Cerca per genere
Attori/registi più presenti

JOYEUX NOëL - UNA VERITà DIMENTICATA DALLA STORIA

All'interno del forum, per questo film:
Joyeux Noël - Una verità dimenticata dalla storia
Titolo originale:Joyeux Noël
Dati:Anno: 2005Genere: drammatico (colore)
Regia:Christian Carion
Cast:Diane Kruger, Benno Fürmann, Guillaume Canet, Gary Lewis, Dany Boon
Note:Si ispira a un fatto realmente accaduto: la Tregua di Natale (1914) durante la 1^ guerra mondiale.
Visite:296
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 6
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 6/2/10 DAL BENEMERITO TRAVIS76

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    Pigro, Nando
  • Non male, dopotutto a detta di:
    Jena, Mark
  • Mediocre, ma con un suo perché a detta di:
    Vitgar
  • Scarso, ma qualcosina da salvare c'è a detta di:
    Travis76


ORDINA COMMENTI PER:

Pigro 4/4/12 10:55 - 7248 commenti

La storia (vera) della tregua di Natale del 1914 sulle trincee in cui i soldati francesi, tedeschi e scozzesi fraternizzano a dispetto degli ordini superiori è talmente potente e commovente di per sé da rendere difficile qualsiasi tentativo di rappresentazione. Carion riesce a confezionare con grande diligenza, rigore intellettuale e schietto pacifismo, un racconto convincente, perfino a tratti emozionante, anche se le scene si intuiscono pensate più con la testa che col cuore. Manca lo scatto in più, che renda il film stupefacente.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Nando 23/12/10 8:55 - 3290 commenti

La notte di Natale del 1914 sul campo di battaglia francese: i reparti avversari fraternizzano per una notte scambiandosi pensieri e preoccupazioni, il tutto accompagnato da arie liriche e suoni di cornamuse. Una narrazione che sembra inverosimile che però genera commozione; al tempo stesso il film è un efficace documento antimilitarista (vedere il finale).
I gusti di Nando (Commedia - Horror - Poliziesco)

Jena 14/1/14 17:51 - 999 commenti

Abbastanza buono anche se la trappola del buonismo è dietro l'angolo: sembrerebbe che nel 1914 gli europei si volessero un gran bene e solo i cattivoni politici (e la Chiesa, of course, ormai assurta a causa di tutti i mali) li mandassero al massacro, mentre loro desideravano solo fare amicizia e scambiarsi gli auguri natalizi. Per il resto regia ordinata, senza particolari guizzi, attori corretti ma niente di eccezionale (qualche lampo in più ce lo regala il tarantiniano Bruhl) e vicenda edificante pre unione europea. Vedibile **!
I gusti di Jena (Fantascienza - Fantastico - Horror)

Vitgar 5/1/15 12:50 - 586 commenti

Bello e importante il significato del film. Un po' meno il modo di raccontare la vicenda: molti luoghi comuni e forse non veri sul Natale che lega tutti gli uomini e sulla commozione che certe situazioni possono dare a soldati abituati a vivere in condizioni estreme. Solita frecciata ai poteri militari che decidono la sorte dei soldati standosene al sicuro. Insomma niente di nuovo, anche la fotografia e l'ambientazione sono modeste.
I gusti di Vitgar (Commedia - Thriller - Western)

Mark 24/2/11 1:08 - 259 commenti

Nel bel mezzo della guerra scoppia la pace. Sembra una narrazione fiabesca, il frutto di un predicatorismo francescano inascoltato eppure è la verità: si tratta di fatti storici realmente accaduti. La rappresentazione su pellicola di questo accaduto è dunque importante di per sè, non essendo mai stata affrontata. Cast discreto, senza infamia e senza lode, come la sceneggiatura. Forse però un prologo più dettagliato sui combattimenti e la vita da trincea avrebbe spianato meglio la strada al finale.
I gusti di Mark (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Travis76 6/2/10 10:28 - 28 commenti

È la notte di Natale, in una dura trincea (1^ Guerra Mondiale) quando gli opposti schieramenti (francesi, scozzesi e tedeschi), improvvisamente decidono di deporre le armi e di scambiarsi auguri e doni (sigarette, cioccolata), con l'approvazione degli ufficiali (più o meno entusiasti) e lo sconcerto dei grandi capi che metteranno tutto a tacere. Sullo sfondo la noiosa storia d'amore tra un tenore tedesco e una soprano danese (che si porta pure in trincea... sic!). Questa bella storia vera meritava di più.
I gusti di Travis76 (Commedia - Drammatico - Horror)