Cerca per genere
Attori/registi più presenti

TANTO VA LA GATTA AL LARDO...

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 7
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 27/1/11 DAL BENEMERITO MANFRIN

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 5/2/11 21:39 - 4486 commenti

Quattro episodi di livello disuguale. Scarsotto "Le tre verginelle" [*½], barzelletta già vista. Non male "Fuga nella valigia" (ispirato dalla vicenda Kappler), anche grazie alla verve della Valeri e di Fiorentini [**]. Ripetitivo "Amore coniugale" [*½] nonostante la bravura della Cortese (la preferisco quando fa l'aristocratica di quando fa la svenevole) e di Walter Chiari. Il migliore è "Processo per direttissima" [**½], statico ma frizzante, con Salce e Hintermann grandissimi. La media è **.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Galbo 20/6/13 20:37 - 11000 commenti

Film ad episodi con l'ambizione di moraleggiare sui costumi italici. La sue frecce sono però spuntate. Glia autori confondono l'umorismo con la volgarità, l'acume con il linguaggio becero. Anche gli attori non offrono una grande prestazione con l'eccezione di Luciano Salce che spicca su tutti. Inutile.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Il Gobbo 1/2/12 23:54 - 3011 commenti

Potenza dei debiti, che spingono ad accettare qualsiasi copione, ancorchè trivialissimo! Così Sindoni (sotto pseudonimo quindi anche lui a occhio e croce non convintissimo) si ritrova per le mani un cast di alto lignaggio: margaritas ante porcos? Atroce l'episodio con la Valeri, il migliore è quello con Chiari e la Cortese, nel quale azzardiamo ravvisare qualche reminiscenza di Ionesco nientemeno.
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Homesick 5/5/12 16:50 - 5737 commenti

L’unica cosa che funziona sono gli “spot” di Satta Flores contro disguidi e ritardi delle Ferrovie dello Stato, specchio di un’Italia che in trentaquattro anni non è cambiata affatto, mentre i quattro episodi veri e propri si trascinano vuoti, chiassosi, volgari e ripetitivi, giocando con il sesso e la parodia ed irridendo il ménage coniugale e il moralismo. Degli attori abituali delle commedie ad episodi dirette da Sindoni si distinguono la Cortese aristocratica del terzo episodio e il Salce serioso del quarto; il tifoso napoletano di Satta Flores tornerà in Ridendo e scherzando.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le pubblicità di Pejo, Fernet Branca e Punt e mes disseminate qua e là; «Che ambientaccio...! Buonasera.».
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Markus 15/2/17 11:45 - 2972 commenti

Fiacca commedia composta da quattro episodi con grandi nomi dello spettacolo e qualche pretestuoso rifermento all'attualità di allora. "Le tre verginelle" (**): si ridacchia appena, ma si gode di un Salce nei panni di insolito tombeur de femme. "Fuga nella valigia" (**!): spassosa vicenda con una Valeri in gran spolvero. "Amore coniugale" (*!): coniugi litigano e non si accorgono che è iniziata una guerra, ma la messinscena fila poco. "Processo per direttissima" (**): un po' logorroico e claustrofobico, ma molto ben scritto e recitato.
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

Rambo90 31/5/15 17:46 - 5960 commenti

Niente di che: quattro episodio fiacchissimi, dalle trame povere e girati alla meno peggio. Il migliore è forse l'ultimo, che almeno può contare su un Satta Flores in palla e su uno stuolo di volgarità che alla lunga fanno anche ridere. Per il resto non si sorride mai, nemmeno grazie al cast che pare impiegato davvero male (soprattutto Franca Valeri). Tremendo.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Manfrin   5/2/11 20:33 - 306 commenti

Piacevole film ad episodi ben interpretato da un ottimo cast e con sceneggiature di buon livello specie nella prima parte. Molto validi i primi due, rispettivamente con un goliardico Salce alla Amici miei e una divertente coppia Valeri-Fiorentini nel secondo. Al limite del paradosso il terzo con il grande Walter Chiari e la solita, aristocratica Cortese. Chiude il film Satta Flores, napoletano verace, forse un po' troppo, processato in uno scompartimento ferroviario da alcuni bempensanti che si riveleranno peggio di lui. Da riscoprire.
I gusti di Manfrin (Giallo - Poliziesco - Thriller)