Cerca per genere
Attori/registi più presenti

ANOTHER YEAR

All'interno del forum, per questo film:
Another year
Titolo originale:Another Year
Dati:Anno: 2010Genere: drammatico (colore)
Regia:Mike Leigh
Cast:Jim Broadbent, Lesley Manville, Ruth Sheen, Oliver Maltman, Peter Wight, David Bradley, Martin Savage, Karina Fernandez, Michele Austin, Philip Davis, Imelda Staunton
Note:Candidato all'oscar come "Miglior sceneggiatura originale".
Visite:872
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 17
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 8/2/11 DAL BENEMERITO DIDDA23 POI DAVINOTTATO IL GIORNO 29/12/12


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 26/8/11 7:10 - 10987 commenti

Un grande regista si vede quando riesce a raccontare con maestria anche storie apparentemente minori, come la quotidianità delle persone. Ce lo dimostra Mike Leigh in questo bel film in cui la scansione delle stagioni è parallela alla vita di un piccolo nucleo famigliare. Sceneggiatura di ottimo livello e grandissima prova di un cast eccellente per un film solo apparentemente lento ma in realtà efficacissimo per descrivere il passaggio del tempo e i suoi testimoni.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Pigro 15/4/13 9:24 - 7365 commenti

Hai l’impressione di averli conosciuti tutti: bravura della stratosferica scuola attorale inglese, che qui si rivela in interpretazioni magnifiche. A cominciare da Manville, dolente vittima dell’esistenza, amica di famiglia di due coniugi che sembrano usciti da un film di Capra. E che non a caso si chiamano Tom e Gerry, avvolti in una inossidabile serenità, mentre il mondo fuori soffre, ferito dal tempo che passa e che a loro due porta solo una maggiore tenerezza, soffusi in un’aura che ricorda quella che avvolge Marge e marito in Fargo.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Cotola 18/2/11 20:51 - 7087 commenti

Splendido ed isolato fiore nel semi-deserto del cinema contemporaneo. Narrando una storia fatta di pochissimi eventi (scanditi dal ritmo delle stagioni e dai lavori dell'orto), il regista inglese continua ad indagare sulla natura umana e continua a farlo con grande acume, maestria e sobrietà, suscitando emozioni a profusione che scaturiscono dalle cose più "semplici" e "banali". Grande sceneggiatura, meravigliosi tutti gli attori con una Manville indimenticabile. Cento di questi "anni" mr Leight e, ovviamente, cento di questi film.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Rebis 17/2/11 20:45 - 2075 commenti

Il cinema di Mike Leigh fa bene alla salute. Qui si beve e si mangia a più non posso, si chiacchiera a non finire, scorrono le lacrime trattenute dai segreti, scoppiano le risa sottaciute alle bugie; ecco che riaffiora cosa è rimasto di ciò che eravamo in quello che siamo diventati... Un cinema d'attori - personaggi senza interpreti - innamorato della vita, dove il tempo che trascorre è più importante delle storie che racchiude, e il quotidiano si fa arte dell'esistere. Eccezionale la rosa d'attori. Illuminato.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Capannelle 30/8/11 8:26 - 3584 commenti

Another year comprende quei personaggi realistici che Leigh ama tratteggiare con l'abilità che gli è propria e che lo rende una garanzia nel campo. Non ci sono enfatizzazioni ricorrenti come le nevrosi strombazzate, i drammi dal passato o coppie apparentemente perfette di cui si scoprono gli altarini. La storia prende e fila via brillantemente (e con notevole eleganza) per almeno tre quarti di pellicola per concludersi con una splendida scena finale. Ottimo il parco attori.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Giùan 26/2/14 15:03 - 2667 commenti

