Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LA BELLEZZA DEL SOMARO

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 19
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 29/12/10 DAL BENEMERITO MTINE
PROSSIMAMENTE: un nuovo commento (firmato PAULASTER) a questo film verrà pubblicato il giorno 19/3/19 alle 14:35


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 30/4/11 7:18 - 10758 commenti

Per la sua terza prova da regista (il film è stato scritto dalla moglie Margaret Mazzantini), Sergio Castellitto realizza una commedia corale che ha come spunto (un po' abusato nel cinema italiano) il conflitto generazionale. Godibile a tratti, la pellicola ha il difetto di una struttura eccessivamente manichea e quella di mostrare (senza avere lo spazio necessario per approfondirli a dovere) troppi personaggi. Del cast, la migliore è Laura Morante.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Pigro 8/12/15 22:40 - 7173 commenti

Il tema dell’incomprensione transgenerazionale, precipitato nella liaison amorosa tra una ragazzina e un anziano, aveva grandi potenzialità, sprecate in una storia incapace di tenere la barra sulla leggerezza e che invece svacca nella comicità sguaiata condita di sentimentalismi e allusioni simboliche banali. Castellitto accelera il ritmo e moltiplica le situazioni surreali e i personaggi caricaturali senza mai riuscire a smuovere un sorriso. Più isterico che arguto, il film perde l’occasione di raccontare una storia originale e interessante.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Schramm 10/12/11 13:06 - 2249 commenti

Zulawski alla burina. La crisi non è solo quella dei 50 o dei gap degenerazionali: quando i mondi non si scontrano più ma smettono di incontrarsi, ecco che la crisi è di quelle cosmiche. Castellito ce lo urla felicemente sguaiato con uno stuolo di personaggi eccessivi nel loro macchiettismo, tutti in gara a chi meglio elogia il sopra-le-righe; la regia segue con rigore ed eleganza da cartolina laccata uno Jannacci che pare il Jodorowsky de noantri, attorno al quale si forma e scompone di continuo un mosaico di bizantine nevrosi. Si pecca voluttuosamente di ratio e di captatio benevolentiae, ma fa parte del gioco: prendere o lasciare.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La patta dei pantaloni è come l'inconscio: non sai mai quello che ci troverai dentro.
I gusti di Schramm (Drammatico - Fantastico - Horror)

Markus 27/6/14 14:22 - 2730 commenti

La vicenda dello scontro generazionale tra genitori e figli non è cosa nuova e certamente l’astuta mossa di spacciarci il compianto Jannacci per il fidanzato della figlia adolescente della coppia Castellitto/Morante appare funzionale ma, terminato l’effetto sconcertante, tutto si appiana e, al saldo, resta un film fastidiosamente radical-chic/sinistroide ambientato nell'ennesimo casolare italico con cipressi e luce del sole creata con le lampade sparate sul volto. Questo genere di film, per favore, fateli girare ai francesi.
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

Capannelle 8/2/13 8:48 - 3511 commenti

E bravo Castellitto: una reunion familiare che poteva avere i consueti, melensi risvolti melodrammatici assume invece un registro semiserio, rischiando sì di andare sul pacchiano ma trovando invece un buon equilibrio tra grottesco e riflessivo. Ogni tanto qualche dialogo o smorfia non necessari, ma diverse sequenze divertono e l'insieme dei personaggi si muove bene, dal trio di quarantenni alla disfida tra la preside e la giornalista. E... indovina chi viene in campagna!
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Rambo90 5/3/14 22:35 - 5533 commenti

Un grottesco ritrovo familiare e non all'interno di un casale, che Castellitto gestisce con dialoghi e situazioni costantemente sopra le righe. L'accumulo di stranezze spesso fa sorridere, ma quando si tratta di tirare le somme e fare discorsi un po' più seri si cade nel tremendamente banale. Buona la prova corale del cast, in particolare dello stesso Castellitto, della nevrotica Morante e del sempre simpatico Giallini. Jannacci invece fa molta tenerezza. Regia un po' troppo caotica.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Saintgifts 30/6/15 18:24 - 4099 commenti

