sordi e Fabrizi, che regalano svariati scambi di battute. All'istrionismo del protagonista non resiste neppure la Traviata, che verrà sconvolta all'ultimo minuto nel divertente finale.
I gusti di Belfagor (Commedia - Giallo - Thriller)

Rigoletto 17/1/14 21:37 - 1401 commenti

Un Sordi alle prese con la lirica e una dose di megalomania non indifferente è il protagonista di questa leggera sciocchezzuola, che può vantare nel cast un pezzo da 90 come Aldo Fabrizi, bravo ma a mio avviso sprecato. Una più accurata sceneggiatura avrebbe potuto rendere maggior giustizia al talento dei due attori romani. Si sorride e nulla più. Innocuo.
I gusti di Rigoletto (Avventura - Drammatico - Horror)

Gabrius79 23/11/14 23:59 - 1111 commenti

Un film piuttosto statico e ripetitivo che fortunatamente non è troppo lungo. Ciò non toglie che a salvare la baracca ci siano il mestiere e la bravura di due mostri sacri come Alberto Sordi e Aldo Fabrizi (non a caso i momenti migliori sono i loro duetti). La lirica come filo conduttore diventa alla lunga noiosa.
I gusti di Gabrius79 (Comico - Commedia - Drammatico)

R.f.e. 22/6/09 18:03 - 819 commenti

A me questo filmetto di Sordi diverte abbastanza. Se ci pensate bene la pellicola è imperniata sui "velleitari", tutti quelli che, per dirlo alla romana, "vojo ma non posso", i palloni gonfiati che però "se la tirano". Il personaggio di Sordi è così (ma Sordi lo è stato in quasi tutti i suoi film), tanto da giungere a modificare il finale della Traviata! Lo è il suo maestro di canto, la moglie, il soprano che il maestro presenta al protagonista e così via. Apprezzabili gli attori di contorno: Fabrizi, Majeroni, Borboni, Billi.
I gusti di R.f.e. (Avventura - Azione - Erotico)

Graf 2/10/11 14:14 - 626 commenti

Film poco noto di Sordi ma schietto e gentile. Il film soffre di un grave errore di sceneggiatura: la storia non evolve mai, rimane uguale dall'inizio alla fine. Così vediamo Sordi, eterna promessa del bel canto, campare alle spalle di sua moglie Marina e del suocero (Aldo Fabrizi), facoltoso propretario di alcune macellerie. Continuerà a dedicarsi allo studio della lirica vita natural durante. Il film si regge sul disegno di alcune vivaci macchiette e sulle sapide e divertenti baruffe dialettiche tra lo scioperato Sordi e il sanguigno lavoratore Fabrizi.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Turi Pandolfini, suocero di Fabrizi, eterno affamato. Il continuo "commercio" di fettine di filetto tra macelleria e la casa dell'insegnante di canto.
I gusti di Graf (Commedia - Poliziesco - Thriller)