Leigh fa un rischioso passo avanti nella sua fenomenologia delle relazioni umane spingendo lo spettatore ad assumere il punto di vista dei Tom & Gerry nati con la camicia, salvo poi farcene quasi vergognare, lasciandocene percepire (con lenta inesorabilità) la frustrante glacialità e l'egoismo non impietoso ma sì autoprotettivo. Azzardo che il regista inglese calcoli dall'alto di un magistero espressivo che incalza verosimigliaza e naturalezza come nessun altro. Un altro anno, un altro film, Mary verso il baratro, noi a guardare con accondiscente superiorità.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La formidabile prova recitativa di Lesley Manville (la sciroccata Mary); Gerry a Mary: "Mi hai profondamente delusa".
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Belfagor 14/8/11 17:12 - 2601 commenti

Lo scorrere delle stagioni si unisce ad una cronaca familiare di gioie e dolori che scaturiscono dalla poesia delle piccole cose. Leigh unisce un cast di prim'ordine per osservare lo scorrere apparentemente semplice degli eventi più quotidiani. E così, fra chiacchiere, cene e bevute, gli spettatori entrano in un mondo popolato non da semplici personaggi, bensì da persone descritte con un sorprendente realismo. A dispetto di un cinema che sembra incapace di slegarsi dalla finzione costante, Leigh ci offre un film serio, maturo, illuminante.
I gusti di Belfagor (Commedia - Giallo - Thriller)

Paulaster 12/4/19 10:36 - 2379 commenti

Quattro giornate di un anno per un gruppo familiare. Sceneggiatura in ambito domestico raccontando le microesperienze e i legàmi decennali. Straordinaria la coppia protagonista, che interpreta perfettamente i ruoli coniugali dando l'impressione di un'alchimia e intimità sincera. Qualche ruolo secondario appare invece troppo carico per le circostanze. Ultima parte che volontariamente offre una sorta di stacco temporale e appare fin troppo diretta nei toni.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il ruolo depresso della Staunton; Il parcheggio obliquo; La prima buca a golf; Il figlio in ritardo al funerale.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Myvincent 4/3/17 16:09 - 2336 commenti

Una storia come tante, un altro anno che passa con la solita vita e le novità: il film racconta questo e con una messa a fuoco della quotidianità sorprendentemente semplice ma efficace. Al centro di tutto una famiglia forte, la cui casa sarà l'ambiente preferito di tanti personaggi, dove troveranno rifugio in vario modo. Ci manca solo qualche bel musetto in più, giusto per soddisfare l'aspetto estetico che non è mai da sottovalutare.
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Didda23 8/2/11 14:51 - 2137 commenti

Leigh ci regala un piccolo gioiello grazie soprattutto ad una sceneggiatura impeccabile ed elegantissima. Il regista riesce a mostrare la quotidianità con semplicità e i personaggi che la vivono sono molto realistici (gran merito va agli attori, tutti eccellenti). Fa sorridere, fa riflettere e soprattutto commuove. Il tema della solitudine della condizione umana è reso ottimamente. Al cinema un paio di persone sono uscite prima del termine, segno tangibile che si tratta di Gran Cinema!
I gusti di Didda23 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Mickes2 2/1/12 15:22 - 1551 commenti

Mike Leigh si conferma narratore di sublime delicatezza e pregnanza sentimentale, in questo spaccato di vita sentito e intriso di umanità. Le stagioni si susseguono, gli stati d’animo mutano in divenire fino a scontrarsi inevitabilmente con le proprie paure, le sfaccettature caratteriali, i malesseri che si covano e non trovano sfoghi o appoggi morali in grado di assecondarli o accudirli. Commovente e viscerale la splendida interpretazione di Lesley Manville immersa nella sua ineluttabile solitudine. Grandissimo cinema. ***!
I gusti di Mickes2 (Erotico - Fantastico - Western)

