Cerca per genere
Attori/registi più presenti

IL GIARDINO DELLA VIOLENZA

All'interno del forum, per questo film:
Il giardino della violenza
Titolo originale:The young savages
Dati:Anno: 1961Genere: drammatico (colore)
Regia:John Frankenheimer
Cast:Burt Lancaster, Dina Merrill, Shelley Winters, Telly Savalas, Edward Andrews, Vivian Nathan
Note:Tratto dal romanzo di Evan Hunter/Ed McBain "A matter of conviction" (1959), da noi tradotto come "La vita ladra".
Visite:363
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 8
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 23/3/10 DAL BENEMERITO HOMESICK

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Homesick 10/10/10 18:15 - 5737 commenti

La convenzionalità del genere giudiziario d’impegno civile, qui circoscritta per lo più ad una parte processuale comunque sviluppata con scioltezza, si alleggerisce nella precisione quasi naturalista con cui sono descritti un microcosmo teppistico di rabbia, odio e morte (il blitz iniziale, l’aggressione sull’autobus), preconizzando i quartieri violenti di tante future pellicole sulle bande rivali. Credibili nella loro spontaneità i volti dei giovani attori non professionisti, che si pongono tra la tenace azione senza pregiudizi dell’avvocato Lancaster e l’ansia materna dalla Winters.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Daniela 26/11/16 1:00 - 8135 commenti

Tre teppisti minorenni italo-americani fanno fuori un ragazzo portoricano cieco. L'opinione pubblica reclama la pena di morte ma il vice-procuratore, che conosce bene l'ambiente, è più interessato a scoprire la verità che a conquistare facili consensi... La prima collaborazione fra F. e Lancaster avviene con un film d'impegno civile appassionato ma compromesso da alcune facilonerie narrative. Lancaster domina la scena, con Savalas e Winters piuttosto sacrificati nei rispettivi ruoli, mentre fra i giovani si fa notare la faccia poco raccomandabile di John Davis Chandler.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'aggressione con catene nel mezzo pubblico .
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Pinhead80 6/7/19 14:31 - 3481 commenti

Tre ragazzi di Harlem uccidono a sangue freddo un portoricano cieco. Per questo motivo rischieranno tutti la sedia elettrica. Le indagini condotte da un ex abitante del quartiere porteranno a conoscere tutta la verità. Bellissimo film che parte con un incipit molto crudo per poi trasformarsi in un legal drama che approfondisce molto bene le personalità dei protagonisti. Molti sono gli spunti sociologici da cui partire, tra cui il condizionamento imposto dallo stato sociale della propria famiglia e dall'ambiente. Attori sul pezzo.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Rufus68 29/11/16 22:56 - 2654 commenti

I primi minuti, quelli dell'agguato, sono eccitanti, quasi spettacolari. Anche lo studio antropologico, condotto dal regista scrutando i giovani visi dei protagonisti, ha una sua efficacia. Il film comincia a perder colpi con le beghe familiari di Lancaster (la moglie progressista e benestante, lui di umili origini: la solita zuppa) e si affloscia nello scontato dibattito processuale che ha per coda un finale agrodolce dove hanno sistemazione la capra e i cavoli. Bravi Chandler e Burstyn; Savalas si fa già notare col suo ghigno sfottente.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Nicola81 17/8/17 21:00 - 1695 commenti

Robusto film di denuncia sulla delinquenza giovanile e sul disagio nei quartieri più degradati delle metropoli (siamo a Harlem, New York). La matrice progressista che lo anima non scivola mai nella retorica più melensa grazie a una sceneggiatura abbastanza curata e all'agile regia di Frankenheimer, che regala anche qualche momento di vera suspense. Lancaster giganteggia, brave la sarcastica Merril e l'apprensiva Winters, Savalas debutta interpretando (quando si dice il caso...) un tenente di polizia. Invecchiato molto bene.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il delitto iniziale; I botta risposta Lancaster/Merril; Lo spavento in ascensore; L'agguato sull'autobus; Il processo.
I gusti di Nicola81 (Gangster - Poliziesco - Thriller)

Rigoletto 26/10/14 10:05 - 1404 commenti

Fantastico spaccato dei tempi nuovi (all'epoca) e denuncia quanto mai reale: Lancaster, maturo avvocato, si trova a dover agire contro tre teppisti autori di un omicidio ai danni di un loro coetaneo, in un contesto di guerra fra bande. Palma d'oro alla Winters, credibilissima nel ruolo della madre di uno dei ragazzi. Tempi nuovi all'orizzonte, la società che crea malessere, incapace di sorridere ma solo di ghignare, i pregiudizi delle differenze. Davvero bravi i giovani attori, ben delineati e con personalità distinte e formate.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il discorso di Bell alla moglie sugli snob progressisti, imbevuti di idealismo fasullo, incapaci di vivere senza l'assegno di papà. (alquanto attuale).
I gusti di Rigoletto (Avventura - Drammatico - Horror)

Almicione 11/9/17 15:55 - 765 commenti

Problemi razziali, ieri come oggi. Film lucido, che prova a dimostrare non solo una certa imparzialità ma soprattutto la difficoltà nel giudicare (legalmente) certe situazioni. Un Lancaster tormentato, dubbioso, si barcamena fra i territori delle due gang coinvolte per ricavare giustizia e scoprire che i contorni di questa sbiadiscono lontano dalle pagine di un giornale; diretto dalla regia ancora inesperta di Frankenheimer (alla sua seconda pellicola), capace comunque di sfoderare tutte le sue potenzialità. Un po' deludente la scena finale.
I gusti di Almicione (Drammatico - Gangster - Thriller)

Rocchiola 8/5/18 8:48 - 648 commenti

Film sulla delinquenza minorile nelle grandi metropoli che dopo la straordinaria sequenza iniziale dell’omicidio si attesta sui binari più scontati della denuncia sociale e dell’impegno civile. Piuttosto violento per l’epoca, dimostra come Frankenheimer fosse un regista innovativo e moderno. Anche l’ambientazione on location a Harlem è più realistica di qualsiasi precedente rappresentazione delle giungle d’asfalto e delle città nude. Superflui i quadretti familiari del protagonista. Savalas all’esordio ha già il ghigno sardonico del Tenente Kojak.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L’omicidio iniziale; L’assalto nella metropolitana a colpi di catene; Il funerale del ragazzo portoricano.
I gusti di Rocchiola (Guerra - Poliziesco - Western)