Cerca per genere
Attori/registi più presenti

L'UNIVERSITÓ DELL'ODIO

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 5
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 8/9/10 DAL BENEMERITO DAIDAE

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 17/10/12 16:39 - 10957 commenti

Le tensioni razziali, ben raccontate da John Singleton nel suo buon esordio, Boyz'n' the hood, tornano in questo film successivo, ambientato nel mondo universitario, preso a paradigma dei conflitti etnico/sociali. L'impostazione si rivela per˛ eccessivamente "manichea", e c'Ŕ la pretesa di rappresentare i "massimi sistemi" che diventa ideologicamente forzata e fastidiosa per lo spettatore, peraltro aggravata dalla recitazione "urlata" del cast. Buona la colonna sonora. Mediocre il doppiaggio italiano.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Daidae 8/9/10 11:01 - 2598 commenti

Mediocre film dal ricco cast (appare non accreditata anche la Paltrow) che narra di risse e scontri tra bande in un college americano. Scolastico e banale come pochi, non entusiasma lo spettatore neppure nell'ultima parte (la pi¨ drammatica). Alcuni attori come Ice Cube sono davvero imbarazzanti, gli do 2 pallini e sono pure generoso.
I gusti di Daidae (Comico - Horror - Poliziesco)

Pinhead80 13/11/12 12:18 - 3484 commenti

Nonostante Singleton avesse le carte per poter sfornare un'opera interessante, il risultato appare invece assai mediocre. Forse si Ŕ cercato di mettere troppa carne al fuoco (scontri tra bande per la supremazia razziale, omosessualitÓ, solitudine e follia, confraternite), cercando di considerare tutti gli elementi presenti nei college americani ma in modo stilizzato e stereotipato. Cosý facendo i personaggi rimangono macchiette che si affrettano ad assumere, senza riflettere, posizioni nette e assolute. Occasione gettata al vento.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Tomastich 17/3/12 14:15 - 1203 commenti

I classici problemi trasversali nell'ambiente universitario: dalla bisessualitÓ al nazismo. Personaggi abbozzati che non riescono a lasciare una vera traccia dal significato sociale. I neri sono troppo neri e i bianchi fanno troppo i bianchi... un po'troppo semplice no?
I gusti di Tomastich (Animali assassini - Horror - Thriller)

Skinner 8/3/11 18:33 - 595 commenti

L'universitÓ come microcosmo di conflitti sociali. L'idea non Ŕ nuova e Singleton (come quasi sempre) ci va gi¨ pesante con la retorica, la banalitÓ e i semplicismi. Singleton segue pedissequamente la scuola (anzi l'universitÓ) di Spike Lee, ma con esiti troppo spesso mediocri (come in questo caso). La forma invece Ŕ discreta, in bilico tra tradizione e "pop", a cui si aggiunge un uso abile (e non invadente) della colonna sonora. Buono il montaggio. Cast femminile notevole: davvero difficile scegliere tra la Swanson, la Connelly e la Banks.
I gusti di Skinner (Commedia - Drammatico - Western)