Jandileida 7/12/17 9:48 - 1143 commenti

Sinceramente l'ho trovato abbastanza piatto, con il peccato grave di essere popolato da personaggi che mi sono parsi più che altro stereotipi dei diversi modi in cui si affronta la vita: ci sono la sola, la comprensiva, lo sconfitto, il soddisfatto ma tutto così, un po' in superficie, senza avere in fondo molto da dire. Attori comunque bravissimi, regia a tratti anche non banale ma sono rimasto deluso. La fidanzata del figlio è tra i personaggi più insopportabili del cinema universale.
I gusti di Jandileida (Azione - Drammatico - Guerra)

Kinodrop 16/2/17 20:37 - 1140 commenti

Intorno a una matura coppia colta e gentile ruotano personaggi con problemi affettivi ed esistenziali, che cercano in essa una sorta di punto fermo e di conforto. Splendida commedia che fa tesoro della grande tradizione teatrale inglese e su un cast perfettamente nei rispettivi ruoli, che stupisce per la naturale professionalità. La lentezza scandita nel succedersi delle stagioni e nel lavoro dell'orto costituisce la cornice temporale e affettiva delle storie. Manville superlativa e non certo da meno gli altri attori. Ancora una volta un grande Leigh.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il "sorriso" di Sheen; Le sfumature del volto di Manville; Il finale.
I gusti di Kinodrop (Commedia - Drammatico - Thriller)

Xamini   14/4/11 12:58 - 916 commenti

Una non storia in cui a farla da padrona è il quotidiano, il banale, se vogliamo, nell'interpretazione minuziosa di un cast più che mai alla ricerca del realismo. Leigh gioca con la distanza dal suo pubblico, mettendo in scena gioie e tristezze nel trascorrere delle stagioni: se i personaggi restano assisi alla loro condizione iniziale (amara o gioiosa che sia), è nella presa di coscienza (anche fisica) di Mary che emerge lo scorrere del tempo, assieme a una nuova empatia con lo spettatore nel momento in cui si rende conto che esistono i ghetti della disperazione e della felicità, dietro a un'apparenza di comunicazione. Sottile lavoro che rimane.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'inquadratura finale, il modo in cui la camera si sposta e taglia in due di netto i volti e le parole.
I gusti di Xamini (Commedia - Drammatico - Fantastico)

Lupoprezzo 22/10/12 11:10 - 635 commenti

Il cinema del quotidiano vivere sembra appartenere di diritto al regista britannico che con sensibile introspezione si divincola tra gli interstizi umorali, portando in superficie l'urgenza d'amore e d'affetto, indispensabili per l'equilibrio vitale. "Un altro anno" raccontato con il fluire delle stagioni, tra mangiate, bevute, sguardi e dissolvenze (insomma il cinema di Mike Leigh). I due protagonisti (un po' antipatici) sono il faro nella notte che ancora disperatamente alla vita i personaggi. Il film scorre senza una vera sceneggiatura, come la vita.
I gusti di Lupoprezzo (Horror - Poliziesco - Western)

Ilcassiere 24/2/11 21:26 - 282 commenti

Delicato affresco di Leigh che racconta quattro stagioni che scorrono insieme alle vite dei protagonisti. Si intrecciano solitudini ed amicizia perché "la vita non è sempre generosa". La casa di Tom & Jerry (!!!) è un rifugio accogliente per tutti, dal figlio finalmente innamorato all'amica disperatamente sola. Un buon film, anche se un po' troppo lento.
I gusti di Ilcassiere (Commedia - Giallo - Thriller)

Qed 12/2/11 15:44 - 54 commenti

Frammenti di esistenze più o meno distanti abbozzano una sineddoche ("alcune vite" per "la vita"), il risultato è riuscito e senza forzature: il gioco delle parti che a ciascuno tocca suo malgrado, con gli intoppi, le felicità, le inerzie, le prospettive distorte, le apparenti banalità. Alcune sequenze hanno momenti di debolezza, con qualche insistenza eccessiva; resta però il merito indiscutibile di lasciar spazio (forse persino troppo libero) alla riflessione, specialmente su sé stessi. Cast sbalorditivo, musiche e fotografia adeguate.
I gusti di Qed (Azione - Drammatico - Giallo)