Cerca per genere
Attori/registi più presenti

BROOKLYN'S FINEST

All'interno del forum, per questo film:
Brooklyn's finest
Titolo originale:Brooklyn's Finest
Dati:Anno: 2009Genere: gangster/noir (colore)
Regia:Antoine Fuqua
Cast:Richard Gere, Don Cheadle, Ethan Hawke, Wesley Snipes, Ellen Barkin, Vincent D'Onofrio, Brian F. O'Byrne, Will Patton, Lili Taylor, Jesse Williams
Visite:841
Il film ricorda:I nuovi centurioni (a Tarabas), I ragazzi del coro (a Tarabas)
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 13
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 12/5/10 DAL BENEMERITO SCHRAMM POI DAVINOTTATO IL GIORNO 17/4/12


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 22/11/10 15:59 - 10961 commenti

Con questo avvincente poliziesco, il regista Antoine Fuqua torna ai temi di Training Day, decisamente il suo film più riuscito.Struttura narrativa non originale, le storie incrociate di un gruppo di poliziotti, ciascuno con un vissuto tormentato, ma svolgimento decisamente buono. Film ben realizzato, con una convincente ambientazione, un ritmo giustamente “tirato” e un bel gruppo di attori tutti decisamente in parte. Consigliato.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Schramm 12/5/10 15:34 - 2345 commenti

Se sotto il ponte di baracca Mimì fa tanta cacca, non crediate che sotto il ponte di Brooklyn le cose vadano meglio e la vita sia tutta chewing-gum fruttato: le fave di Fuqua accorrono a rafforzare il concetto. Tutto è marcio, sparigliato, saltato per aria. Corrotti i sentimenti, compromesse le vite, alla deriva ogni anima, la città è una discarica di esistenze a perdere, li sordi fingono di far girare cose invero immote. Coralità della disperazione per un colpo d'occhio più nero della pece e della notte, con un cast in stato di grazia e disgrazia, e un finale da urlo, da brividi e da pianto.
I gusti di Schramm (Drammatico - Fantastico - Horror)

Tarabas 27/6/11 9:26 - 1621 commenti

Un po' Departed, un po' Ragazzi del coro, un po' Nuovi centurioni questi poliziotti, il meglio di Brooklyn in un film che ricicla cose viste e riviste, girato bene ma (anche qui) senza novità. La sensazione è che sia andata persa un'occasione, a cominciare dal cast di gran livello, per fare un film importante. Se Training day sposava senza riserve la linea action, qui Fuqua tenta una lettura più intimistica e riflessiva, ma personaggi e situazioni sono troppo risaputi. Onestamente, non c'è una sola scena che mi sia rimasta impressa.
I gusti di Tarabas (Commedia - Gangster - Western)

Daniela 5/2/11 15:54 - 8155 commenti

Storie che si incrociano di tre poliziotti: Gere, a pochi giorni dalla pensione, è obbligato al Training Day a pro di colleghi di primo pelo, l'infiltrato Cheadle entra in crisi per il fallimento della vita privata e l'amicizia con un boss dello spaccio, Hawke deve procurarsi a tutti i costi il denaro per una nuova casa. Solido poliziesco, poco originale nella struttura narrativa e con qualche incongruenza, ma reso pregevole dal tono amaro, tinto di tragedia, e dalla bella prestazione del cast, in cui spicca anche un ritrovato Snipes,
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Capannelle 17/5/10 12:26 - 3575 commenti

È un pout-porri di altri film, da Magnolia a Training day, ma è ben fatto e prende abbastanza se non si dà peso ad alcune incongruenze del racconto. Anche perché riesce a far emergere due attori a rischio mosciume come Gere e Hawke come il tratto distintivo di un film basato sui dialoghi (tanti ma filanti) e sul tormento interiore di persone in costante bilico tra scelte non facili. A completare il quadro Snipes e Don Cheadle con due caratteri non del tutto credibili ma comunque in tono con la storia.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Hackett 1/12/12 8:44 - 1603 commenti

Storie di poliziotti al limite in una città dura come New York. Fuqua torna al genere e allo stile che gli aveva dato popolarità e lo fa con un reticolo di storie di derelitti col distintivo, uomini mangiati da dentro da un lavoro che logora. Ottimo il cast e la fotografia.
I gusti di Hackett (Giallo - Horror - Thriller)