Non credo che basti iscriverlo nel registro delle commedie per poter giustificare tutto, situazioni e personaggi. L'ambiente è borghese medio-alto, il luogo una villa nelle colline toscane da far morire d'invidia il più compassato dei gentleman (questo solo per delimitare il quadro). Poi c'è l'incomprensibile famiglia dell'architetto e lo stuolo degli altrettanto incomprensibili amici e ospiti. Niente si salva, tutto risulta scontato, il richiamo alla commedia italiana (quella vera) con la spider del Sorpasso è fuori luogo. Mezzo pallino in più per il somaro.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Jandileida 17/1/12 18:55 - 1085 commenti

Dimenticabile opera terza di Castellitto: buñueliano nelle intenzioni, l'ennesimo conflitto generazionale del cinema italiano si risolve in una pellicola i cui personaggi sono eccessivamente carichi, totalmente fuori dalla realtà e, cosa ancor più grave, anche privi di profondità, ognuno con la sua idiosincrasia di facciata, stereotipata e prevedibile. Tra l'altro il tema del contrasto genitori/figli mi è sembrato trattato con superficialità. A questo si aggiunga che Jannacci non è tra i miei artisti preferiti. Brutto con qualche, sporadico, sorriso.
I gusti di Jandileida (Azione - Drammatico - Guerra)

Gabrius79 8/10/13 23:41 - 1084 commenti

Un film che se sviluppato meglio poteva essere sicuramente una interessante commedia di critica sociale e invece, a parte alcune zampate comiche disseminate quà e là, assistiamo a una girandola di momenti un po' strambi che finiscono per annoiare lo spettatore. Meno male che Castellitto e il buon Jannacci salvano la commedia. Laura Morante sempre nella solita parte fa il verso a sé stessa. Giallini sufficiente.
I gusti di Gabrius79 (Comico - Commedia - Drammatico)

Nancy 13/10/13 0:38 - 752 commenti

Commedia dai toni allegri scritta abbastanza bene per i tempi che corrono, anche se al solito i temi della commedia italiana risultano un tantino monotoni e ripetitivi (crisi familiari, adolescenti infuocati, i problemi della mezza età...), qui si esasperano le situazioni e il film riesce in qualche modo a farsi apprezzare anche se già sappiamo come andrà a finire. Bravi Castellitto e Morante, in un ruolo nevrotico tutto per lei. Meno bravi (come sempre, anche qui) gli attori più giovani. Nel complesso convince, ma non stupisce. Che sorpresa Jannacci!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Laura Morante a Castellitto: "La patta dei pantaloni è come l'inconscio: non sai mai quello che ci trovi dentro...".
I gusti di Nancy (Commedia - Drammatico - Thriller)

Bubobubo 8/1/19 11:54 - 677 commenti

La presenza, discreta ma ben tangibile, di un raffinato Jannacci ai saluti finali nobilita solo fino a un certo punto una pellicola che struttura un microcosmo di maschere buffe borghesi, ciascuna stereotipata a suo modo (chi per carattere, chi per nazionalità), in burrascosa interazione fra di loro. Interessante il ribaltamento di prospettiva sul tema della differenza d'età in una coppia, ma gli schemi narrativi sono fin troppo collaudati e il parco attoriale non sempre adeguato (deboli Torresi e Ponce). Castellitto ha girato di meglio.
I gusti di Bubobubo (Drammatico - Horror - Thriller)

Cloack 77 20/6/12 10:21 - 547 commenti

La bellezza del somaro non si capisce dove voglia andare a parare. Le parti più riuscite mi sembrano la descrizione della famiglia finto-comunista, new radical-chic, quadretto da partito democratico nell'ambiente del Mulino bianco. Tutti gli altri ingredienti del calderone sono davvero indigesti. Il rapporto tra la "minorenne e l'anziano" è quanto di più banale e laccato possa essere scritto, fasullo oltremodo; Jannacci è una figura mal scritta, incerta, poeticamente finta, sconclusionata.
I gusti di Cloack 77 (Drammatico - Horror - Western)

