Cerca per genere
Attori/registi più presenti

VIA PADOVA N. 46

All'interno del forum, per questo film:
Via Padova n. 46
Dati:Anno: 1954Genere: commedia (bianco e nero)
Regia:Giorgio Bianchi
Cast:Peppino De Filippo, Lidia Martora, Alberto Sordi, Arlette Poirer, Giulietta Masina, Carlo Dapporto, Ernesto Almirante, Ada Dondini, Memmo Carotenuto, Luigi Pavese, Leopoldo Trieste, Lamberto Maggiorani, Franco Giacobini
Note:Aka "Via Padova 46", poi rieditato come "Lo scocciatore".
Visite:1037
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 9
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Commedia “gialla” che nella sua riedizione col titolo LO SCOCCIATORE (utilizzato per dare risalto alla partecipazione secondaria di Alberto Sordi) viene rimontata e accorciata di ben 25 minuti eliminando completamente il personaggio del ricattatore interpretato da Leopoldo Trieste (che - pensate alla beffa - era anche cosceneggiatore). La versione oggi in circolazione quindi (della durata di un'ora e venti) punta molto di più sulla commedia e su Peppino De Filippo, l’impiegato protagonista che per una serie di coincidenze si trova sul luogo del delitto quando viene uccisa una “mondana” con la quale aveva preso appuntamento (in via Padova 46, ecco spiegato il titolo). Come prevedibile tutto gli si rivolta contro e un'amica della vittima (Giulietta Masina, qui particolarmente insopportabile) che lo crede il vero colpevole gli consiglia di chiedere aiuto a un avvocato (Carlo Dapporto). In tutto questo la figura di Alberto Sordi è evidentemente marginale: riprendendo la celebre macchietta del “compagnuccio della parrocchietta”, l'attore romano interpreta il ruolo del vicino di casa pedante e invadente che trascina il povero Arduino Bongiorno (De Filippo) fin sul luogo del delitto dove stanno procedendo le prime indagini. Sono cinque o sei interventi, in un paio di casi più prolungati del previsto, nei quali Sordi si lascia andare a una macchietta già ampiamente sperimentata e dichiaratamente comica, anche se poi il risultato è piuttosto stucchevole per l'eccessiva ripetitività. Giorgio Bianchi dirige con garbo; De Filippo, indubbiamente bravo, si conferma tuttavia inadeguato a ricoprire il ruolo di mattatore (comico) per via di una recitazione contenuta che fatica a suscitare vere risate. Gradevole, a tratti noioso.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Daniela 13/7/15 12:37 - 8008 commenti

Impiegato ministeriale, bistrattato sul lavoro e oppresso in famiglia da una moglie dispotica, si illude di poter avere un'avventura con una bella straniera ma questa viene assassinata prima del fatale appuntamento, gettandolo nel panico... Curioso oggetto filmico per il tentativo di innestare uno spunto giallo su un canovaccio tipico da commedia all'italiana, anche se in effetti la soluzione del caso conta poco a fronte delle ambasce del bravo Peppino, attorniato da un buon cast con una inedita Masina. Sordi è lo scocciatore del titolo alternativo, ma ha un ruolo di secondo piano.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Brainiac 17/4/09 10:58 - 1081 commenti

Divertente commedia che improvvisamente vira sul giallo, pur mantenendo un tono leggero. Peppino è un uomo mediocre che tenta l'avventura con una prostituta francese, ma incappa nella giornata sbagliata (quella in cui la ragazza viene uccisa). Modernissimo il ruolo della Masina, vera fan sfegatata di quello che lei crede essere uno spietato assassino. Poche scene per Sordi e se ne vorrebbero di più (il suo Scocciatore somiglia molto al matto di Troppo forte: come nel film di Verdone, infatti, indossa il basco ed è il solito, buffissimo, megalomane).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Capitato nuovamente sul luogo del delitto, Peppino non viene riconosciuto da nessuno dei testimoni, fra cui il portiere interpretato da Maggiorani.
I gusti di Brainiac (Commedia - Gangster - Horror)

