Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LA PERICOLOSA PARTITA

All'interno del forum, per questo film:
La pericolosa partita
Titolo originale:The most dangerous game
Dati:Anno: 1932Genere: drammatico (bianco e nero)
Regia:Ernest B. Schoedsack, Irving Pichel
Cast:Leslie Banks, Joel McCrea, Fay Wray, Robert Armstrong, Noble Johnson, Steve Clemente, William B. Davidson, Oscar 'Dutch' Hendrian
Note:Aka "Caccia fatale", e non "Pericolosa partita". Tratto dal racconto "La preda più pericolosa" di Richard Connell.
Visite:936
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 13
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Undying 8/9/10 20:48 - 3875 commenti

Ispirato da un racconto di Richard Connell, La pericolosa partita è opera sostanzialmente sadiana, in questo designata dalla figura del conte Zaroff (Leslie Banks), supremo dittatore di un'isola sulla quale si diverte a cacciare gli sventurati naufragi ivi giunti. Disgrazia chiama disgrazia, dunque, in un vortice senza fine, che si sviluppa dall'alto verso il basso, con destinazione l'abisso della depravazione umana. Pur con tutti i limiti imposti da "usi e costumi" del tempo -e anzi in virtù di questo candido e contraddittorio aspetto- il film catalizza l'attenzione e stuzzica l'intelligenza.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Il Gobbo 27/7/07 8:36 - 3011 commenti

Il film in sè è poca cosa, invecchiato com'è - nella recitazione (non eccelsa, con l'eccezione del conte Zaroff), negli effetti, nei dialoghi. Resta l'idea, assurta ad Archetipo, e saccheggiata/rivisitata da registi di ogni epoca, stile, tendenza, dalla B europea a un maestro come John Woo, con innumerevoli intermedie variazioni, sfumature, declinazioni. Valore storico.
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Cotola 11/7/08 23:34 - 7042 commenti

Straordinario thriller sul tema del cacciatore che diventa preda, che può contare su una sceneggiatura di ferro, brillante ed originale (in fondo era una delle prime volte che veniva affrontato l'argomento), su una regia solida e magistrale nel creare una tensione sempre più crescente, atmosfere inquietanti (merito anche delle belle scenografie e della splendida fotografia) e su gli attori perfettamente in parte (specie Leslie Banks ,che interpreta magnificamente il conte Zaroff). Rifatto due volte con risultati molto modesti.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 14/1/09 8:04 - 8139 commenti

Soggetto molto intrigante, realizzazione inferiore alle personali attese, nonostante la presenza di Leslie Banks, magnetico ed aderente al ruolo. L'introduzione del personaggio femminile - non presente nel racconto - indebolisce la forza dello scontro di forza ed intelligenza preda/cacciatore. Inoltre, mentre nella pagina scritta la fine era elegantemente elusiva, sulla pellicola gli scontri corpo a corpo appaiono accelerati, con un effetto da comica finale. Piacevoli le scenografie, con una giungla dipinta che anticipa quella in King Kong, di poco successivo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il conte Zaroff che, a più riprese, si accarezza lentamente la lunga cicatrice sul viso, ricordo di una battuta di caccia.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Caesars 6/7/07 9:15 - 2473 commenti

Sicuramente più interessante il racconto di origine che la sua trasposizione su grande schermo, che ha il fiato corto e non riesce ad appassionare più di tanto. Il film comunque rimane su livelli più che dignitosi pur mancando quella tensione che ci si aspetterebbe in una storia di "caccia all'uomo". Forse la colpa è degli oltre 70 anni che ci separano dalla sua realizzazione. Una visione comunque la merita sempre.
I gusti di Caesars (Drammatico - Horror - Thriller)

Ciavazzaro 3/4/09 16:21 - 4723 commenti

Un capolavoro. Deve entrare senza dubbio nella storia del cinema, dalla premessa della caccia più particolare esistente (quella all'uomo), alla stupenda interpretazione di Leslie Banks che crea uno dei migliori villain del secolo. Brava anche la Wray e Mc Rea. Ottime ambientazioni, la fuga nella foresta, il finale, Banks con l'arco in mano. Indimenticabile.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Matalo! 22/5/13 12:57 - 1359 commenti