Rambo90 8/6/10 2:11 - 5894 commenti

Buon poliziesco che Fuqua dirige ricreando le atmosfere e il ritmo (comunque non raggiunto) di Training Day: le tre storie che si intrecciano non hanno molto di originale (il personaggio di Cheadle ricorda Massima copertura di Bill Duke), ma le interpretazioni dei protagonisti (più la breve parte comunque notevole di Snipes) alzano di molto il livello del film, soprattutto un Richard Gere ancora in forma. Ottimo il finale amaro e inaspettato.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Saintgifts 23/11/13 2:14 - 4099 commenti

Struttura non nuovissima ma interessante: sguardo all'interno del NYPD, sulla vita di tre poliziotti, che non si conoscono ma che si sfiorano fisicamente e sono assillati da problemi personali di diversa origine. Si spinge molto sul pedale della violenza e non solo quando si spara (con grande facilità), ma anche della violenza verbale e comportamentale tra buoni e cattivi, tra buoni e buoni e tra cattivi e cattivi. Insomma, tutto forzatamente sopra le righe e zeppo di stereotipi negativi. Interpretazioni di maniera ricalcanti modelli imposti e noti.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Piero68 7/11/11 9:36 - 2665 commenti

Questa volta Fuqua non riesce a ricreare la strepitosa alchimia di Training day. Sul banco degli imputati una sceneggiatura banalotta ed un cast di belle statuine. Solo Hawke si danna l'anima, ma per il resto è buio totale. Snipes e Gere sembrano fantasmi del passato. Con l'aggravante italiana per Snipes di un doppiaggio a dir poco inadeguato. Anche i camei sembrano scarsi (la Barkin su tutti). Le atmosfere decadenti da sole non bastano a tirare su la baracca e lo spirito di corruzione (anche morale) che aleggia nella sceneggiatura è un deja-vu.
I gusti di Piero68 (Azione - Fantascienza - Poliziesco)

Greymouser 15/5/10 23:18 - 1441 commenti

Fouqua è un buon regista, e lo sostengo già da quando fu massacrato per King Arthur, che secondo me non era da buttare. Qui regista e sceneggiatore fanno un gran lavoro sulla fenomenologia e la psicologia dei tre poliziotti protagonisti, i cui destini in qualche modo si incrociano. Sono tre tipi con i quali è difficile simpatizzare, ma sui quali è anche arduo formulare facili giudizi. Sono personaggi dolenti, contraddittori, incasinati e autentici, le cui vite parallele sono segnate nell'inferno urbano che li consuma. Finale amaro e magnifico.
I gusti di Greymouser (Fantastico - Horror - Thriller)

Vito 17/2/17 12:22 - 599 commenti

Dopo il bel Training day il regista Antoine Fuqua torna al poliziesco-noir regalandoci un'altra pellicola di forte impatto. Un film marcio tra bande di spacciatori spietate, sbirri infiltrati e corruzione da tutti i lati. Grande il cast con Cheadle, Hawke e Snipes in ottima forma. Il migliore comunque rimane Gere, col suo personaggio del poliziotto stanco e disilluso in cerca di un ultimo riscatto.
I gusti di Vito (Fantastico - Horror - Western)

Coyote 2/1/12 18:09 - 185 commenti

Metti Brooklyn, un'ambientazione suggestiva e densa di pathos, aggiungi il contesto sociale, polizia e malavita che spesso e volentieri si scambiano le parti, infarcisci il tutto di personaggi tormentati, di Ethan Hawke, Richard Gere e chi più ne ha più ne metta. Eppure il risultato non funziona un granché: poco approfondimento, poco movimento, non rimangono che una serie di cartoline di cui ci si dimentica in fretta.
I gusti di Coyote (Drammatico - Giallo - Poliziesco)

Medicinema 8/9/15 20:04 - 80 commenti

Il regista di Training day ritorna nell'ambiente a lui più congeniale dipingendo tre personaggi cupi e disillusi, vittime di loro stessi. E' indubbio che il regista abbia del talento nel descrivere questo tipo di storie, ma forse la scelta di utilizzare tre protagonisti ne limita l'approfondimento, così come l'impiego di comprimari (salvo un buon Snipes), mantenendo il film in un limbo in cui spicca soprattutto l'esperienza dei tre. Buona comunque l'atmosfera, ma ci si aspettava di più.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I 10 minuti finali.
I gusti di Medicinema (Documentario - Erotico - Musicale)