Cerca per genere
Attori/registi più presenti

DEAR JOHN

All'interno del forum, per questo film:
Dear John
Titolo originale:Dear John
Dati:Anno: 2010Genere: drammatico (colore)
Regia:Lasse Hallstr÷m
Cast:Channing Tatum, Amanda Seyfried, Henry Thomas, Richard Jenkins, Luke Benward, Scott Porter, Keith Robinson, David Andrews
Visite:316
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 6
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 7/5/10 DAL BENEMERITO GIACOMOVIE

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 8/5/10 6:53 - 10960 commenti

Tratto da un romanzo dello scrittore americano Nicholas Sparks, specializzato in storie romantiche quasi sempre a carattere lacrimevole, il film si inserisce perfettamente nel solco della tradizione del genere. Una storia d'amore che va avanti tra mille difficoltÓ ma della quale si pu˛ intuire ampiamente lo svolgimento fin dalle prime battute. Il regista Lasse Hallstr÷m confezione il tutto in modo professionale, adoperando un discreto cast talora, come nel caso del bravissimo Jenkins, sprecato per il tipo di film.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Rambo90 13/5/10 0:31 - 5891 commenti

Sono andato a vederlo fiducioso, perchÚ Hallstrom mi aveva saputo commuovere con Hachiko e prima ancora con Il vento del perdono, ma devo dire che, un po' a causa dei due protagonisti molto inespressivi e ancora "acerbi" e un po' per dialoghi banali e una sceneggiatura (e un romanzo quindi) non particolarmente originale, il film mi ha deluso. Ha incassato tanto ma ha un ritmo da soap opera e tempi lenti non facili da digerire. Menzione speciale per l'ottimo Jenkins, che riesce a sollevare la vicenda.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "L'unica cosa che so del tempo Ŕ che prima o poi finisce sempre".
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Nando 5/12/13 9:43 - 3323 commenti

Pellicola sentimentale tratta da un melenso romanzo di Sparks. Patinato e stereotipato con uno sviluppo narrativo che mi ha generato rabbia per non veder coronato un amore tanto ovvio. La guerra Ŕ in superfluo sottofondo e tutto regge su un fiacco rapporto epistolare. Cast appropriato per il genere romantico.
I gusti di Nando (Commedia - Horror - Poliziesco)

Giacomovie 7/5/10 18:49 - 1319 commenti

Tratto dal romanzo di Nicholas Sparks "Ricordati di guardare la luna", racconta una storia fittizia che ne rappresenta tante reali, quella di un giovane che, nel dubbio se seguire il cuore o gli ideali patriottici, sceglie questi ultimi. Il film si limita a mostrare adeguatamente i rischi che tale scelta comporta, sia per la propria pelle che per la perdita degli affetti, ma lo fa con un tono narrativo contraddistinto da una certa monotonia. Sembra una prerogativa di Hallstr÷m, che anche in passato si Ŕ mostrato incline ai tempi dilatati. **!
I gusti di Giacomovie (Drammatico - Erotico - Sentimentale)

Ale56 10/5/10 7:51 - 225 commenti

Tutto sommato niente di che. Ma neanche niente di male. Siamo nella sufficienza, regalata a "Dear John" grazie ad alcune scelte registiche azzeccate, una buona interpretazione della Seyfried e diverse scene ben realizzate, sopratutto quelle sotto la pioggia e le scene di guerra. Hallstr÷m sa fare il suo lavoro, anche se il film in pi¨ punti riesce ad essere davvero lento e noioso. Dopo il bell'Hachiko, Hallstr÷m firma un altro bel film, da vedere magari in compagnia del proprio partner per una serata lacrimevole.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le scene di guerra, il padre autistico.
I gusti di Ale56 (Comico - Horror - Thriller)

Jorge 9/5/10 10:50 - 164 commenti

Film di poco spessore (come molte storie di Sparks), pu˛ contare sulla regia di un Hallstr÷m piattamente televisivo, su due protagonisti avvenenti, su sfondi ideali e una "guerra" da cartolina. Tutto trasuda finzione e sia il soggetto che la sceneggiatura ricordano una qualunque soap opera da quattro soldi (Tempesta d'amore?); un mel˛ piccolo piccolo, minuscolo.
I gusti di Jorge (Giallo - Horror - Thriller)