Perdendo un po' di malizia, questo film presenta dei topos cinematografici davvero notevoli. Non si chiede Olivier in cinema come questo ma istrionismo alla Banks. E se i buoni sono più scialbi in fondo fa parte del gioco, i cattivi sono ben più interessanti e il cinema di genere lo sa benissimo. Comunque su grande schermo funziona ancora abbastanza bene e va premiata la seducente idea citata in mille film. Quindi promosso con un bel ***!
I gusti di Matalo! (Commedia - Gangster - Western)

Lucius  14/7/17 21:39 - 2752 commenti

Il punto forte è la sceneggiatura inossidabile, talmente coinvolgente che ne sarebbe auspicabile un remake. Il cast è formato da caratteristi, che danno al film, già datato, un sapore naif. Precursore di King Kong, in uscita l'anno a seguire e a cui ne sembra in parte debitore, è consigliabile prettamente agli amanti del cinema Anni Trenta. Il personaggio principale è alquanto bizzarro, ma la tensione resta alta per tutta la durata grazie a un mix di avventura-pericolo che non guasta e a un'ambientazione isolana alquanto indovinata.
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)

Rufus68 27/1/17 20:08 - 2657 commenti

Un piccolo classico del fantastico che trae forza, come parecchie pellicole del tempo, oltre che dall'atmosfera esotica, da un afflato decadente garantito da un bravo Leslie Banks (un aristocratico russo: la vecchia e sanguinaria Europa è sempre focolaio di perversione). Forse sopravvalutato nelle sue componenti psicologiche profonde (è pur sempre un'avventura), a distanza di tanti anni rimane, tuttavia, egualmente intrigante a livello visivo. Anche l'ex stuntman McCrea (che si segnala per notevoli prese di lotta) se la cava egregiamente.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Myvincent 17/5/18 22:19 - 2316 commenti

Utilizzando le scene del primissimo King Kong (tecnica sempre molto in voga), ecco confezionato uno strano thriller dove in palio c'è addirittura una testa mozzata da esibire come trofeo di caccia grossa. Elegantissimi gli attori nei loro abiti bianchi di gran lusso, primo fra tutti Joel McCrea dall'alto dei suoi 1,91 cm di statura. Moderni gli effetti speciali per l'epoca, ma ancor più le tematiche a sfondo filosofico e filantropico.
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Faggi 17/12/15 17:28 - 1408 commenti

Variazione sul tema del sadismo con la splendida Fay Wray nella parte di una squisita preda da catturare viva (sarà ancora più squisita nel successivo King Kong, ma già qui ci riesce benissimo). Il fascino di pellicole come questa è anche legato all'epoca di realizzazione (nel 1932 il cinema lo si stava ancora inventando). Ottimo per gli antiquari della celluloide, ma non solo. Per me godibilissimo, divertente e (a suo modo) sperimentale.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il languore della Wray in tutte le sequenze dove appare.
I gusti di Faggi (Fantascienza - Giallo - Poliziesco)

Von Leppe 8/2/12 13:22 - 942 commenti

L'attrice Fay Wray viene sottoposta a situazioni veramente sadiche in questo film e sopratutto nel seguente King Kong (in quest'ultimo un elemento che andrà perso nei remake), pensando che siamo all'inizio degli anni 30. La pellicola in questione non è un capolavoro, ma l'idea di partenza è ottima, ci sono elementi scenografici e fotografia buoni tipici dei film di Ernest B. Schoedsack; peccato che la caccia sia blanda, seppur precipitosa e incalzante (non so se ci sono stati tagli e censure). Interpreti ottimi, non tanto Joel McCrea.
I gusti di Von Leppe (Giallo - Horror - Thriller)

Lupoprezzo 27/3/11 19:59 - 635 commenti

Siamo agli inizi degli anni 30 e il geniale regista di King Kong mette mano ad un soggetto affascinante (il ribaltamento della figura del cacciatore, l'eccitazione della sfida e la bramosia di dimostrare la propria superiorità), che trascende ogni limite oggettivo della pellicola, regalado momenti e personaggi unici come il magnetico conte Zaroff, interpretato dall'attore Leslie Banks, che aveva realmente il volto deturpato e semi-paralizzato a causa di una ferita di guerra. Molto belle le scenografie.
I gusti di Lupoprezzo (Horror - Poliziesco - Western)