Rambo90 2/4/17 22:21 - 5774 commenti

Un soggetto particolare che permette a Peppino di sfoggiare tutta la sua arte interpretativa, con un personaggio codardo ma anche desideroso di avventure che lo strappino alla sua triste routine. Grazie a lui si sorride spesso (ma anche grazie alle partecipazioni di Sordi, Carotenuto e Dapporto), pur se la sceneggiatura nella seconda parte tende a ripetersi girando ogni tanto a vuoto. Non male.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Nando 15/4/15 14:52 - 3292 commenti

Commedia d'antan con qualche spruzzo giallo, in cui si assiste alle traversie di un modesto e frustrato impiegato statale. Situazioni, viste con gli occhi attuali, semplici e ingenue con le quali bastava poco per realizzare un film comunque dignitoso. Sordi interpreta un ruolo prima maniera lievemente fastidioso, mentre De Filippo vive il suo dramma interiore con buon trasporto. Sorprendente una maliarda Masina.
I gusti di Nando (Commedia - Horror - Poliziesco)

Piero68 26/10/15 12:00 - 2639 commenti

Nonostante il tentativo di inserire una sorta di giallo nella storia resta il solito personaggio di Peppino De Filippo: impiegato mediocre, vessato a oltranza e con familiari a traino iper distruttivi. In più un Sordi versione "scocciatore" in una delle sue maschere che ripeterà anche in tv, seppur con peculiarità diverse (ricordate: "Pronto sono Mario Pio con chi parlo io?"). Senza infamia e senza lode quindi, questo film di un Bianchi che ha avuto sicuramente momenti migliori. Bravo Dapporto nelle vesti dell'avvocato traffichino.
I gusti di Piero68 (Azione - Fantascienza - Poliziesco)

Il Dandi 9/9/12 22:04 - 1582 commenti

Visto nella circolante riedizione-cut (quella intitolata "Lo scocciatore"), il mix tra classica commedia all'italiana e inaspettata virata verso il giallo appare comunque abbastanza riuscito, benché sia la prima dimensione a prevalere sulla seconda. Peppino sa tenere bene il ruolo (per lui insolito) di protagonista, mentre la presenza di Sordi, pur regalando momenti gustosi, è confinata in una macchietta eccessiva e limitata a poche apparizioni.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il ritorno di Peppino sul luogo del delitto, dove nessuno lo riconosce. .
I gusti di Il Dandi (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Gabrius79 23/6/16 21:48 - 1101 commenti

Una piccola commedia con qualche rara spruzzata di giallo che ha come protagonista un discreto Peppino De Filippo attorniato da un cast al suo livello, dove spicca una piacevole Giulietta Masina. Alberto Sordi compare giusto in qualche scena per fare lo scocciatore ma non regala grandi guizzi. Trama tra alti e bassi che si fa seguire in modo dignitoso.
I gusti di Gabrius79 (Comico - Commedia - Drammatico)

Graf 15/10/13 4:34 - 624 commenti

La lunga irreperibilità ne aveva ingrandito la reputazione. Invece siamo di fronte a una pellicola solo discreta, con Peppino De Filippo protagonista assoluto nella parte di un grigio travet ministeriale, un Fantozzi Anni Cinquanta - alle prese con moglie depressa, suocera scorbutica, capufficio arcigno, collega fanfarone e lavativo e un vicino di casa spione e scocciatore (un Sordi prima maniera). Ovviamente frustrato, sogna spiagge dorate e avventure galanti con bellissime donne... Tra commedia di costume e giallo-rosa. Si ride moderatamente. Peppino De Filippo non convince fino in fondo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Giulietta Masina insolitamente scatenata.
I gusti di Graf (Commedia - Poliziesco - Thriller)

Liv 13/10/16 8:31 - 237 commenti

Lo trovo un buon film. Non so se l'aver escluso la parte che Leopoldo Trieste recitò, come ricattatore, sia stata una buona idea. Lo trovo comunque ben recitato, con validi caratteristi fra i quali un ingombrante Sordi. Memmo Carotenuto, come capufficio e seduttore, è fuori parte. Centrata la storia, ben raccontata. Peppino De Filippo, con la sua recitazione garbata e misurata, non manca il segno.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La stima della parcella professionale della bionda francese calcolata dal capufficio.
I gusti di Liv (Animazione - Avventura - Commedia)