Cerca per genere
Attori/registi più presenti

SPLENDORI E MISERIE DI MADAME ROYALE

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 12
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 3/4/10 DAL BENEMERITO MATALO!

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 1/3/12 1:06 - 4274 commenti

Discreto. Non entusiasmante, in modo particolare per una seconda parte troppo telefonata, benché sincera. Tognazzi sugli scudi, mentre sono gli altri attori di prima fila a convincere poco. Non che Ronet e la povera Tamburi siano mai stati dei campioni, ma di certo questa non è la loro interpretazione migliore. Meglio Bonanni, corniciaio che vende quadri falsi. Curiosi volti fra i non accreditati.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Pigro 13/3/11 21:54 - 7103 commenti

Maturo omosessuale che dà feste en travesti diventa confidente della polizia: una storia amaramente tragicomica, che dipinge con affetto un mondo borderline perennemente in pericolo e sotto ricatto. Lo sguardo di Caprioli è spigliato e malinconico, mentre Tognazzi è semplicemente formidabile nel dipingere in maniera perfetta il protagonista, giocando non solo di ovvi mimetismi ma anche di impercettibili sfumature. Ne vien fuori una commedia agra, tinta dolorosamente e inevitabilmente di cronaca nera. Partecipazione dei Legnanesi. Ottimo film.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Cotola 3/8/16 10:39 - 6774 commenti

Gran bel film, firmato da Caprioli, che presenta molti elementi interessanti e soprattutto coraggiosi vista l'epoca in cui fu girato: parlare di omosessualità in modo così schietto e franco, non doveva essere facile. All'inizio prevale il divertimento, poi col passare dei minuti il riso lascia spazio alla grande amarezza ed alla tragedia. Tognazzi molto bravo e per nulla gigione nonostante il ruolo avrebbe potuto indurlo in tentazione. Il personaggio di Ronet provoca disgusto e ribrezzo. Poco conosciuto: meriterebbe una giustissima riscoperta.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 2/8/17 10:28 - 7419 commenti

Ex ballerino, un corniciaio omosessuale viene costretto a diventare informatore della polizia... Ritratto di un mondo ai margini, fra escursioni notturne al Colosseo, cinema di quart'ordine, feste di travestiti, malavita di piccolo e medio calibro. Il passaggio dai toni grotteschi della prima parte a quelli sempre più drammatici dell'epilogo non è sempre convincente ma si tratta di un film originale, coraggioso per l'epoca, con un grande Tognazzi che anticipa per certi versi il personaggio di Renato di pochi anni dopo. Funzionale Ronet, commissario manipolatore.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Matalo! 3/4/10 16:27 - 1336 commenti

Prima del Vizietto uno dei rarissimi film sul mondo gay italiano, esattamente romano. Insuccesso di pubblico e parziale insuccesso critico per Caprioli. Non si accettò la svolta drammatico/gialla che in realtà è un veicolo per raccontare la discesa agli inferi di un "diverso" in anni in cui l'outing era inimmaginabile. Impagabile Tognazzi, forse qualche vezzo di troppo ma eccellente. Perfetto Ronet nella parte del viscido commissario. In parte la Tamburi. Un film da riscoprire tenendo presente gli anni in cui fu girato.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La festa di Madame Royale, dove si parla solo francese. Caprioli con caschetto alla Brooks. Le scene nella metropolitana e nelle saune.
I gusti di Matalo! (Commedia - Gangster - Western)

Nando 27/2/12 13:20 - 3190 commenti

Un corniciaio omosessuale diventa confidente di Polizia per salvare la sua figlioccia. Un coraggioso spaccato di un mondo borderline in un'epoca in cui certi argomenti erano praticamente tabù. Tognazzi, pre Vizietto, è a suo agio nella parte ed incarna perfettamente la figura interpretata.
I gusti di Nando (Commedia - Horror - Poliziesco)

Giùan 1/11/11 13:40 - 2487 commenti

Audace colpo del solito Caprioli, regista sensibile e attore meraviglioso. In effetti, girare nell'italia del 1970 un film null'affatto metaforico a tematica omosessuale sarebbe già di per sè nota di eccellenza. Ma questo non si ferma alle intenzioni: è un'opera riuscita, mai reticente, squilibrata sicuramente, ma sono proprio il suo taglio fortemente barocco (attenti allo script di Zapponi e Medioli), la sua progressiva sterzata drammatica in un vicolo cieco a farne ai miei occhi un cult esclusivo. Ugo Tognazzi di una perfetta misura, untuoso Ronet.
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Myvincent 24/10/14 8:23 - 2132 commenti

Il battuage al Colosseo, le colorite feste en travesti, la diversità che sembra accettata dal resto del mondo, sono alcuni elementi di questa singolare opera di Vittorio Caprioli datata 1970. Nonostante tutto (incluso gli interpreti di gran pregio), dopo poco dal suo inizio, non si sa bene dove voglia andare a parare e questo sferragliante baraccone sbanda inesorabilmente verso il nulla. Occasione sprecata.
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Rufus68 5/8/18 22:16 - 2129 commenti

Ancora una cronaca sommessa e minuziosa sulla marginalità: Caprioli ne fa uno stile. L'outsider Tognazzi in un mondo borderline di prostitute, travestiti, falsari, pornografi, mammane: ne risulta un ritratto a tutto tondo di lancinante solitudine (i rimpianti, l'attaccamento alla figlioccia) cui il grande protagonista dona vezzi che mai stonano. Ottimo Ronet, demonico sobillatore; male la Tamburi, troppo petulante. I minuti finali, con Madame Royale che ciancia atterrita in francese credendosi davvero regina, sono memorabili.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Faggi 4/6/16 18:20 - 1258 commenti

Commedia grottesca e amara con un Tognazzi perfetto e la buona regia di Caprioli. I sensibili temi trattati sono liberi da patetismi e luoghi comuni. Se si guarda la data il prodotto deve essere riconosciuto come audace e nuovo; l'insieme è svolto con originalità, sono notevoli le invenzioni di messa in scena (penso alle "riunioni" in costume, per esempio) e il resto del cast non fa una piega. Non mancano le battute ciniche e caustiche. Da vedere, senza dubbio.
I gusti di Faggi (Fantascienza - Giallo - Poliziesco)

Kanon 17/3/11 16:45 - 566 commenti

Passato in sordina negli Anni Settanta per via dell'argomento trattato, è un film sentito e coraggioso nel descrivere una comunità di persone dalla vita latente, senza scadere nel macchiettismo più becero come spesso viene fatto in questi casi. Offre inoltre acuti spunti meritevoli di pensiero. Tognazzi è magnifico come interprete principale, in tutte le sue movenze e parole riesce a creare un gran bel personaggio convincente (persino nella seconda parte, tormentato nell'animo). Caprioli si ritaglia un bel ruolo, così come il resto del cast principale.
I gusti di Kanon (Commedia - Fantascienza - Thriller)

Giezz 4/5/13 5:18 - 11 commenti

Alessio, omosessuale fra "feste di corte", incontri occasionali e il suo rapporto con Mimmina, figlia di un suo amante morto, della quale egli è premurosa madre. Una Roma cupa col suo sottobosco malavitoso incornicia un dramma nel quale Tognazzi offre una prova attoriale indimenticabile, caratterizzando la sua figura con sguardi, movenze e voce perfetti. La rappresentazione del mondo gay che può apparire macchiettistica è nell'intenzione degli autori quella, con la sua estremizzazione, di dare dignità e voce a chi non ne aveva quegli anni bui.
I gusti di Giezz (Documentario - Fantascienza - Poliziesco)