Cerca per genere
Attori/registi più presenti

DUE SOLDI DI SPERANZA

All'interno del forum, per questo film:
Due soldi di speranza
Dati:Anno: 1952Genere: commedia (bianco e nero)
Regia:Renato Castellani
Cast:Maria Fiore, Vincenzo Musolino, Filomena Russo, Luigi Astarita, Felicia Lettieri, Carmela Cirillo, Gina Mascetti, Luigi Barone
Note:Grand Prix Festival di Cannes 1952.
Visite:564
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 5
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 19/4/10 DAL BENEMERITO SAINTGIFTS

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Capolavoro assoluto (e ce ne sono pochi!) a detta di:
    Saintgifts
  • Un film straordinario, quasi perfetto! a detta di:
    Neapolis
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    B. Legnani, Daniela
  • Non male, dopotutto a detta di:
    Thedude94


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 22/8/14 0:58 - 4494 commenti

Notevole debutto per Musolino, la cui naturalezza è sorprendente, e per Maria Fiore, la cui spregiudicata freschezza è indimenticabile. Castellani conduce con piglio sicuro e solido ritmo, cercando (e trovando) un adeguato equilibrio fra Neorealismo, commedia di costume meridionale, concessioni all’umorismo (anche se la scena più divertente – quella della pletora dei controllori – è in realtà il momento più inverosimile dell’intera vicenda). Finale collettivo assai carino. Da notare che Tornatore non è stato il primo a presentare ciclisti che scorazzano qua e là per portare le pizze e proiettare lo stesso film in più cinematografi…
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Daniela 26/3/14 13:15 - 8330 commenti

In un paesino del napoletano, due giovani innamorati non possono sposarsi: lui, che deve mantenere la madre vedova e le sorelle, si arrabatta da un lavoro all'altro senza fortuna, mentre il padre di lei si oppone alle nozze della figlia con un morto di fame e non le vuole dare nulla in dote... Trama e ambientazione sono da film neorealista, ma qui il tono è leggero e scanzonato, il messaggio quello che l'amore (benedetto dal matrimonio) può far superare ogni ostacolo. Molto graziosa, la "selvatica" Maria Fiore anticipa di poco la Bersagliera della Lollo.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Saintgifts 19/4/10 14:21 - 4099 commenti

Antonio (ben interpretato da Vincenzo Musolino) torna dal servizio di leva e deve fare i conti con la povertà e la difficoltà di trovare un lavoro nel suo paese alle pendici del Vesuvio, Carmela (una bellissima e bravissima Maria Fiore, la Lollobrigida imparerà da lei) è innamorata di lui. Stupendo film dove la capacità di Castellani di far muovere gli attori come nella realtà, senza nessun tipo di eccesso o di manierismo, si esprime al suo massimo. Forti caratterizzazioni, tutte azzeccate.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Come Carmela dichiara il suo amore ad Antonio.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Thedude94 8/8/19 12:47 - 385 commenti

Ritratto di un tipico paesino napoletano degli anni '50, questo piccolo film ben diretto da Castellani risulta essere una piacevole commedia romantica che affronta i temi della disoccupazione giovanile e del matrimonio per interessi economici, ancora in voga in quegli anni al sud. Certo alcune volte si cade un po' nello stereotipo del personaggio in cerca di fortuna e che non trova la sua stabilità, ma ciò non è ripetitivo nella trama. La regia è buona, così come le musiche che accompagnano i begli scorci di una piccola realtà meridionale d'epoca.
I gusti di Thedude94 (Drammatico - Gangster - Sentimentale)

Neapolis  5/11/14 21:22 - 173 commenti

Per la serie i capolavori nascosti del cinema. Film di rara bellezza, senza fronzoli recitativi e basato sull'interpretazione essenziale e istintiva degli attori. La mano del regista è sapiente e decisa nel non cercare mai forzature nei personaggi facendo emergere un bel quadro d'autore della provincia meridionale post-bellica. Acerba e deliziosamente selvaggia Maria Fiore, come il panorama che la circonda, mentre Vincenzo Musolino sembra un Nazzari senza enfasi e retorica. Direi film neorealista a suo tempo inspiegabilmente ignorato.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La scena del trasporto delle "pizze" tra un cinema e l'altro, cui effettivamente Tornatore si rifà con Nuovo Cinema Paradiso.
I gusti di Neapolis (Drammatico - Horror - Thriller)