Cerca per genere
Attori/registi più presenti

IL PRATO

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 2
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 3/3/10 DAL BENEMERITO UOMOOCCHIO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Scarso, ma qualcosina da salvare c'è a detta di:
    Pigro
  • Gravemente insufficiente! a detta di:
    Uomoocchio


ORDINA COMMENTI PER:

Pigro 4/12/12 9:48 - 7337 commenti

La confusione dei tre giovani protagonisti, incerti tra normalizzazione sociale nell’imminente riflusso e ultimi barlumi di utopie (artistiche o comunitarie) e coinvolti in un insolubile legame a tre, è direttamente proporzionale alla confusione degli autori, che steccano su tutti i fronti: soggetto pretenzioso, sceneggiatura farraginosa, dialoghi pomposi o ridicoli, regia soporifera o imbarazzante (la favola medievale del pifferaio), attori osceni. E sorvoliamo sulla Rossellini che al cinema guarda Germania anno zero: pateticamente retorico.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Uomoocchio 3/3/10 17:16 - 40 commenti

Lento, noiosissimo, probabilmente già vecchio all'epoca in cui fu girato. Pieno di simbolismi astrusi e dai dialoghi ridicoli ("Tremi, hai freddo?", "No, tremo perché ti amo") che vorrebbero, forse, significare la fine degli ideali rivoluzionari. Letale per la carriera della Rossellini e di Marconi. Non stupisce che Nanni Moretti, dovendovi partecipare come attore, sia invece scappato pochi giorni dopo l'inizio delle riprese.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Non potrò mai odiare un uomo che mi sorride così".
I gusti di Uomoocchio (Commedia - Erotico - Poliziesco)