Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LA CONTESSA

All'interno del forum, per questo film:
La contessa
Titolo originale:The countess
Dati:Anno: 2009Genere: drammatico (colore)
Regia:Julie Delpy
Cast:Julie Delpy, Daniel Brühl, William Hurt, Anamaria Marinca, Sebastian Blomberg, Adriana Altaras, Charly Hübner, Maria Simon, Frederick Lau, Katrin Pollitt, Anna Maria Mühe, Christine Mayer, Henriette Confurius
Note:Aka: "Bathory", "La comtesse"; "Die Gräfin". Ispirato alla storia della contessa Erzsébet Báthory (1560-1614).
Visite:764
Il film ricorda:La morte va a braccetto con le vergini (a Undying), Le vergini cavalcano la morte (a Undying)
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 7
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 25/4/10 DAL BENEMERITO UNDYING

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Undying 25/4/10 5:27 - 3875 commenti

Posto che il revisionismo storico in taluni casi è, quantomeno, inopportuno va riconosciuta a quest'opera una profondità e una poetica raramente espressa in pellicole drammatiche, anche in quelle più elogiate e premiate. Alla delicata -stupefacente- Julie Delpy il compito di trasportare sullo schermo la tragedia d'una donna di mezza età lucidamente depressa a causa dall'esistenza segnata nell'infanzia. L'imposizione di matrimonio nell'adolescenza e l'implacabile traccia del tempo (inarrestabile) sul volto ne fanno un'anima maledetta, sconsolata, funestata dall'implacabile incedere degli anni.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La contessa: "Vecchia strega! Il tuo aspetto ripugnante ha spaventato il mio cavallo". L'anziana: "Potente adesso, ma presto sarete come me".
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Myvincent 10/4/17 7:42 - 2318 commenti

La cupa storia della contessa Bathory che insegue il mito dell'eterna giovinezza attraverso "bagni" di sangue appartenente a innocenti giovinette. Il film è molto più di un horror, inquadrando storicamente il periodo e soprattutto descrivendo lo struggimento psicologico di una fragile donna mortale. Il finale ambiguo porta il racconto su un altro piano interpretativo, virando verso il dramma d'amore.
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Buiomega71 8/12/14 0:30 - 2040 commenti

Primi dieci minuti di gran cinema (cruente battaglie, canarini in decomposizione, feroci esecuzioni, una piccola Erzsébet già in odore di crudeltà), poi l'atmosfera si fa sempre più plumbea e mortifera (le mosche, i cadaveri abbandonati nei boschi sbranati dai lupi, ragazzine divelte in due, gole squarciate): aumentano l'angoscia, la cupezza e il putridume. La Delpy, autrice completa, dona spessore sofferente e malinconico alla sua terribile figura, regalando tracce argentiane nella fotografia di Martin Ruhe. Diabolicamente femmineo e sanguinosamente romantico.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La gabbia per dissanguare le fanciulle; Erzsébet si recide la carne del seno, inserisce nella ferita una ciocca di capelli del suo amato e si ricuce.
I gusti di Buiomega71 (Animali assassini - Horror - Thriller)

Von Leppe 1/5/14 12:34 - 943 commenti

Niente bagni di sangue; la contessa è raffigurata come una donna depressa vittima dell'età, degli eventi e degli uomini. Il film quasi giustifica e nega le efferatezze tramandate sulla sanguinaria nobildonna: sono perlopiù storie tramandate dai vincitori. La morale è quella di Monsieur Verdoux, che in parte stona con il personaggio, considerato il fatto che è nobile e che lei stessa manda le sue truppe in guerra. Alla fine è una storia d'amore raccontata con toni sospirati.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La contessa a proposito di una servetta: "Anche se puzza di sterco, ogni uomo la preferirebbe a me".
I gusti di Von Leppe (Giallo - Horror - Thriller)

Ira72 7/4/19 23:23 - 785 commenti

Un’affascinante Delphy, nel ruolo di regista e interprete della Contessa Erzsébet Báthory, qui raccontata in modo garbato e quasi poetico. Impresa assai ardua, considerando le ragioni di tanta fama. Ma. Il sangue, gli strumenti di tortura e le giovani vergini sacrificali, passano quasi in secondo piano, oscurati dal talento narrativo e dall’originalità coinvolgente del racconto. L’ex Celine, dismessi i panni dell’adolescente ingenua e romantica, diventa una donna instabile e disperata, assetata di una giovinezza che le sfugge inesorabilmente dalle dita.
I gusti di Ira72 (Documentario - Horror - Thriller)

Beffardo57 6/11/13 22:10 - 240 commenti

Film affascinante, curatissimo, realizzato con grande mestiere e senza sbavature. La follia d'amore della contessa, che tenta di esorcizzare il declino con il sangue delle sue giovani vittime e scopre il piacere della crudeltà, si contrappone alla feroce normalità del mondo che la circonda, dove si aggirano sciacalli desiderosi di impadronirsi delle sue ricchezze e del suo potere. Poche volte si era visto al cinema un Dracula più affascinante di quello interpretato da Julie Delpy; ottimo anche William Hurt nella parte del gelido vincitore.
I gusti di Beffardo57 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Jofielias 5/11/11 18:45 - 170 commenti

Julie Delpy, la piccola attrice francese che ci aveva fatto innamorare nel delizioso Prima dell'alba, a sorpresa interpreta e dirige come e meglio di Branagh la tremenda storia di Erzsébet Báthory, la contessa ungherese accusata d'aver ucciso centinaia di donne per cavarne il sangue. Una storia d'amore, follia e morte che cattura dal primo all'ultimo istante. Una sceneggiatura cesellata, un montaggio graffiante, una recitazione intensa, una scenografia stupenda. Un tripudio per gli occhi, la mente e il cuore. Gioiello.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La servetta, debilitata dal dissanguamento, chiede alla contessa quando finirà il tormento. E lei, dolcissima: "Quando sarai vuota, mia cara".
I gusti di Jofielias (Fantascienza - Horror - Thriller)