Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LA DALIA AZZURRA

All'interno del forum, per questo film:
La dalia azzurra
Titolo originale:The blue dahlia
Dati:Anno: 1946Genere: gangster/noir (bianco e nero)
Regia:George Marshall
Cast:Alan Ladd, Veronica Lake, William Bendix, Howard De Silva, Doris Dowling, Tom Powers
Note:Sceneggiatura di Raymond Chandler.
Visite:323
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 6
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 13/1/11 DAL BENEMERITO STEFANIA

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 4/8/13 21:36 - 10903 commenti

Scritto da Chandler, è un noir abbastanza tradizionale ma nel contempo "robusto"; questo grazie alla buona sceneggiatura d'autore che nobilita (anche attraverso bei dialoghi) una storia non particolarmente originale. Del cast, un pò sottotono Alan Ladd, spiccano Veronica Lake e William Bendix.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Homesick 27/1/13 16:46 - 5737 commenti

A dispetto del finale sbrigativo e monco – a quanto pare provocato dalle pressioni della Marina statunitense - è un titolo cui la filmografia thriller-noir futura non deve poco: il progressivo stringersi dell’intreccio poliziesco intorno alle indagini di un innocente in fuga (nonché marito cornuto), le frequenti scene d’azione, l’ambigua figura del detective e il personaggio psichicamente instabile di Bendix, insieme falsa pista e vittima dell’atroce guerra appena conclusa. Ladd se la cava pur non possedendo il physique du rôle e consolida la sua proficua partnership con la Lake.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Bendix ossessionato dalla musica e dal ricordo della donna che strappa i petali; il fiammifero acceso con un colpo di pistola. .
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Tarabas 30/1/13 10:33 - 1608 commenti

Tratto da un romanzo incompiuto, che Chandler riciclò per lo schermo. Un reduce dal fronte del Pacifico scopre che la moglie, fedifraga e alcolizzata, ha causato la morte del figlio e frequenta un giro losco. Più importante (per l'accumulo di temi che diverranno classici) che interessante, girato senza guizzi, ha il suo principale valore nelle interpretazioni splendide di un gran cast, dominato dalla Lake, suadente e ambigua e da Bendix nel ruolo del reduce suonato e violento. Finale inconcludente.
I gusti di Tarabas (Commedia - Gangster - Western)

Daniela 8/2/15 17:25 - 8008 commenti

Quando viene assassinata una donna infedele, il primo ad essere sospettato è il marito, un reduce appena tornato dal fronte... Chandler sceneggia, la coppia Ladd & Lake fornisce il collaudato charme, il cast di contorno annovera le facce giuste, infine da Marshall, altrove bravo artigiano, si poteva attendere una regia più che discreta. Invece è proprio la regia il punto debole di questo noir: piatta, impersonale, non valorizza la storia e spreca un bel personaggio, quello interpretato dal grosso ed instabile Bendix, sempre sull'orlo dell'esplosione di follia. Vedibile, ma poco riuscito.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Saintgifts 1/2/11 22:48 - 4099 commenti

Il soggetto è di Raymond Chandler e anche la sceneggiatura, l'unica che ha scritto per il cinema. Non c'è Marlowe, ma c'è Alan Ladd nei panni di un valoroso comandante di ritorno dalla guerra con due suoi compagni. La mano del maestro si riconosce, oltre che per l'originale intreccio della storia, nell'invenzione dei personaggi, tutti fortemente caratterizzati e ben rappresentati da attori molto in parte, dove, oltre a Ladd e alla Lake, spicca un bravo William Bendix. La mancanza di calore nella recitazione funziona per questo tipo di noir.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Stefania 13/1/11 1:43 - 1600 commenti

Congedato dal fronte, l'ex-aviatore Johnny è sospettato dell'omicidio della moglie, alcolizzata e fedifraga. Dovrà nascondersi e trovare il vero colpevole con l'aiuto di due ex-commilitoni e dell'affascinante Joyce, che l'ha stregato... I dialoghi taglienti sono puro "hard boiled", così come la disillusa amarezza dei caratteri, la Los Angeles di piombo, di jazz e di neon. Ma la censura impose un finale consolatorio, una soluzione forzata che sparge zucchero, non sale, sulle ferite ancora aperte di Johnny, di Joyce, di tutti. Peccato, ma resta un bel noir, disforico con finale (finto) euforico!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Calzante il protagonista Alan Ladd: "il nano più alto del mondo", dicevano? Io direi piuttosto... il più sexy!
I gusti di Stefania (Commedia - Drammatico - Giallo)