Cerca per genere
Attori/registi più presenti

IL SUDARIO DELLA MUMMIA

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 5
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 26/8/10 DAL BENEMERITO STEFANIA

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    Stefania, Von Leppe
  • Mediocre, ma con un suo perché a detta di:
    Claudius
  • Scarso, ma qualcosina da salvare c'è a detta di:
    Cotola
  • Gravemente insufficiente! a detta di:
    Undying


ORDINA COMMENTI PER:

Undying 21/11/15 15:41 - 3875 commenti

Plagio pedestre della rivisitazione Hammer (1959) girato controvoglia in scenografie palesemente artefatte e con attori improvvisati (talune comparse nei panni di antichi egizi sorridono più volte durante le riprese, lasciando intendere il climax di realizzazione del film). Noioso, con bruttissimi effetti speciali (e troppi occhi azzurri), pur stranamente molto considerato nonostante l'esiguo effetto sia horror, sia cinematografico. Unica scena degna d'esser ricordata resta il primo piano degli occhi (azzurri, sic!) al risveglio della mummia...
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Cotola 24/6/12 0:36 - 6986 commenti

Nessuna sorpresa in questo film girato da Gilling, regista non malvagio ma qui ai suoi minimi termini. La storia è risaputa e procede lenta e prevedibile dall'inizio alla fine. Non ci sono scossoni di alcun tipo e considerati i ritmi più che blandi, la noia monta priva di ostacoli. Nella prima parte succede poco o nulla, la seconda si ravviva un po' ma alla fine il risultato è quasi disastroso. Il terzo e peggiore "capitolo" di una serie di quattro film.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Stefania 26/8/10 15:46 - 1600 commenti

Da un Hammer horror mi aspettavo qualcosa di meglio, un pizzico di sadismo in più, un utilizzo più fantasioso dei luoghi: la tomba, il museo, i vicoli della città... Intendiamoci: la mummia che spalanca gli occhi fiammeggianti odio nella maschera gessosa, polveroso gigante che si muove lento ma implacabile contro la vittima di turno, fa il suo effetto... ma uno solo degli omicidi è memorabile. Colpiscono alcune caratterizzazioni quasi umoristiche: il segretario imbranato, la moglie sarcastica, la chiaroveggente gitana. Belle le sequenze nel (fintissimo) deserto!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'omicidio con l'acido e il fuoco: scena breve, ma incisiva!
I gusti di Stefania (Commedia - Drammatico - Giallo)

Von Leppe 15/1/11 14:49 - 925 commenti

Ennesima versione della mummia da parte della Hammer. Qui viene meno il tema dell'amore e si parla di un usurpatore al trono nell'antico Egitto, con musiche che enfatizzano e riescono a creare un'atmosfera notevole nelle scene dell'antefatto, malgrado il budget ridotto. Film nella media Hammer (buona) ambientato tutto in Egitto, è un horror classico con la mummia che si risveglia.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La scena del risveglio della mummia con il particolare degli occhi che si aprono.
I gusti di Von Leppe (Giallo - Horror - Thriller)

Claudius 28/6/17 7:36 - 308 commenti

A dispetto delle premesse e dell'ottimo prologo il film di Gilling si assesta su livelli mediocri (anche se le scene degli omicidi non sono male). Ci può stare l'ambientazione nei vicoli ma perché introdurre personaggi al limite del macchiettismo (il segretario e la zingara)? Nel genere egizio restano migliori Alla trentanovesima eclissi e Exorcismus.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il risveglio della mummia.
I gusti di Claudius (Avventura - Horror - Sentimentale)