Cerca per genere
Attori/registi più presenti

IL CARABINIERE

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 5
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Homesick 16/2/07 8:34 - 5737 commenti

Romeo e Giulietta in una sceneggiata napoletana orfana di Mario Merola, sostituito da Massimo Ranieri (per la parte sentimentale) e da Fabio Testi (per l'azione e la vendetta). Niente di nuovo sotto il sole, comunque. Bello il cast, che vede la presenza di Enrico Maria Salerno, della compagna Valeria Valeri - entrambi offrono una buona interpretazione - e della figlia Chiara. Gli intermezzi comici sono affidati a Silvio Spaccesi e alla coppia Pignataro-De Fano. Gradevole, ma nulla di speciale.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Daidae 22/12/11 18:45 - 2538 commenti

Davvero niente male questo film. Ottimo cast con Testi, Ranieri e il grande e indimenticato Enrico Maria Salerno. Si mischiano sapientemente sentimento, un po' di azione e sceneggiata napoletana. Da vedere e riscoprire, per gustare un genere e un cinema oggi scomparso.
I gusti di Daidae (Comico - Horror - Poliziesco)

Tomastich 14/1/10 9:43 - 1191 commenti

Mascherato da poliziottesco rosa (Testi e Salerno), siamo di fronte ad una simil-sceneggiata, dove urla partenopee, vendette personali e amori impossibili sono all'ordine del giorno. Regia molto debole, così come lo sono le battute con cui Spaccesi chiude sempre i suoi discorsi. Ranieri sentimentale e sempre sorridente, Testi vendicativo e pronto a tutto.
I gusti di Tomastich (Animali assassini - Horror - Thriller)

Furetto60 17/11/14 9:32 - 1129 commenti

Sorta di Romeo e Giulietta in ambiente campagnolo (siamo tra Roma e Napoli), una vicenda semplice e dall’esito prevedibile ma che si avvale di un impianto narrativo abbastanza efficace, soprattutto equilibrato e di interpreti che conoscono il proprio mestiere. La prima parte è dominata da Ranieri, mentre nell’ultima mezz’ora sale alla ribalta Testi, sino ad allora nell’ombra. Ottimo nella sua spietata e cieca perfidia Enrico Maria Salerno. Il commento musicale è a tratti inadeguato alla scena rappresentata.
I gusti di Furetto60 (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Pessoa 20/12/18 19:18 - 1003 commenti

Dramma familiare di Amadio a metà strada fra Shakespeare e il lacrima-movie con qualche scena d'azione nel finale. La storia, esile, poggia su una sceneggiatura elementare infarcita di momenti patetici che tolgono potenzialità al prestigioso cast, che si limita al minimo sindacale. Anche il momento del redde rationem è poca cosa e giunge quando ormai il livello dell'attenzione è già in riserva e un Testi legnoso, orfano della sanguigna ferocia di Merola, non riesce a risollevarlo. Si arriva alla fine con qualche sbadiglio di troppo. Per appassionati.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le battute "colte" di Pignataro e gli epiteti letterari che rivolge alla De Fano, sua partner storica in teatro.
I gusti di Pessoa (Gangster - Poliziesco - Western)