Ilcassiere 1/9/11 11:51 - 281 commenti

Non ci voleva molto a rendere un po' più interessante questo film e invece no, è decisamente un film banale. Il conflitto genitori-figli viene rappresentato in modo superficiale e i personaggi sono tutti davvero troppo eccessivi, dalla governante all'amico con l'auricolare, dal dark depresso al "presidente". Eccessive anche la casa di campagna e la lunghezza del week-end, che sembra durare una settimana. Non fa riflettere e non c'è una tesi di fondo, giusto qualche risata qua e là (se non ci fosse nemmeno quella...).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Quando eravamo figli noi, i figli non contavano un cazzo, ora che siamo genitori, non contano un cazzo i genitori!".
I gusti di Ilcassiere (Commedia - Giallo - Thriller)

Zardoz35 10/1/11 0:10 - 230 commenti

Commedia sin troppo leggera che vede Castellitto nella duplice veste di attore e regista. Il solito conflitto generazionale tra genitori e figli, ma qui onestamente non si capisce se siano più fuori di testa gli adulti o i ragazzi. In un surreale fine settimana agreste, un gruppo di amici con famiglia al seguito gioca a chi la spara più grossa. Non si capisce se questo vuole essere un film (tragi)comico, una parodia o quant'altro. Patetico Iannacci nel ruolo del filosofo/incantatore.
I gusti di Zardoz35 (Fantascienza - Horror - Thriller)

Ducaspezzi 12/10/11 20:10 - 222 commenti

Se vedessimo tutto al netto delle presunte (da noi) e/o pretese (dal regista) ambizioni autoriali e ci accorgessimo che il dissidio generazionale, qui, potrebbe intendersi come uno sfondo iperbolico su cui concepire caratterizzazioni causticamente (sé) dicenti, invece del solito tema da cui ricavar messaggi, troveremmo da divertirci. Spassosa la diffusa verve nevrotica (vedi lo sproloquio sull' "idea piagnona di comunità") e curiosa la Morante che suggella il suo fallimento professional-familiare portandosi dietro in vacanza due suoi pazienti.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Castellitto che sfonda la "quarta parete" e dice: "Io questo lo stendo, uccido un personaggio minore e ne vengo fuori così", riferendosi... alla morte!
I gusti di Ducaspezzi (Drammatico - Fantastico - Thriller)

Mtine 29/12/10 19:35 - 215 commenti

Delle serie "dove voleva arrivare il poeta?". Una storia di base già vista (Harold e Maude, anche citato nel film) con l'aggiunta di elementi e personaggi che appesantiscono il ritmo, non bastano a rendere la pellicola un "film d'autore". Se poi aggiungiamo uno Jannacci che filosofeggia, genitori e figli insopportabili, il risultato è nient'altro che una bieca commediola che tenta di parlare del rapporto generazionale, senza fornire opinioni o risposte all'argomento, ma solo riflessioni che lasciano il tempo che trovano.
I gusti di Mtine (Comico - Giallo - Thriller)

Inseminoid 1/5/11 12:32 - 32 commenti

Un film penoso, senza idee, tirato per le lunghe con attori atroci. Il peggior film dell'anno, l'ultimo passo di un cinema sinistrorso che speriamo di non vedere più. Castellitto è un bravo attore dall'ego insopprimibile, ma non può fare il regista. Iannacci è grande anche se sembra Darth Vader. E poi basta parlar male degli psicoaanalisti, sono molto peggio certe conventicole romane dello spettacolo!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il finale, con la figlia che cerca di rimettere a posto le cose tra i suoi genitori: stracult!
I gusti di Inseminoid (Drammatico - Erotico - Musicale)

Ujd1961 18/8/11 13:34 - 31 commenti

Solita tiritera di un trend cinematografico filomorettiano scontato e noioso. Sceneggiatura banale, attori fuori di testa, per non parlare di Jannacci, già stantio e penoso come cantautore e, qui, ancor più imbambolato ed inverosimile nei panni di una specie di filosofo di Guerre stellari. Castellitto, per quanto bravo, non convince nel ruolo di architetto con deja-vu giovanili. Morante, come al suo solito (ma saprà recitare in altro modo?), nevrotica ai limiti dell'epilessia. Sconsigliato.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il grido (indisponente quanto scenicamente fuori luogo) della figlia.
I gusti di Ujd1961 (Commedia - Drammatico - Guerra)