Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LA RAGAZZA DEL PECCATO

All'interno del forum, per questo film:
La ragazza del peccato
Titolo originale:En cas de malheur
Dati:Anno: 1958Genere: drammatico (bianco e nero)
Regia:Claude Autant-Lara
Cast:Brigitte Bardot, Jean Gabin, Franco Interlenghi, Edwige Feuillère, Nicole Berger, Madeleine Barbulée, Gabrielle Fontan, Jacques Clancy, Annick Allières, Suzanne Grey, Edith Cérou, Hubert de Lapparent, Georges Scey (Georges Seey), Julien Bertheau, Jacques Marin, Claude Magnier, Claire Nobis, Jean-Pierre Cassel (n.c.)
Note:Tagliate dalla censura alcune scene spinte per l'epoca. (La scena fondamentale quando la Bardot si alza la gonna davanti a Gabin)
Visite:912
Il film ricorda:La cagna (a Homesick)
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 7
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 12/2/10 DAL BENEMERITO SAINTGIFTS

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Il Gobbo 16/10/10 23:56 - 3011 commenti

Storia vecchia, per non dire eterna, ma riproposta in un contesto credibile e con due interpreti superbi: se Gabin è una certezza, BB gli tiene testa con sorprendente sicurezza, per non parlare della sua magnificenza. Bravi anche quasi tutti gli altri, con l'eccezione di Interlenghi, davvero terribile. Fattura classica ed elegante di un cinema forse un po' impolverato ma che rimane.
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Homesick 30/9/10 17:51 - 5737 commenti

Dal romanzo del creatore di Maigret, un dramma sull’ipocrisia borghese interamente cucito addosso alle due stelle protagoniste: il vecchio Gabin, vittima di una passione frustrata e dissolutrice che lo accomuna al Simon de La cagna e al Mason di Lolita, e la giovane Bardot, sempre più icona di malizia femminile ed emancipazione sessuale con la sua gonna sollevata (seppur off-screen) e un nudo posteriore integrale. La sostanza è risaputa e troppo scarsa per riempire un film di due ore, ma i dialoghi sono ben scritti e la regia precisa e professionale nel controllo di attori e ambienti.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Cotola 17/9/12 22:25 - 7078 commenti

Classico film da “cinema di papà” (Truffaut dixit). I temi sono noti e la storia è il solito drammone come ce ne sono mille altri: prevedibilissima, compreso il tragico epilogo. Non tutti i film però possono permettersi un regista (comunque più che dignitoso) come Autant Lara ed un buon cast con un Gabin sempre pregevole anche quando incarna un personaggio risaputo come questo. Giustamente può risultare parecchio datato (ma sotto certi aspetti anche un po’ attuale) e in molti potrebbero annoiarsi non poco. Tra il non male dopotutto ed il buon film.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Saintgifts 12/2/10 10:25 - 4099 commenti

L'accoppiata Jean Gabin/Brigitte Bardot, con almeno trent'anni di differenza, è formidabile. Ancora una volta il mito dell'Angelo Azzurro, ma chi è che può resistere al fascino innocente-perverso della Bardot? Nemmeno l'impassibile avvocato Gobillot, che mette in gioco la famiglia e la carriera per i baci di Yvette. Dramma convincente ben interpretato (qualche dubbio su Franco Interlenghi), forse leggermente prolisso, ma con un'ottima foto in b/n e dialoghi mai troppo scontati nonostante la non originalità della vicenda.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Rufus68 2/8/17 23:08 - 2689 commenti

Lungo e tedioso polpettone né carne drammatica né pesce da commedia. Trattasi di indefinibile oggetto filmico al servizio delle bionde chiome (e del sederino) della Bardot i cui bamboleggiamenti sono insopportabili oltre che assolutamente inadeguati tanto da rendere bastarda la filiazione da Simenon. Fuori ruolo anche Interlenghi. Solo Gabin resiste tetragono al disastro, ma Lui potrebbe recitare l'orario ferroviario e rimanere in parte.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Giùan 30/1/13 21:17 - 2664 commenti

Autant-Lara (additato da Truffaut come tra gli artefici del vetusto cinèma de papa) scomoda il romanzo di Simenon per veicolare un contraddittorio generazionale che è anche un confronto tra due modi diversi di intendere il mestiere dell’attore. E il senso del film sta in effetti tutto nella tenera inconciliabilità tra il carisma agèe di Gabin e la sfrontatezza divistica di BB. Tutto il resto appare contorno forzato, fasullo, ipocrita (si pensi ai due deuteragonisti: lo spaesato proletario di Interlenghi e la brava moglie borghese della Feuillère).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L’incontro in studio tra Gabin e la Bardot, con quest’ultima che indietreggiando felinamente mostra le gambe ben sopra le ginocchia.
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

R.f.e. 16/9/10 16:03 - 819 commenti

I film di Claude Autant-Lara che apprezzo sono altri, non certo questo, a mio avviso, sopravvalutato drammone, oltretutto noiosetto, con dialoghi pretenziosamente assiomatici che oggi fanno scompisciare dalle risate. Probabilmente più famoso per una sequenza che "non c'è più" - fu tagliata, quindi non è presente nella versione definitiva del film - cioé quella della gonna sollevata della Bardot, che per suoi effettivi meriti. Forse la peggiore interpretazione di Franco Interlenghi in assoluto.
I gusti di R.f.e. (Avventura - Azione - Erotico)