Cerca per genere
Attori/registi più presenti

UN GIOCO ESTREMAMENTE PERICOLOSO

All'interno del forum, per questo film:
Un gioco estremamente pericoloso
Titolo originale:Hustle
Dati:Anno: 1975Genere: poliziesco (colore)
Regia:Robert Aldrich
Cast:Burt Reynolds, Catherine Deneuve, Ben Johnson, Paul Winfield, Eileen Brennan, Eddie Albert, Ernest Borgnine, Robert Englund
Visite:601
Filmati:
Approfondimenti:1) ANTIEROI E PERDENTI NEL CINEMA DI ROBERT ALDRICH, 2) IL FETICISMO DELLA SCARPA AL CINEMA
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 8
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 1/3/11 DAL BENEMERITO LUPOPREZZO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Daniela 24/1/19 8:25 - 7716 commenti

Quando il cadavere di una ragazza viene rinvenuto su una spiaggia, la polizia liquida il caso come suicidio, ma il padre non crede alla versione ufficiale... Bel poliziesco in cui Reynolds, poliziotto meno cinico di quel che vuole apparire, finisce per infrangere la legge in quanto non in grado di tutelare le persone comuni contro ricchi e potenti. Regia grintosa, ritmo sostenuto, grande cast di supporto in cui spicca Johnson in uno dei migliori ruoli in carriera, un doppio epilogo cupissimo: sono gli ingredienti di un apologo che conferma il pessimismo individualista di Aldrich.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Rambo90 8/9/18 23:02 - 5589 commenti

Dramma poliziesco molto duro, dove la sceneggiatura cupa e amara non fa sconti a nessuno. Piuttosto lento ma ben sviluppato nei caratteri dei personaggi, coinvolge proprio perché ci si appassiona al loro destino, mentre l'intreccio giallo non è altro che un pretesto. Reynolds e Deneuve sono una bella coppia, Ben Johnson è in una delle sue performance migliori e il resto del cast è valido. Probabilmente il più drammatico e pessimista tra i film di Aldrich.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Pinhead80 23/5/12 14:31 - 3314 commenti

Gran bel poliziesco di Aldrich diretto con grande maestria. Il regista americano non ha alcun timore nel mettere a nudo la società nelle sue varie sfaccettaure colpendola laddove è più vulnerabile. La dicotomia puritani/perversi fa da sfondo alla storia, così come il controverso rapporto tra Reynolds e la Deneuve è funzionale alla caratterizzazione dei personaggi. Personaggi che cercano di fuggire dalla realtà in cui sono immersi, ma che sono tristemente ancorati a ciò che sanno di essere. Da vedere.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Memmoli nella parte del foot fetish man; Il padre della ragazza assassinata durante la proiezione del filmino che vede come protagonista sua figlia.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Buiomega71 23/4/11 12:42 - 1924 commenti

Un Aldrich amarissimo e feroce in un poliziesco duro e spietato. Non ha peli sulla lingua il grande Bob: pornografia, feticismo, cinismo e false illusioni sino ad un finale amarissimo e doloroso. La coppia Deneuve/Reynolds funziona alla grande: seppure agli antipodi, insieme fanno faville. Reynolds è molto più misurato che nel precedente Quella sporca ultima meta e Aldrich si conferma assoluto cantore di un cinema che colpisce allo stomaco, come farà nel successivo I ragazzi del coro. Un vero e propio capolavoro, da non mancare.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il feticista di George Memmoli al posto di polizia, con una borsa piena di scarpe da donna usate appena rubate e che continua ad annusare.
I gusti di Buiomega71 (Animali assassini - Horror - Thriller)

Fauno 6/11/13 11:18 - 1780 commenti

L'enigma che fa da sfondo è una storia molto triste; solo che la cultura europea, rappresentata da un tenente irlandese e da una prostituta di lusso, francese e coadiuvata da un sergente di colore, contrasta molto bene le tradizioni di un paese "sottosviluppato con la tv a colori", in primis quella di avere la legge al servizio di chi paga, mentre i reduci delle loro assurde guerre "facevano meglio" a morire. I miracoli però riescono una volta sola... Molto bravo Ben Johnson, che emerge su Reynolds, ben più famoso. Ottimi i primi piani della Deneuve.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Borgnine che propone di far arrestare la Deneuve per Natale per fare un regalo alle lesbicacce carcerate...
I gusti di Fauno (Drammatico - Poliziesco - Thriller)

Nicola81 26/3/18 12:28 - 1597 commenti

Un Aldrich in controtendenza rispetto ai canoni del poliziesco metropolitano anni '70, recupera quelle atmosfere da noir vecchia maniera, mostrandoci tutto il marciume e le contraddizioni dell'opulenta società americana. La giustizia è un'utopia, solo con la vendetta si possono (forse) pareggiare i conti, ma l'amarissimo epilogo non concede nessuna illusione. Personaggi ricchi di sfaccettature e ottimo cast, con la strana coppia Reynolds/Deneuve a funzionare meglio del previsto e un Johnson padre disperato che pure non suscita sempre simpatia.
I gusti di Nicola81 (Gangster - Poliziesco - Thriller)

Lupoprezzo 1/3/11 19:04 - 635 commenti

Gran poliziesco, che affonda nel romantico recuperando le atmosfere malinconiche di un tempo. All'indagine si alterna la storia d'amore tra il detective (un meraviglio Burt Reynolds) e la sua amante (una Deneuve non proprio a suo agio, ma che se la cava alla grande). Disilluso, cupissimo e bellissimo il finale. Certi ambienti ricordano il successivo Hardcore di Paul Schrader. Piccola parte, ma significativa, per Robert Englund.
I gusti di Lupoprezzo (Horror - Poliziesco - Western)

Rocchiola 12/9/17 15:12 - 483 commenti

Seconda opera nata dal breve soldalizio tra Reynolds e Aldrich. Un poliziesco duro e pessimistico generalmente sottovalutato e oscurato dal successo della precedente Sporca ultima meta. L'indagine nell'ambiente della pornografia anticipa Hardcore. Englund futuro Freddy Kruger pone fine alla vicenda in un modo brusco e amaro che ricorda Vivere e morire a LA. Unico neo le lunghe parentesi romantiche sulle note di Aznavour. Un film dalla parte dei perdenti venato di un romanticismo noir d'altri tempi che nel finale sfoga tutto il pessimismo del regista.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il feticista Memmoli; Johnson abbattuto di fronte al filmino porno della figlia; L'interrogatorio all'albino; L'esplosione ascoltata al telefono.
I gusti di Rocchiola (Guerra - Poliziesco - Western)