Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LA PROVA D'AMORE

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 6
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 10/2/11 DAL BENEMERITO FAUNO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Davvero notevole! a detta di:
    Fauno
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    Lucius, Marcolino1
  • Mediocre, ma con un suo perché a detta di:
    Cotola
  • Scarso, ma qualcosina da salvare c'è a detta di:
    B. Legnani, Markus


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 25/2/18 2:36 - 4467 commenti

Purtroppo certi momenti politici un po' ridicoli dànno al film un che di mal digeribile, così come prestazioni attoriali non sempre all'altezza ed un finale che definire pluri-telefonato è quasi riduttivo. Funziona invece la Galleani, che qui mostra una varietà espressiva sorprendente, che dà una non trascurabile credibilità al personaggio. Mediocrissimo invece Zanin, il Titta di Amarcord. Amato ripete stancamente il suo cliché. Per poco, ma non riesco a dargli **

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La Tamburi parla dell'uso delle mutandine.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Cotola 5/3/18 0:41 - 7042 commenti

Prevedibile per certi snodi narrativi (in particolare il finale), il film ha una sua dignità drammatica e drammaturgica che viene però smorzato da qualche momento comico che si rivela fuori luogo poiché più indicato per una commedia scollacciata. Lasciano il tempo che trovano, per fortuna brevi, le parentesi politiche. Buona la prova della Galleani, un po' troppo da stoccafisso quella di Zanin. Con un po' di generosità e viste le aspettative non troppo alte, si può arrivare a due pallini.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Markus 26/2/18 11:02 - 2929 commenti

Se non fosse per lo sfoggio di pantaloni scampanati e le riunioni al "collettivo" si stenterebbe a credere che la vicenda sia stata concepita nel bel mezzo degli Anni '70. Il rapporto e quindi la "prova d'amore" di una liceale illusa dal suo fidanzatino belloccio e scafato sarà messa in discussione da seduzioni e tradimenti - sessuali e non - di chi la circonda. L'opera di Tiziano Longo appare datata e inconcludente sotto tutti i profili; resta qualche buona caratterizzazione e la convincente prova attoriale della protagonista Ely Galleani.
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

Lucius  10/10/16 20:22 - 2752 commenti

Quasi un dittico con Lo stallone. Famiglia tipo e comitiva sui generis, con un burlone che ricorda il ciccione in vena di scherzi di Week-end di terrore. L'incipit fa pensare alla serie di Porky's, ma bastano dieci minuti per entrare nel drammatico. E che drammatico. Si gioca coi sentimenti altrui lasciandosi andare alla libidine più voluttuosa. Eh sì, Longo sa come erotizzare lo spettatore... Zanin sarebbe potuto diventare il nuovo Delon o il nuovo José Luis Manzano. Il suo personaggio è purtroppo alquanto verosimile. Una commedia dai risvolti amari. Piccante.
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)

Fauno 10/2/11 12:35 - 1822 commenti

Da quanto ne sono uscito schifato potrei dare un pallino solo, ma do atto al regista di aver lavorato a regola d'arte per questa mia reazione, creando un personaggio maschile da disintegrare, peggio di Pitt in Kalifornia o dell'infermiera di Qualcuno volò sul nido del cuculo... Purtroppo questi personaggi sono sempre stati presenti in tutte le compagnie di giovani e da quel punto di vista difendo con orgoglio la mia asocialità, se quella deve essere la moneta da pagare. Lasciamo poi perdere le solite Asti e Prevost tardone, insulse e decerebrate...
I gusti di Fauno (Drammatico - Poliziesco - Thriller)

Marcolino1 21/12/16 18:42 - 401 commenti

Una commedia giovanilistica con i noti cliché umoristici e l'aggiunta di risvolti drammatici. Il personaggio interpretato da Zanin rappresenta la demolizione del macho che si "sgonfia" appena scoperta la falsità delle vanagloriose imprese dongiovannesche. Il film sembra avere un tono ammonitore per le prime relazioni amorose e la fatidica "prima volta" (mai fine a se stessa e sempre relazionata a un sentimento) conferendo un fine morale alla vicenda. Buoni Zanin e la Galleani nel loro ruolo e anche la Asti in veste di seduttrice matura.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La Asti pittrice e le proposte artistiche a Zanin di posare come modello "naturista" (le stesse fatte a Jean Claude Verne ne Le dolci zie).
I gusti di Marcolino1 (Documentario - Fantascienza - Musicale)